Author

Redazione mondiali.it

Browsing

Molte slot machine consentono di ottenere non solo una vincita standard, ma anche un jackpot. Se è di tipo cumulativo e gli utenti del sito non sono stati in grado di ottenere le combinazioni più uniche per molto tempo, allora l’importo può essere significativo. Ci sono fortunati che sono riusciti a “fare centro” e a ottenere i casino jackpots. Come sono riusciti a farlo e quali importi sono ora impressi nei loro conti bancari: tutto questo è riportato di seguito.

Il belga è riuscito a ottenere quasi 20 milioni di euro nei casinò online

A metà del 2021, su molti media è apparsa la notizia di una delle più grandi vincite del casinò. Il belga, scegliendo una slot machine di tipo progressivo, riuscì a centrare il jackpot. Gli sono bastati pochi giri del tamburo. E ha speso solo 15 euro per tutti i suoi dorsi.

Il numero di vincite, tasse escluse, ammonta a 19,4 milioni di euro. Tra tutti i casino jackpots online, questa è una cifra record. Il fortunato giocatore, commentando il lieto evento, ha dichiarato in un’intervista che per molto tempo non ha potuto credere a ciò che era accaduto e che la sensazione di improbabilità dell’evento lo perseguita ancora.

Un giocatore del Regno Unito è riuscito a ottenere 17,5 milioni di euro scegliendo una nuova slot

Nell’aprile 2021, un utente del Regno Unito è riuscito a ricevere un profitto finanziario di 17,5 milioni di euro. Allo stesso tempo, come lui stesso ha ammesso, ha speso solo 1 dollaro per la rotazione. Il britannico ha giocato su una slot relativamente nuova: è stata creata e messa sul sito solo nel settembre 2020. Questo è stato il primo jackpot per la slot.

La slot progressiva ha portato più di 8 milioni di euro

A metà del 2021, uno dei giocatori dei locali di intrattenimento è riuscito a ottenere 8,1 milioni di euro scegliendo una slot progressiva. Nella classifica generale dei casino jackpots, la sua vittoria è entrata nella top 3 in termini di profitto finanziario ricevuto.

Il fortunato utente ammette di aver scommesso su importi minimi, scegliendo il casinò non come luogo in cui migliorare la propria condizione finanziaria, ma per lo più solo per divertimento. Il giocatore ha notato che questa somma cambierà la sua vita, che non sarà più la stessa di prima.

L’europeo è riuscito a ottenere il suo jackpot utilizzando uno smartphone

Ora, i campi da gioco non funzionano peggio nella versione mobile che in quella desktop. E le regole per ricevere i casino jackpots non cambiano affatto a seconda di ciò che l’utente ha scelto per accedere al sito: uno smartphone o un computer. Lo ha dimostrato un fortunato europeo, che è riuscito ad aggiudicarsi un jackpot di 3,7 milioni di euro. Allo stesso tempo, inizialmente il giocatore ha ricaricato il suo deposito di 27 euro e poi, dopo aver lanciato una slot machine su uno smartphone e aver ricevuto un bonus del 50% per il raddoppio, ha effettuato una puntata di soli 5 dollari. Ed è stata proprio questa puntata sull’importo minimo a permettergli di vincere.

Un giocatore fortunato ha dimostrato che è possibile ottenere una grande somma solo per un giro di rulli della slot.

Nell’ultima riga della classifica dei casino jackpots si trova una vincita di 2,8 milioni di euro. Il successo è arrivato all’utente che non cercava di ottenere un profitto finanziario così grande, ma era andato sul sito solo per divertirsi dopo il lavoro. Tuttavia, il destino ha decretato il contrario. In un solo giro è riuscito a ottenere 2,8 milioni di dollari.

Questo evento è diventato piuttosto significativo. Il parco giochi dove è stato vinto il jackpot, insieme a famosi registi, ha persino girato un documentario tematico, intitolato “The Making of Crazy Time”. Il filmato racconta la “vita quotidiana” del casinò. Così, sullo schermo, si possono osservare i giocatori che ruotano a turno la ruota della fortuna in tempo reale. Il vincitore è riuscito ad aumentare la sua puntata di 5 mila volte.

Naturalmente, è possibile esaminare le statistiche e assicurarsi che i casino jackpots siano una realtà. Tuttavia, per la maggior parte dei giocatori, scegliere una slot, giocare alla roulette o al poker è soprattutto intrattenimento. E, come si può vedere dagli esempi precedenti, tutti possono vincere, indipendentemente dagli obiettivi che perseguono: ottenere un profitto o semplicemente passare il tempo o godersi il processo stesso.

 

 

Gli sviluppatori si sono costantemente impegnati per garantire che le aree di gioco su Internet diventassero più realistiche. E la soluzione ottimale è stata trovata. Nel casinò dal vivo non ci sono code ai tavoli e nulla distrae. Una piattaforma di questo tipo colma il divario tra la disponibilità dei casinò tradizionali e la comodità di giocare da casa. Ecco il know-how per diventare un giocatore in una comunità in crescita di casinò dal vivo.

Esplorare il concetto di giochi da casinò

Un casinò dal vivo è un nuovo modo di giocare ai tradizionali giochi da tavolo online. Combina il gioco d’azzardo tradizionale con il gioco d’azzardo online, offrendo un’esperienza di casinò reale attraverso un computer o uno smartphone/tablet (la presenza di una connessione internet stabile è quasi un requisito fondamentale).

Invece di giocare contro il software, i visitatori del casinò incontrano veri croupier in veri giri di tavolo trasmessi in diretta da uno studio specializzato o, in alcuni casi, da un vero casinò. Il gioco è ripreso da telecamere sofisticate che spesso effettuano alcuni scatti e immergono tutti coloro che si trovano dall’altra parte dello schermo mentre tutto viene trasmesso in tempo reale.

Come in un casinò reale, il giocatore può vedere e sentire il croupier che mescola le carte, le distribuisce, fa girare la ruota della roulette e controlla l’intero gioco in un casinò dal vivo. Ciò è possibile grazie a un sistema di comunicazione audio e video ben implementato e non richiede la presenza fisica in loco per partecipare al gioco.

I bonus attirano nuovi clienti e fanno rimanere gli utenti abituali.

I fornitori hanno iniziato a promuovere nuove idee per lo sviluppo dell’industria del gioco d’azzardo online. I casinò dal vivo con croupier sono diventati un’innovazione. Questo tipo di intrattenimento con denaro reale è diventato popolare. Le ultime innovazioni nel casinò dal vivo sorprendono con la grafica e l’animazione in 3D.

Tuttavia, anche le offerte vantaggiose sono molto importanti. Ogni casinò dal vivo si sforza di offrire i bonus più interessanti. Ad esempio, i principianti ricevono bonus di benvenuto, coloro che ricaricano un conto personale – bonus sul deposito. Inoltre, c’è sempre l’opportunità di partecipare a una serie di tornei e di ottenere un profitto.

I giochi più popolari

In qualsiasi tipo di intrattenimento, ci sono giochi più popolari e altri meno. La popolarità deriva da vittorie o giocate importanti. Gli ISP cercano sempre di accontentare gli odierni cercatori di fortuna su Internet. Attualmente, non tutti i fornitori lavorano allo sviluppo di software con persone reali. Tuttavia, ci sono aziende che si occupano di casinò dal vivo solo con croupier reali.

Queste aziende danno la priorità alle viste da tavola e alle schede. Si stanno sviluppando anche nuove specie che non sono state create in precedenza. Ad esempio, il blackjack è forse il gioco di carte più famoso di tutti i tempi. Regole semplici e chiare, totali veloci delle puntate e un grande potenziale di profitti rapidi. I vantaggi sopra elencati attirano l’attenzione non solo dei moderni giocatori online, ma anche delle grandi balene che possono svaligiare un intero istituto in una sola sera.

L’attrattiva del processo di gioco in un casinò dal vivo è completata dalla partecipazione di una persona reale. Giocare con un croupier dal vivo è molto semplice: l’utente deve solo aprire la sezione appropriata e selezionare la sala desiderata. Il partecipante può comunicare con il croupier e con gli altri giocatori al tavolo.

Inoltre, immancabilmente popolare e la roulette dal vivo – le regole più semplici e una palla che gira sul tamburo, un suono unico di una caduta vincente. La moderna sala per la roulette dal vivo ha diversi angoli di visuale, quindi è più facile per il giocatore assicurarsi dell’onestà e della sicurezza del gioco. Un casinò con roulette dal vivo è composto anche da diverse sale, a seconda dell’entità delle puntate. Il giocatore di un casinò dal vivo può cambiare numero e continuare con un’altra compagnia.

 

Lo sport e i giochi in generale, continuano a svilupparsi e a sostituire le nostre forme standard di intrattenimento, come la TV e la radio, e per una buona causa!

Come tutti ben sappiamo, i videogiochi sono stati visti come una forma di intrattenimento per il pubblico giovanile a partire dagli anni ’80, quando sono apparse le macchine arcade, fino agli anni ’90, quando sono stati introdotti i PC e le console, ma prima che apparisse internet e siti di intrattenimento come casinofiables.com.

All’inizio, l’industria dei videogiochi non ha ricevuto molta attenzione, soprattutto da parte dei rivenditori di marchi e degli operatori di marketing, che non ne vedevano alcun beneficio, a differenza di ciò che oggi rappresentano anche siti come GrandMondial. Tuttavia, i tempi stanno cambiando, così come la percezione del mercato.

I videogame sono un nuovo media?

I videogiochi sono diventati un settore di punta grazie alla nuova forza trainante che sta dominando il mondo moderno: la digitalizzazione.

Ovunque andiamo, possiamo vedere i risultati del processo di digitalizzazione, come l’assistente vocale Alexa o le smart TV che trasmettono spettacoli ed eventi di esports.

Parlando di sport, anche questo è il risultato di un lungo processo chiamato digitalizzazione. Alcuni potrebbero definire gli eventi di esports una perdita di tempo: come si fa a guardare qualcuno che gioca ai videogiochi quando puoi farlo anche tu? Inutile dire che questa argomentazione proviene da chi guarda il calcio in TV.

Lo streaming dal vivo svolge un ruolo importante nello sviluppo degli esports nel palcoscenico mondiale della nostra cultura. Giocando al videogioco che amiamo e condividendolo con persone che la pensano allo stesso modo, i giocatori sono diventati essi stessi produttori di contenuti, trasformandoli in media! La creazione di contenuti di gioco come tipo di intrattenimento per la comunità dei giocatori e per un pubblico più ampio si è evoluta dal consumo massiccio di videogiochi.

Le piattaforme di live-streaming

Pensate a questo aspetto: Twitch, la piattaforma di live-streaming per videogiocatori di proprietà di Amazon, ha registrato 2-2,5 milioni di spettatori che guardano i videogiocatori in qualsiasi momento. Solo nel secondo trimestre del 2022 gli spettatori sono stati 3 milioni. Non c’è nessun altro titolo sportivo che possa vantare un simile record di spettatori 24 ore al giorno.

Grazie a Twitch e YouTube, stiamo assistendo alla produzione di un’enorme quantità di contenuti videoludici ogni singolo giorno, che spingono la popolarità di questi giochi e fanno di questo settore un grande protagonista del business dei media.

Con l’evoluzione dell’economia dei media, gli esports hanno preso il loro posto nel mondo dei videogiochi di tendenza. Poiché i giochi stanno diventando sempre più competitivi, sono state organizzate squadre di giocatori professionisti che si sono ritrovate a partecipare a tornei e campionati, vincendo premi per la loro passione per il gioco. Il live-streaming è arrivato alla ribalta, mostrando le partite delle loro squadre preferite a tutto il mondo che può fare il tifo per loro.

Crossover dei videogiochi con altre industrie

Il mondo dei videogiochi ha cambiato talmente tanto l’intrattenimento da incrociarsi con altre industrie che hanno prosperato nel corso dei decenni. Prendiamo ad esempio la musica. Gli artisti rap e hip-hop hanno spesso un pubblico simile a quello dei videogiochi e degli sport. Post Malone, un famoso cantante rap, partecipa ai live stream di gioco di influencer popolari. Anche nella sua ultima intervista ha rivelato di giocare ad Apex Legends e di acquistare costose skin per i personaggi che interpreta. A volte ospita le proprie dirette streaming, ma bisogna tenerlo d’occhio perché lo fa piuttosto raramente.

Anche molti atleti professionisti americani sono appassionati di videogiochi! Mentre le persone di entrambi i settori si divertono con i videogiochi, le organizzazioni non si lasciano sfuggire l’opportunità di salire sul treno dell’hype e farsi notare.

I proprietari delle principali leghe sportive, come i New York Mets, i Philadelphia Flyers e i Los Angeles Rams, tendono a investire nelle leghe di giochi esports, spingendosi addirittura a crearne una propria da zero.

E lo sport?

Per quanto riguarda i media sportivi, prendiamo ad esempio Complex Media che ha lanciato un programma di gioco con DJ che giocavano contro musicisti e atleti e parlavano della storia della musica. Con il tempo ha perso popolarità e non esiste più.

Avete mai seguito un talk show? Se lo avete fatto, allora potreste conoscere Ellen DeGeneres, che conduce, come avete indovinato, il “The Ellen DeGeneres Show”. Ellen DeGeneres ha invitato il più grande streamer di Twitch per un’intervista e gli ha chiesto di insegnarle a giocare al gioco più popolare del momento, Fortnite.

Mentre sempre più industrie sfruttano le opportunità offerte dal gioco, aspetti fondamentali della nostra vita non rimangono in disparte, come l’istruzione!

I college americani, famosi per le loro squadre sportive come il football, il basket e così via, stanno ora creando leghe di esports e competono con altri college per il titolo di migliori giocatori dello stato, per non parlare dell’America.

Anche Hollywood, come un avido produttore cinematografico, è a caccia del pubblico più giovane per rivolgere l’attenzione ai propri film e accaparrarsi i soldi dei giocatori. Titoli come Mortal Kombat, Resident Evil, Hitman, Uncharted, ecc. sono creazioni realizzate con l’obiettivo di ottenere una maggiore popolarità da parte dei giocatori, ma la maggior parte di essi ha ricevuto recensioni negative in quanto hanno una scarsa affidabilità rispetto ai franchise di giochi che i giocatori amano.

Conclusioni

È davvero difficile trasportare l’esperienza di gioco in quella cinematografica, accontentando tutti i giocatori che hanno giocato a quei giochi. I film non possono semplicemente copiare la trama del gioco e chiudere la questione. Sarebbe una violazione della proprietà intellettuale dello sviluppatore e del produttore del gioco. Quindi devono improvvisare e creare la propria trama, rifare i personaggi e sviluppare una storia diversa. Naturalmente, questi film si ispirano agli effetti visivi e alle storie narrative che i videogiochi offrono al loro pubblico. Trasmettere la stessa esperienza che i giocatori hanno vissuto con i loro titoli preferiti è un compito arduo per ogni produttore cinematografico del mondo.

Non manca molto ormai alla partenza dei Mondiali 2022, che prenderanno il via il 20 novembre con la sfida fra la nazionale ospitante, il Qatar, e l’Ecuador. Si tratterà di una Coppa del Mondo decisamente inusuale perché si disputa in mezzo alla stagione e obbliga l’interruzione dei campionati, il che lascia spazio a moltissime incognite sullo sviluppo della competizione e su chi potrà avere la meglio.

Le quote Mondiali 2022 disponibili su Wincomparator ci aiutano a capire chi sono le favorite per la vittoria del torneo, ma andiamo ad analizzare l’esordio di ognuna di loro. Partiamo dall’Inghilterra. La selezione dei Tre Leoni arriva da vicecampione d’Europa e sicuramente sarà tra le protagoniste della rassegna iridata. Gli uomini di Southgate sono nel Girone B, decisamente alla loro portata, e faranno il loro esordio contro l’Iran. Gli inglesi non hanno mai affrontato questo avversario in passato, che però non dà l’idea di poter creare problemi. I trascinatori saranno gli stessi dell’Europeo giocato in casa, da Harry Kane a Raheem Sterling.

Parte con qualche incognita a livello di uomini l’Argentina, che deve far fronte a diversi infortuni, l’ultimo quello di Lo Celso. L’Albiceleste rimane una delle favoritissime, con Leo Messi che al suo ultimo Mondiale vorrà certamente lasciare il segno. Il ct Scaloni sta attendendo per stilare la lista dei convocati perché vuole capire se tutti sono al meglio per poter dare il loro apporto, e tra questi c’è anche lo juventino Angel Di Maria. L’Argentina comincia con un avversario abbordabile, l’Arabia Saudita, all’interno del gruppo C con Polonia e Messico.

Passiamo quindi alla Francia, altra super favorita per questo Mondiale in Qatar. I Blues arrivano da campioni in carica e hanno a disposizione un Kylian Mbappé ancora più maturo e inarrestabile. L’intera rosa del ct Deschamps sembra una spanna sopra tutte le altre ed è d’obbligo pensare che possa arrivare in fondo. La Francia è inserita nel girone D con Danimarca, Tunisia e Australia e farà l’esordio proprio contro quest’ultima, avversario contro cui non ha mai perso.

La favorita per eccellenza secondo i bookmaker è però il Brasile di Tite. Il commissario tecnico della Seleçao ha già fatto le sue scelte e si è affidato alla qualità del solito Neymar e di Vinicius Jr. In difesa invece c’è il blocco Juve con Bremer, Danilo e Alex Sandro, anche se i titolarissimi al centro del reparto arretrato saranno Marquinhos e Thiago Silva. Il girone dei verdeoro non è affatto semplice ed è molto simile a quello che era capitato loro nel 2018 in Russia: l’esordio è contro la temibile Serbia di Vlahovic e Milinkovic-Savic, e ci saranno anche Camerun e Svizzera.

Neanche il raggruppamento della Spagna è dei più semplici. La selezione di Luis Enrique inizia contro la Costa Rica, che spesso si è rivelata una sorpresa in questa manifestazione. Due vittorie nei tre precedenti da parte della Roja contro questo avversario. Inoltre c’è da considerare la Germania, che renderà la vita molto dura alle Furie Rosse nella corsa al primo posto del girone. La quarta squadra invece è il Giappone.

Se da una parte Inghilterra, Argentina e Francia potranno cominciare il loro Mondiale con un po’ più di tranquillità, Brasile, Spagna e Germania sono chiamate a grandi prestazioni già dall’inizio per dimostrare al mondo intero se sarà una di loro la squadra da battere. Il torneo organizzato dalla FIFA è ormai alle porte e presto scopriremo presto chi sarà il prossimo campione del mondo!

 

I Mondiali di Qatar 2022 sono ormai alle porte e gli appassionati di calcio si stanno preparando giorno dopo giorno per vivere al meglio le emozioni della competizione calcistica più importante. C’è chi già si sta dedicando a pianificare le giornate di lavoro in base agli orari delle partite più interessanti e chi invece sceglie di ripercorrere, sin dalle settimane precedenti la gara d’apertura, la storia del torneo attraverso filmati e documentari: insomma, ce n’è per tutti i gusti ma tra le attività più interessanti da fare in questo frangente, è impossibile non citare i videogame, magari quelli vintage da ripescare nell’immenso archivio web.

 

Videogiochi vintage, come giocarci online

Prima di addentrarsi nei titoli calcistici più interessanti degli scorsi decenni, è interessante fermarsi a osservare il fenomeno del “retrogaming”, ossia la ritrovata passione dei gamer per i videogiochi del passato. Particolarmente in voga tra gli over 30, che hanno vissuto l’epoca dei primi PC e delle prime console di gioco, il retrogaming ha riportato in auge titoli quasi dimenticati rendendoli nuovamente disponibili attraverso software di emulazione e siti web specializzati.

In questo grande contenitore rientrano videogame di vario genere, che spaziano dai classici platform game come Super Mario fino ai giochi da tavolo stile Monopoly, senza dimenticare però i passatempi tipici delle sale casinò, che hanno dato vita a un vero e proprio genere a se stante in grado di generare fatturati anno dopo anno sempre più alti.

Pur sfruttando le più moderne tecnologie, queste piattaforme permettono oggi agli appassionati di accedere ad alcuni degli svaghi più amati di tutti i tempi, come per esempio le slot machine, con opzioni sia gratis che a pagamento che possono essere utilizzate sia da postazioni desktop che da mobile e con la sicurezza di essere coperti dai più elevati standard di protezione dei dati.

Accanto ai generi citati, non potevano ovviamente mancare i videogiochi sportivi e, in particolare, quelli di calcio, che da sempre rappresentano una delle categorie più amate in assoluto. Ecco dunque quelli da recuperare assolutamente per entrare nell’atmosfera mondiale con un occhio anche al passato.

 

FIFA: Road to World Cup 98

 FIFA: Road to World Cup 98 è forse il videogioco per eccellenza quando si parla di mondiali di calcio: quinto capitolo della serie prodotta da Electronic Arts, il gioco si basa infatti prevalentemente sulla competizione che proprio in quell’anno si sarebbe svolta in Francia, con protagonisti incredibili campioni come Ronaldo, Zinedine Zidane e Paolo Maldini.

Su FIFA ’98 è possibile guidare una nazionale a scelta partendo dai gironi di qualificazione fino ad arrivare per l’appunto ai campionati mondiali, ma anche optare per uno dei 189 club partecipanti agli undici campionati nazionali disponibili. Epico in quanto a giocabilità (si tratta del secondo gioco 3D realizzato per console a 32 bit), ma anche per la colonna sonora (chi non ricorda Song 2 dei Blur in apertura?), questo è certamente il primo titolo da prendere in considerazione per fare un tuffo alle porte degli anni 2000.

 

Sensible Soccer

Altra serie di videogame calcistici che ha fatto la storia soprattutto negli anni ’90, Sensible Soccer è uno dei brand più iconici dell’epoca. Caratterizzato da una visuale del campo di gioco dall’alto e da numerose opzioni di personalizzazione di club e nazionali, Sensible Soccer è stato anche uno dei primi titoli a introdurre la possibilità di effettuare operazioni di calciomercato nella modalità Carriera.

La possibilità di rigiocarci a distanza di oltre 25 anni, magari organizzando una coppa del mondo con i grandi campioni dell’epoca, non è affatto da sottovalutare!

 

Championship Manager ’97/’98

Se si parla di retrogaming a sfondo calcistico, impossibile non chiudere questo articolo con Championship Manager ’97/’98, il gioco che ha portato un’intera generazione di giovani a soffrire ed esultare come veri allenatori in panchina. Trattandosi di un videogioco di tipo manageriale, Championship Manager – sia in questa versione che nelle successive – si basa soprattutto sulle competizioni per club ma non esclude la possibilità di essere chiamati per allenare una nazionale.

Per chi ama il calcio dentro e fuori dal campo, l’opzione più completa in assoluto per vivere le emozioni più genuine di questo sport ripescando, al contempo, i fuoriclasse più famosi come Totti e Cannavaro quando ancora erano dei ragazzini agli esordi in serie A.

Con l’arrivo dell’autunno, è tornata la stagione della Lotteria Italia, che è partita ufficialmente il 19 settembre 2022 e si concluderà come da tradizione il giorno dell’Epifania, dunque il 6 gennaio 2023. Quest’anno, sui biglietti il tema è “Disabilità e sport” e lo si percepisce perfettamente ammirando le bellissime grafiche. ADM, che già lo scorso anno aveva lanciato un’iniziativa rivolta agli Enti del Terzo Settore con l’obiettivo di promuovere l’inclusione delle persone con disabilità, ha deciso di rinnovare l’invito anche per questa edizione. È stato dunque scelto questo tema per la Lotteria Italia 2022, puntando su un altro dei capisaldi del nostro Paese: lo sport.

Lotteria Italia 2022: le nuove grafiche dei biglietti

Anche quest’anno, per le grafiche presenti sui biglietti della Lotteria Italia, ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) ha lanciato la seconda edizione di “Disegniamo la fortuna con ADM”. L’obiettivo è stato ancora una volta quello di coinvolgere gli enti del Terzo Settore, per favorire l’integrazione sociale ed il benessere delle persone con disabilità. In più, quest’anno si è scelto come abbiamo detto il tema “Disabilità e sport” proprio per sottolineare e promuovere l’inclusione delle persone con disabilità nel mondo sportivo.

Per quanto riguarda le grafiche, l’iniziativa di ADM si è confermata uguale a quella dello scorso anno. Queste sono state scelte tra i bozzetti arrivati e provenienti da artisti amatoriali. Sono stati proclamati 12 vincitori ex aequo, che hanno avuto l’onore di vedere le proprie grafiche comparire sui biglietti della Lotteria Italia 2022.

Un atleta Special Olympics tra i vincitori di “Disegniamo la fortuna con ADM”

Per quanto riguarda il concorso “Disegniamo la fortuna con ADM”, uno dei vincitori 2022 è un atleta Special Olympics. Ebbene, quello che era accaduto lo scorso anno con il disegno di Elena Parisi si è ripetuto anche in questa edizione perché Boris Menna, atleta Special Olympics dotato di grandi abilità artistiche, è riuscito a figurare tra i 12 vincitori. La sua opera d’arte è stata stampata su alcuni dei biglietti della Lotteria Italia 2022 e si tratta naturalmente di una grande soddisfazione, non solo per l’atleta ma per tutta l’associazione sportiva.

L’opera di Boris è stata realizzata in acrilico su tela e rappresenta la forza dello sport, la sua capacità di legare persone diverse, di creare ponti e forti amicizie. Lo sport viene illustrato, in questo disegno di Boris Menna, come la soluzione ai mali del mondo: il mezzo attraverso il quale trasmettere una cultura dell’accoglienza, della diversità e della pace. Non si tratta in sostanza di un semplice disegno: l’opera di Boris è un vero e proprio concentrato di simboli e di significati profondi.

Lotteria Italia 2022: dove acquistare i biglietti

I biglietti della Lotteria Italia 2022, con le opere d’arte dei 12 vincitori selezionati tra cui figura appunto anche Boris Menna, si possono acquistare come sempre presso qualsiasi ricevitoria autorizzata. Sono disponibili però anche online, in versione digitale, sul sito dei rivenditori autorizzati e anche in questo caso è possibile ammirare le meravigliose grafiche dell’edizione 2022.

 

L’Italia sarà la grande assente, mentre la Francia campione in carica difenderà il titolo di Russia 2018 nella prima edizione invernale della storia dei Mondiali. Un avvicinamento accompagnato dalle polemiche sulle condizioni lavorative nei cantieri per la costruzione dei nuovi stadi (saranno 8 quelli dedicati a Qatar 2022) e dalla cocente delusione azzurra, per l’eliminazione a sorpresa nello scontro diretto contro la Macedonia, per la seconda edizione consecutiva.

Saranno 32 le squadre a contendersi il titolo (per l’ultima volta), con i Galletti a essere i principali favoriti per il bis mondiale secondo i pronostici Mondiali di calcio di Sportytrader. Molto probabilmente sarà l’ultimo appuntamento di Deschamps (in carica dal 2012), prima di cedere il testimone a Zidane in panchina. I Bleus dovranno fare a meno di Kanté, infortunato, ma contano di recuperare Pogba, che proprio in queste settimane tornerà ad allenarsi in gruppo con la Juventus, dopo l’operazione al menisco.

In Francia tiene sempre banco il caso Mbappé (28 reti in 59 match giocati), deciso ad abbandonare il Psg già a gennaio, dopo le promesse non mantenute a fine estate da Al-Khelaifi in sede di rinnovo. Attaccante parigino a parte, a livello di qualità e profondità la rosa francese è in assoluto tra le migliori, in un gruppo assolutamente alla portata, con Danimarca, Tunisia e Australia. Deschamps potrà contare anche sul neo Pallone d’Oro Karim Benzema: il bomber che ha risolto l’ultimo “clasico” con il Barcellona è prontissimo al debutto in Qatar il prossimo 22 novembre contro l’Australia.

Mbappé lascia il rigore a Messi

In Sud America, invece, sono convinti che potrà essere il Mondiale di Brasile o Argentina, due big che puntano in alto. I verdeoro guidati da Tite (in panchina dal 2016) hanno vinto il girone di qualificazione sudamericano e si giocheranno il primo posto del gruppo con la Serbia, gara d’esordio del 24 novembre, ma occhio anche a Svizzera e Camerun. Il Brasile è la squadra più titolata al mondo (unica pentacampione, ma l’ultimo titolo risale a 20 anni fa, nel 2002) e con più storia e tradizione, oltre che una rosa di livello assoluto. La stella sarà Neymar, fuori dalla short list dei 30 nomi per il Pallone d’Oro, ma imprescindibile per Tite con ben 74 reti in 120 partite in nazionale. Il firmamento verdeoro è composto anche da Gabriel Jesus, Alisson, Casemiro e Thiago Silva, mentre Richarlison è in forte dubbio per infortunio.

Mondiale

Non sarà l’ultimo Mondiale per Neymar, a differenza di Messi, deciso a lasciare il segno in Qatar con la sua nazionale argentina. La Coppa del Mondo è l’unico titolo che manca alla straordinaria carriera di Leo (90 reti in 164 partite), appena due i Mondiali vinti dall’Albiceleste nella sua storia. Scaloni se la vedrà con Polonia, Messico ed Arabia Saudita, il debutto è previsto contro l’Arabia Saudita il prossimo 22 novembre.

Se torniamo in Europa, mai sottovalutare la Spagna in competizioni internazionali, anche se in questo momento non sembra l’Armata Invincibile di qualche anno fa. Un solo titolo mondiale nella storia della Roja, mentre l’anno scorso è stata eliminata in semifinale agli Europei per mano dell’Italia. Luis Enrique dovrà trovare la giusta sintonia tra i giovani Pedri e Gavi e l’esperienza di Carvajal e Busquets. L’Inghilterra invece ha sfiorato l’ultimo Europeo in finale proprio contro l’Italia, e si candida tra le outsider per Qatar 2022, in seconda fila. Sarebbe lo storico bis del successo (l’unico nella storia inglese) del 1966: toccherà a Kane trascinare il gruppo verso la finale, ma l’Inghilterra ha giovani talenti che possono trascinarla fino alla finale, come Foden, Grealish e Bellingham. Riusciranno a sopportare il peso di un evento tanto importante?

L’Udinese ha cominciato con il piede giusto la stagione 2022/2023 di Serie A regalando ai propri tifosi un’eccezionale serie di vittorie schiaccianti, fuori e dentro casa. La squadra, infatti, al momento ha raggiunto il terzo posto in classifica e ha la possibilità di lanciare il guanto di sfida alle squadre più valenti della serie A. Cos’altro possiamo aspettarci dall’Udinese di quest’anno?

Uno straordinario inizio

Non ci sono dubbi. Dopo un calciomercato estivo ricco di emozioni e colpi di scena, l’Udinese ha iniziato con il piede giusto la nuova stagione di Serie A. Dapprima la vittoria contro la Fiorentina, poi la fantastica goleada contro la Roma, sconfitta per 4 reti a 0, e ancora la conquista dei 3 punti durante il match contro il Sassuolo dello scorso 11 settembre.

La squadra sembra esser stata pervasa da un’insaziabile sete di vittoria, oltre che dalla fortunatissima chimica tra i giocatori che compongono la nuova squadra. La fantastica serie di vittorie ha colto di sorpresa persino i migliori bookmakers e i nuovi casino online, indice del fatto che l’exploit dell’Udinese sia stato straordinario e assolutamente imprevedibile.

Non a caso Andrea Sottil è stato nominato miglior allenatore del mese di settembre dalla Lega Serie A, il quale ha ricevuto un prestigioso premio per l’ottimo lavoro svolto e per i notevoli risultati raggiunti. Mentre ci godiamo la ventata dei successi dei bianconeri, tuttavia, ci chiediamo: quanto a lungo riuscirà l’Udinese a garantire gli ottimi risultati finora raggiunti?

L’obiettivo di tornare in Europa

Il dirigente sportivo dell’Udinese Giampaolo Pozzo parla chiaro: l’obiettivo dell’Udinese è quello di ritornare a giocare tra i grandi club europei. Era da tempo che l’imprenditore invocava un salto di qualità da parte della squadra, con il grande desiderio di vedere l’Udinese tornare nuovamente sul lato sinistro della classifica.

Ora che, effettivamente, i bianconeri sono terzi in classifica, ad un solo punto di distanza dalla capolista, è necessario alzare leggermente l’asticella. Per mantenere l’alta posizione in classifica, occorre che i giocatori non perdano la forza d’animo manifestata fino ad adesso e continuino ad avere ben nitida la visione verso gli obiettivi che devono essere raggiunti.

Udinese in Champions League?

Le premesse ci sono tutte, ma il campionato è appena iniziato. In questa fase di stagione l’Udinese ha fatto valere la bravura dei propri giocatori e la capacità di gestire il gioco, sia in attacco che in difesa. Tuttavia, essere circondata dalle big del campionato richiede che la guardia non venga mai abbassata, mantenendo alta la concentrazione e il morale del team.
Siamo certi che questa stagione di Serie A, ad ogni modo, ci regalerà emozioni indescrivibili.

La Coppa del Mondo si avvicina e sebbene l’Italia non ci sia, tutti gli appassionati di calcio sono attratti dalla competizione, che richiama le migliori nazionali di tutto il mondo. Quest’anno i mondiali saranno in Qatar e per via del caldo per la prima volta vedranno il via in autunno anziché in estate. Più precisamente, avranno luogo in Qatar dal 20 novembre al 18 dicembre 2022.

Quali giocatori giocheranno? Cosa succederà nei vari gironi? Quali saranno le squadre che si affronteranno come teste di serie? Chi vincerà? Chi non riesce a resistere alla voglia di Mondiale, può sempre smorzare l’attesa con i videogame di calcio dedicati alle nazionali.

FIFA 2023

Il videogioco di calcio più atteso è sempre FIFA, c’è poco da fare. Ogni anno, milioni di appassionati di tutto il mondo aspettano l’uscita del nuovo FIFA. Ebbene, FIFA 2023, oltre alle competizioni dei club di serie A e di serie B, presenterà il mondiale 2022 e i mondiali femminili del 2023. Proprio per questo, è già stato preannunciato da EA Sports come “il FIFA più grande ed espansivo di sempre”.

eFootball

C’erano una volta Winning Eleven e Pro Evolution Soccer (PES). Quest’anno, invece, la squadra cambia ancora nome e diventa eFootball. Il gioco è interamente realizzato dalla Unreal Engine e sarà totalmente gratuito. Non è ancora certo se comprenderà il mondiale 2022, ma si tratta di un vero e proprio evento, che interessa a centinaia di migliaia di appassionati.

Top Trumps World Football Stars

Chi l’ha detto che i mondiali di calcio debbano essere per forza una cosa seria? Un po’ di leggerezza ci vuole sempre. Ed è proprio all’insegna della leggerezza che Top Trumps World Football Stars si intromette tra i migliori videogiochi di calcio in attesa dei mondiali. Non si tratta infatti del solito videogame o app di calcio, bensì di una slot. Proprio così: una slot online.

Fa decisamente simpatia, perché le protagoniste del gioco sono 7 nazionali, formate da alcune stelle del calcio, prese un po’ a caso dai libri del tempo. Infatti, per l’Italia abbiamo Del Piero, Totti e Toni. Per la Germania, invece, abbiamo addirittura Ballack in compagnia di Lothar Matthäus e Jurgen Klinsmann. Questi ultimi due sono stati i protagonisti della squadra tedesca dell’inizio degli anni ‘90.

Tutto qui? No. Per il Brasile ci sono Ronaldinho, Ronaldo e Kakà, mentre per l’Argentina Messi, Crespo e Riquelme. Chi avranno messo per la Spagna? Non ci crederete mai.

Football Roulette

Gli sviluppatori dei giochi probabilmente si divertono tanto quanto i giocatori. Forse anche di più. Di sicuro si saranno divertiti in casa Playtech nell’ideare la Football Roulette, ovvero una roulette in cui il croupier conduce il gioco facendo allo stesso tempo sia la cronaca di ciò che avviene sul tavolo della roulette, sia presentando le azioni salienti di partite di calcio live.

C’è da immaginarsi che per il mondiale di calcio 2022 le football roulette saranno sintonizzate sulle partite in Qatar. Un argomento in più per chattare con i giocatori seduti virtualmente allo stesso tavolo.

Riguardo alla 22sima edizione del mondiale di calcio ce ne sono di cose da dire

Come oramai tutti gli appassionati di pallone sapranno, il 20 novembre avrà inizio Qatar 2022, la 22esima edizione del mondiale di calcio che si terrà per la prima volta durante il periodo invernale. Questo torneo, che si concluderà il 18 dicembre dopo 4 settimane di gare, rappresenta un unicum nella storia di uno degli sport più seguiti in assoluto, perché non era mai successo che un mondiale non venisse disputato in estate. E non era mai successo che a ospitarlo fosse un paese del Medio Oriente, il Qatar appunto. Come si intuisce da queste prime righe, le curiosità che riguardano la manifestazione più sentita del momento non mancano di certo. Oltre a quelle sopra accennate, va subito ricordato come Qatar 2022 sia l’ultima occasione per i tifosi per vedere in campo 32 Nazionali contemporaneamente: dal 2026, infatti, tutto cambierà perché il totale ammonterà a 48. Da italiani ci auguriamo che tra 4 anni tra le future partecipanti ci siano anche gli Azzurri che, dopo l’eliminazione ai play-off per mano della Svezia il 13 novembre 2017, tra pochi mesi saranno costretti ancora una volta a guardare gli altri giocare, avendo perso il playoff del 24 marzo contro la Macedonia del Nord.

Da Iran vs Stati Uniti 24 anni dopo alla seconda partecipazione del Canada

Tra le curiosità relative a Qatar 2022 c’è il fatto che dopo 24 anni dall’ultimo confronto, avvenuto ai tempi di Francia ’98, finalmente Iran e Stati Uniti si rincontreranno. Queste due Nazionali, sebbene non siano favorite per la vittoria finale, sono comunque due realtà interessanti; in particolare gli Stati Uniti dispongono di una rosa di discreta qualità, all’interno della quale militano “gli europei” Gianluca Busio, centrocampista del Venezia, e Giovanni Reyna, centrocampista del Borussia Dortmund. Il fatto poi che la formazione a stelle e strisce da tempo stia lavorando per fare del gruppo il suo punto di forza, ottimizzando, durante ogni allenamento, la concentrazione per migliorare sul campo da gioco le performance complessive di squadra – un qualcosa questo che per altro già avviene con successo in altre discipline – è un plus non da poco. Interessante è poi il fatto che Belgio e Croazia, entrambe iscritte nel Gruppo F, non si siano mai incontrate né durante un mondiale né durante un europeo. Una chicca: la Francia che giocherà nel suo girone contro la Danimarca non può che essere contenta per questo accoppiamento. Perché? Perché quando incontra nella prima fase la Nazionale oggi allenata da Kasper Hjulmand quasi sempre vince un torneo (2 europei, quelli del 1984 e del 2000, e 2 mondiali, quelli del 1998 e del 2018). L’unica eccezione è stata nel 2002. C’è poi una stranezza che ha a che fare con l’Arabia Saudita: la formazione in maglia verde, che se la vedrà con Argentina, Messico e Polonia, ancora una volta incontrerà 3 Nazionali contro cui non ha mai giocato prima durante un mondiale. È la 19a volta che succede. E dopo una stranezza, ecco un’altra curiosità che stavolta interessa l’Uruguay, che nel Gruppo H incontrerà le ultime 3 squadre che ha superato nel corso di precedenti turni a eliminazione diretta, ossia Portogallo, nel 2018, Corea del Sud e Ghana nel 2010. Infine c’è da sottolineare come per il Qatar sia la prima volta in assoluto in un mondiale, la seconda invece per il Canada, che nel lontano 1986 venne eliminato al primo turno. In quell’occasione uscì sconfitto contro l’Unione Sovietica, per 2 a 0, l’Ungheria, sempre per 2 a 0, e la Francia, per 1 a 0.

E per quanto riguarda invece le favorite Brasile, Francia e Inghilterra?

Non potevamo concludere l’articolo senza dire qualcosa di curioso che ha a che fare con le favorite per la vittoria finale. Per esempio sul Brasile 5 volte campione del mondo che attende da 20 anni di vincere il suo 6° titolo, oppure sulla Francia che nel 2018 ha conquistato il suo secondo mondiale dopo 20 anni di attesa. A quanto pare il 20 non è numero qualsiasi quando si disputa questo torneo. L’Inghilterra, invece, sfiderà per la prima volta in assoluto l’Iran, contro cui giocherà alla prima giornata, il giorno dopo l’inaugurazione del 20 novembre che vedrà di fronte Qatar ed Ecuador.