Mondiale Spagna ’82: quel giorno, ho vinto anch’io!
Curiosità Mondiali

Mondiale Spagna ’82: quel giorno, ho vinto anch’io!

Il racconto in prima persona di chi, quel 5 luglio 1982, era al Sarrià e vide Italia – Brasile 3-2. Le emozioni, la tensione, il caldo, gli aneddoti, una maglietta e una bottiglietta ancora perfettamente scolpiti nella mente dopo 35 anni

Read More
Jürgen Sparwasser e il Muro caduto nel 1974
Curiosità Mondiali

Jürgen Sparwasser e il Muro caduto nel 1974

Minuto 77 del 22 giugno 1974. Germania Ovest contro Germania Est. E’ in questo momento che con un pallonata del numero 14 blu, il Muro vacilla per la prima volta

Read More
Quella volta che il Giappone di Nakata volò agli ottavi del Mondiale
Curiosità Mondiali

Quella volta che il Giappone di Nakata volò agli ottavi del Mondiale

Grazie alla rete del fantasista contro la Tunisia, i Samurai riuscirono per la prima volta a superare la fase a gironi. Sconfitti poi dalla Turchia.

Read More
Mondiali di calcio: le finali più belle della storia
Curiosità Mondiali

Mondiali di calcio: le finali più belle della storia

Non c’è un appuntamento più leggendario come la finale dei Mondiali di Calcio in grado di farlo. Cadute, trionfi, storie, emozioni, lacrime e gioia: questo e molto altro hanno regalato le 5 più belle partite che abbiamo raccolto per voi

Read More
Islanda: share record contro l’Argentina. E la Nazionale non dimentica Carl Ikeme
Curiosità Mondiali

Islanda: share record contro l’Argentina. E la Nazionale non dimentica Carl Ikeme

Il match d’esordio finito 1-1 ha registrato il 99,6% di share: tutta l’isola incollata davanti alla tv. Intanto la Nazionale posta una foto con la maglia di Ikeme, il portiere nigeriano che sta combattendo contro la leucemia

Read More

Winston Churchill, la cui vis retorica ha superato l’eco del tempo e l’ha portato a vincere il Nobel per la letteratura, a vincere guerre e a farsi carico del popolo inglese, una cosa, a noi italiani, ebbe a cuore di dire:

Gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio, e le partite di calcio come se fossero guerre

Senza scavare troppo in profondità nelle caverne del nostro inconscio, tale aforisma sa smuovere le nostre corde più remote. Perché sì, dopo tutto, colui che, parlando della Cortina di ferro, diede avvio all’era della Guerra fredda, su di noi c’aveva preso in pieno.
E con la Nazionale italiana fuori dai Mondiali in Russia, guerre e cataclismi si sono allineati nella medesima prospettiva in un sistema solare che, regredendo, è imploso in un Big Bang apocalittico.

Ma una cosa Churchill non poteva – ancora e lecitamente – prevedere: l’esistenza del fantacalcio.

Guerre puniche e crociate scansatevi; amicizie secolari che a ogni stagione calcistica rischiano di frantumarsi, ma che, quasi come accanita perversione, si ritrovano al punto di partenza l’anno dopo e quello dopo ancora. Rituali propiziatori e scaramantici, dove ogni singolo partecipante si cala nel ruolo di “uno e trino”: presidente della propria società che deve amministrare i fantacrediti; allenatore il cui compito delicato è capire se il bomber della squadra che precipita verso la retrocessione garantirà un numero di gol da controbattere Cristiano Ronaldo; scout per scovare il nuovo arrivato dalla seconda divisione francese, pagarlo solo 1 credito sfruttando l’ignoranza dei giocatori avversari. E aspettare la prima giornata di Serie A per capire se è una pippa, se promette bene o se passerà tutto il campionato in panchina.

Il fantacalcio è una piacevole ossessione, l’oppio dei popoli moderno che parte con la mistica esperienza dell’asta del fantacalcio, passa attraverso le maledizioni per la pause della Serie A causa impegni della Nazionale, l’attesa impaziente per il +3 da chi non te lo aspetti, l’assist che ti fa spuntare la giornata con un mezzo voto in più sull’avversario, portando a casa un 1-0 miserabile. E poi le polemiche per le pagelle e per il voto dato a questo o a quel calciatore.

Noi di Mondiali.it, dopo la bellissima esperienza della Coppa del Mondo 2018, vogliamo tuffarci in una nuova avventura. Con la nostra responsabilità nel far bene le cose, professionalità e sorrisi. Perché se i Mondiali sono le guerre, ogni singola giornata di fantacalcio è una battaglia. Vogliamo darvi consigli, chiacchierare con voi su chi poter schierare, numeri, statistiche e curiosità alla vostra portata. Sì, abbiamo detto chiacchierare perché lo faremo attraverso una webtv visibile sul nostro sito, sui nostri canali social Facebook e YouTube e sulla piattaforma Livedinner

 

Partiremo con due appuntamenti settimanali, il venerdì – ovviamente – in vista della giornata di Serie A e il martedì per parlare aprirci alla Champions League ed Europa League e per commentare le prestazioni dei fantallenatori. Ovviamente lo faremo in diretta per interagire con chi ci vorrà seguire e ci vorrà chiedere consigli e informazioni. Ad arricchire il palinsesto, nei prossimi mesi, avremo differenti ospiti: atleti, blogger e scrittori per recensire e parlare di libri sportivi e tanto altro.

Saremo online, certo, ma abbiamo scelto un luogo “reale” e fisico dove ritrovarci per realizzare il nostro studio: siamo a Padova, nel quartiere Arcella, in via de’ Menabuoi 4. Perché ci teniamo a dirvelo? Perché siamo all’interno di un negozio sfitto che il gruppo Arcellaground (che ringraziamo) sta provando a rianimare assieme ad altri locali all’interno del progetto The Ring. Facciamo rete, in tutti i sensi.

Tuffiamoci assieme in questa nuova avventura! Lì fuori c’è qualcuno che ha subito quattro gol da Parolo nella stessa partita. Stiamogli vicino. E contro i soliti “gufi” dei vostri amici, un buon 65,5 a tutti!

Partite 30-31 Ottobre 1 Novembre Serie A Serie A

Tutti coloro che amano il fantacalcio sanno che dopo il turno infrasettimanale riprende velocemente il campionato e le Partite di 30-31 Ottobre e 1 Novembre di Serie A rientrano in questa casistica. Al momento, le maggiori accreditate per lo scudetto sono Milan e Napoli e i rossoneri, nell’undicesima giornata, dovranno affrontare la trasferta all’Olimpico contro la Roma.

Intervista a Sirigu News

Tutti i sostenitori della nazionale italiana hanno apprezzato e notato l’importanza del secondo portiere dell’Italia di Mancini nel corso di Euro 2020 e nell’intervista a Intervista a Sirigu si parla di quei momenti e di molto altro. L’estremo difensore del Genoa, infatti, nel corso della chiacchierata con Repubblica, discute soprattutto di nazionale, oltre che della sua attuale squadra e del Torino.

Pallone d'Oro 2021 Lewandowski News

Non sempre è facile custodire un segreto e, a volte, forse non c’è nemmeno la volontà di farlo e questo sembra il caso del Pallone d’Oro 2021 a Lewandowski, che sembra ormai deciso. Secondo il giornale spagnolo Marca, infatti, il bomber polacco del Bayern Monaco avrebbe vinto questo prestigioso riconoscimento, posizionandosi davanti a Lionel Messi, contro le previsioni.

Partite Liga 30-31 Ottobre e 1 Novembre Liga Spagnola

Il campionato spagnolo riparte senza Koeman, visto che il Barcellona ha cambiato allenatore, e le Partite della Liga di 30-31 Ottobre e 1 Novembre per la dodicesima giornata. Per l’occasione, i Blaugrana affronteranno, con il nuovo allenatore ad interim, l’Alaves, che viene da due vittorie consecutive e si è parzialmente tolto dalla zona retrocessione.

Partite 29-30-31 Bundesliga Bundesliga

Il campionato tedesco riparte dopo la coppa di Germania e le partite della Bundesliga di 29-30-31 Ottobre sono valide per la decima giornata. Il Bayern Monaco è sempre al comando, con un punto in più rispetto al Dortmund ma viene da una sonora sconfitta per cinque a zero in Coppa di Germania in casa del Mönchengladbach; che ha scioccato tutti e, in particolare, l’attaccante Muller.

Partite 29-30-31 Ligue 1 Ligue1

Il campionato francese riprende e le Partite Ligue1 29-30-31 Ottobre sono valide per la dodicesima e vedono il PSG ospitare in casa, al Parco dei Principi, il Lilla. I parigini sono saldamente al comando della classifica, con ben sette punti di vantaggio nei confronti del Lens mentre i campioni di Francia in carica sono al decimo posto del ranking.

Esonero Koeman Barcellona Liga Spagnola

Quando le prestazioni negative non accennano a diminuire, chi paga è sempre il tecnico e questo è il caso dell’Esonero di Koeman dal Barcellona. L’ultima sconfitta contro il Rayo Vallecano, infatti, ha causato la rottura definitiva del rapporto con la dirigenza, che ha pensato di cambiare per dare una scossa alla squadra.