Category

Calcio

Category

Per uno nato a Torre Annunziata e cresciuto con un pallone tra i piedi, la massima aspirazione è giocare nel Napoli. Eppure, un cannoniere come Ciro Immobile, nato nella cittadina a pochi chilometri dal capoluogo partenopeo, la maglia azzurra è stata finora solo un miraggio. L’attaccante biancoceleste è sempre stato un avversario da temere al San Paolo, con le maglie di Torino e Lazio in particolare. La squadra di Inzaghi si affida al suo bomber per fare risultato positivo nel catino napoletano e continuare la corsa al quarto posto.

Risultati immagini per immobile juventus
Ciro Immobile con la maglia della Juventus

Classe 1990, Immobile muove i suoi primi importanti passi nel vivaio del Sorrento prima di essere notato dagli osservatori della Juventus a 17 anni. Con i bianconeri vince un torneo di Viareggio e debutta in serie A nel 2009 sostituendo nientemeno che Alessandro Del Piero. A Torino, nonostante i gol a grappoli in Primavera, non trova spazio e nel 2010 inizia la sua girandola di squadre. Prima a Siena, poi Grosseto e infine Pescara.

Risultati immagini per immobile pescara
Immobile a Pescara

E’ sotto la guida di Zeman che Immobile esplode con il suo compagno di squadra Insigne e con Verratti a centrocampo. Nel 2011 2012 segna 28 gol in 37 partite in B, contribuendo alla promozione con il titolo di capocannoniere. Viene così ingaggiato dal Genoa in A, ma non conferma quanto di buono fatto in Abruzzo. Trova la sua consacrazione definitiva nella Torino granata con Giampiero Ventura: 22 gol e titolo di capocannoniere, con il Toro che centra il 7mo posto e torna in Europa dopo 20 anni.

Immagine correlata
A Torino con la maglia granata

Prova così l’esperienza all’estero. Va a Dortmund con il Borussia, poi in Spagna a Siviglia. Ma non è il vero Immobile. In due anni segna 14 gol in 49 partite, così nel gennaio 2016 rientra al Torino. Sei mesi in cui non incide più di tanto. In estate viene acquistato dalla Lazio in cui esplode: 26 reti il primo anno, ben 41 l’anno scorso in cui vince la classifica cannonieri al pari di Icardi (29 reti). E quest’anno sta viaggiando nuovamente ad alti livelli con 13 gol in 24 partite totali. Con il Napoli nel mirino, i colori della sua terra che finora non ha mai indossato, come dichiarato al Mattino qualche tempo fa:

Il Napoli era in serie C quando mio padre mi portò a vedere la prima gara: in attacco c’erano Sosa, Pozzi, Calaiò. Se penso che l’altra sera il Napoli giocava in Champions… Però, attenzione, nel mio cuore c’è soprattutto il Savoia

Immobile con Klopp al Borussia Dortmund