News

Mondiali 2018: la Zenit Arena potrebbe essere esclusa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

La Zenit Arena di San Pietroburgo – dove si dovrebbero giocare alcune partite dei Mondiali di calcio del 2018 – vibra troppo e la Fifa ha chiesto di risolvere il problema al più presto: lo riporta l’agenzia Fontanka, citata da diversi media russi.

Lunedì scorso alcuni dirigenti della Fifa hanno visitato lo stadio in costruzione e, arrivati sul terreno di gioco, ne hanno testato la qualità: a quel punto si sono accorti delle vibrazioni eccessive e ritenute “non accettabili” per partite fra professionisti.

Le vibrazioni sarebbero dovute al fatto che il campo è “vuoto” sotto, perché rimuovibile attraverso un sistema di binari. I giornali locali non escludono quindi che vi si debba rinunciare per le partite dei Mondiali e della Confederations Cup 2017, allestendone uno tradizionale.

zenit-arena-cantiere-1021x580

Nelle scorse settimane La Fifa aveva assicurato di aver ricevuto garanzie da parte delle autorità russe per quanto riguarda la consegna dello stadio Krestovsky di San Pietroburgo, designato ad ospitare una semifinale del Mondiale di Russia 2018.

La costruzione dell’impianto da 68mila posti si era arrestata a metà luglio a causa di un conflitto legale tra una impresa edile e le autorità locali, ma è ripresa grazie all’intervento del colosso Metrostoi.
Iniziata nel 2007, la costruzione dello stadio Krestovsky era stata prevista in 4 anni per un costo di 6,9 miliardi di rubli.

I lavori però sono ancora in corso ed i costi sono lievitati addirittura a 39,2 miliardi di rubli (oltre 545 milioni di euro), anche a causa del deprezzamento della moneta russa.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.