C’è un numero che accompagna la risalita di Novak Djokovic in questo 2018. E’ il numero 5.

Il 5 giugno, nei quarti di finale del Roland Garros, il tennista serbo perde contro Marco Cecchinato 6-3, 7-6, 1-6, 7-6 a favore dell’italiano dopo tre ore e mezza di gioco. La lunga agonia di Nole, iniziata proprio al Roland Garros dopo il trionfo nel 2016, proseguiva. O almeno, così sembrava. Cinque mesi dopo, dal 5 novembre, Djokovic torna al numero 1 della classifica ATP dopo la finale persa al Masters di Parigi Bercy contro il russo Khachanov. Ancora la Francia, ancora il numero 5 nel destino del tennista di Belgrado.


CLASSIFICA ATP – TOP 10

1 Djokovic, Novak (SRB) +1 8.045 punti
2 Nadal, Rafael (ESP) -1 7.4800
2 Federer, Roger (SUI) 0 6.020
4 Del Potro, Juan Martin (ARG) 0 5.300
5 Zverev, Alexander (GER) 0 5.085
6 Anderson, Kevin (RSA) 0 4.310
7 Cilic, Marin (CRO) 0 4.050
8 Thiem, Dominic (AUT) 0 3.895
9 Nishikori, Kei (JPN) +1 3.390
10 Isner, John (USA) -1 3.155

Dopo l’eliminazione al Roland Garros, Nole si rialza riprendendosi Wimbledon a giugno. In finale batte l’americano Anderson, ma è in semifinale che compie il suo capolavoro sconfiggendo in cinque set Rafa Nadal. Il match dura due giorni, lungo 5 ore e 17 minuti. La seconda semifinale fiume nella storia del torneo inglese.

Con la vittoria a Wimbledon Djokovic rientra nella Top 10, non capitava da ottobre dell’anno scorso. Vince anche il Masters di Cincinnati superando l’eterno rivale Roger Federer in finale. E’ così l’unico giocatore nella storia a vincere tutti i tornei ATP Masters 1000. Trionfa anche agli US Open, eguagliando Sampras con il 14mo Slam in carriera. Perde il Master di Parigi, ma vince ancora una volta in semifinale contro Federer. Quanto basta per tornare più in alto di tutti per la quarta volta in carriera, 224 settimane in assoluto. I primi tre, per numero di settimane al primo posto in classifica, sono: Jimmy Connors, 268; Pete Sampras, 286; Roger Federer, 310.  E domenica, a Londra, via alle ATP Finals, ultimo grande appuntamento della stagione.


Il primo degli italiani nel rankink ATP è Fabio Fognini, al 13mo posto. Al numero 20 c’è Marco Cecchinato.

Marco Cecchinato e Camila Giorgi ci sono.

Il siciliano ha battuto il sudcoreano Hyeon Chung  al Masters 1000 di Shanghai in tre set dopo aver faticato non poco. Il siciliano infatti dopo due ore e 35 minuti è riuscito a battere il coreano numero 26 Atp per 4-6 7-6(5) 7-6(5).

Con questa vittoria l’azzurro raggiunge gli ottavi di finale del torneo dove incontrerà il serbo Novak Djokovic, numero 3 del mondo e secondo favorito del seeding.
Sarà un match difficilissimo per il 21enne palermitano che ha già incontrato l’ex numero 1 al mondo ai quarti di finale del Roland Garros di Parigi, in cui Cecchinato ha ottenuto una storica vittoria in quattro set.

Da allora, però, il serbo ha voltato pagina e ha ottenuto successi importanti come Wimbledon, Masters 1000 di Cincinnati e gli Us Open.

Dal punto di vista della classifica personale, l’italiano strizza l’occhio a Roger Federer. Grazie alla vittoria dello svizzero contro il russo Medvedev, il siciliano resta 19esimo nella classifica Atp, best ranking della carriera.
Posizione che Cecchinato dovrebbe conservare a meno di exploit clamorosi di Bautista-Agut, De Minaur o Jerry, ancora dentro il torneo.

Bene anche Camila Giorgi che stasera sfiderà la svizzera Jil Teichmann per gli ottavi di finale del torneo di Linz in Austria. L’azzurra ha superato la francese Pauline Parmentier in due set: 6-3, 7-6(4) nel giro di un’ora e 26 minuti.

Ora la sfida contro la svizzera (numero 158 del ranking) è comunque alla portata della marchigiana per poi continuare il suo percorso al torneo austriaco.

Tennis

Tennis: Coppa Davis, Fed Cup e le news più importanti sull’Atp e la Wta che riguardano i colori azzurri.