Calcio

Cristian Molinaro, il ritorno all’Olimpico Grande Torino da avversario

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Quattro stagioni con la maglia granata addosso non le ha certo dimenticate Cristian Molinaro, il laterale del Frosinone, passato in Ciociaria proprio durante la finestra di mercato estiva.

Stasera incontrerà per la prima volta la sua ex squadra e molti suoi ex compagni all’Olimpico Grande Torino. Sarà quindi una partita speciale per l’attuale capitano del Frosinone dopo le 101 partite giocate con la maglia del toro (81 in Serie A, 7 in Coppa Italia e 13 in Europa League).

Il 35enne laterale sinistro quest’estate è andato via dal capoluogo piemontese a contratto scaduto, senza rimpianti ma con tanto rispetto verso un club e una tifoseria che lo ha sempre sostenuto, nonostante un passato con la maglia della Juventus.Molinaro, nelle quattro stagioni in granata, è riuscito a essere un punto di riferimento della squadra. Spesso anche capitano, il laterale ha quasi sempre preso parte agli undici titolari.

A Frosinone la fascia di capitano gli è stata affidata sin da subito. La società laziale lo ha scelto come leader in campo e nello spogliatoio proprio grazie alla sua esperienza accumulata negli anni. A 35 primavere il terzino si è rimesso in gioco in una piccola realtà ben diversa da quella torinese. Una squadra che, inaspettatamente, è riuscita a salire in Serie A e che ha come obiettivo la permanenza.

Il mister Moreno Longo gli ha dato piena fiducia tanto da essere titolare in tutte le partite disputate finora, tranne che nella partita all’Olimpico contro la Roma. Nei piani del difensore c’è quello di fare bene questa stagione con la maglia giallazzurra per poi capire se continuare come calciatore o iniziare a pensare all’idea di diventare allenatore.

Con la maglia del Toro, Molinaro ha esordito nel 2014 con mister Ventura. Nel corso degli anni è stato tenuto in grande considerazione anche dai successivi allenatori, nonostante l’infortunio, al primo anno di Mihajlovic sulla panchina granata, ne ha compromesso la stagione.

Altro ex della serata sarà anche il tecnico Longo, prima da calciatore e poi da allenatore. In effetti il mister ha guidato dal 2009 al 2012 gli allievi nazionali e dal 2012 al 2016 la Primavera (con cui ha vinto Scudetto e Supercoppa nel 2015).

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments are closed.