Altri sport

L’Europa trionfa in Ryder Cup grazie a un super Chicco Molinari

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

È l’Europa a trionfare nella 42esima edizione della  Ryder cup di golf, con un super Chicco Molinari.

In effetti è stato proprio l’italiano l’assoluto protagonista di questa edizione in cui i golfisti del vecchio continenti hanno sconfitto i statunitensi.

Record per il nostro Chicco: il torinese ha vinto tutti e 5 gli incontri che ha disputato sul par 72 del Le Golf National di Saint-Quentin-en-Yvelines, a pochi chilometri dal centro di Parigi. È il primo atleta europeo ad aver realizzato questo strepitoso filotto di successi nella Ryder Cup.

Un’annata più che soddisfacente per il golfista azzurro, soprattutto per la vittoria dell’Open Championship e ora in pianta stabile tra i campioni più forti del pianeta.
Vittoria numero 14 per l’Europa, la quarta nelle ultime cinque edizioni.

La partecipazione alla Ryder Cup è stata una gran bella vetrina e lui è stato un degno protagonista. Dopo il record fatto segnare nei doppi con quattro incontri vinti su quattro giocati (in coppia con l’inglese Tommy Fleetwood), ha aggiunto il quinto nel singolo.

omaggiare il golfista piemontese, tutto il gruppo degli europei e i tifosi, i quali hanno pienamente riconosciuto la grande prestazione e hanno festeggiato la vittoria

A vittoria ottenuta, il nostro Chicco si è lasciato andare tra la folla dei tifosi presenti sul campo da golf. Un urlo liberatorio e il sorriso di chi sapeva di aver ottenuto un grande risultato

Il grande stato di forma l’ha messa a disposizione del team europeo e tra le sue migliori performance di questo torneo non bisogna dimenticare le sfide vinte contro Tiger Woods. L’americano è stato sconfitto per tre volte nei match doppi sotto i colpi di SuperChicco.

L’Europa torna a vincere in Ryder dopo il passo falso a Chaska nel 2016.

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments are closed.