Calcio

Il grande ritorno di Frank Lampard allo Stamford Bridge

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Dopo che hai giocato 640 partite con quella maglia tra coppe e Premier League, tornare in quella che è stata casa tua per tredici anni certo non è semplice. Ed è ciò che ha provato Frank Lampard, attuale allenatore del Derby County (squadra di Championship, seconda divisione inglese), tornando come “ospite” allo stadio Stamford Bridge di Londra.

L’ex centrocampista del Chelsea, infatti, è tornato da tecnico avversario nel match di Coppa di Lega, vinto per 3-2 dai blues.

Per Lampard è stata un’accoglienza da brividi davanti a oltre 40mila dello stadio che lo ha omaggiato con cori e striscioni. In effetti l’ex capitano del Chelsea è stato una vera e propria bandiera, con cui ha vinto 3 Premier League, 4 FA Cup, 2 League Cup, 2 Community Shield, una Coppa Intertoto, una Europa League e una Champions League, oltre ad essere il miglior marcatore della storia del club con 211 reti in tutte le competizioni.

Nella conferenza stampa della vigilia del match il tecnico del Derby County ha parlato con parole al miele in riferimento alla sua ex squadra e a suoi ex tifosi.

Sarà un evento molto particolare per me. Sono emozionato in vista della partita, che mi darà modo di vedere 40mila amici tra gli spalti dello stadio. Credo che venir fuori dai tunnel sarà un qualcosa di veramente speciale

Il match è stato scoppiettante, soprattutto nel primo tempo. Il Chelsea è riuscito a passare per 3-2 grazie alla rete decisiva di Cesc Fabregas al 41esimo minuto di gioco. Partita difficile per gli uomini di Sarri contro una squadra organizzata, capace di battere il Manchester United di Mourinho.

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments are closed.