Tag

finali

Browsing

Siamo quasi giunti alla conclusione di questo Mondiale di tiro con l’arco 2017 che per l’Italia non ha riservato grandi soddisfazioni.

Molte le eliminazioni già al primo turno, ma sono ancora più dure le sconfitte ad un passo dalla finale, come quella che è toccata ai due azzurri che ieri hanno gareggiato nella prova mixed team dell’arco olimpico e sono stati battuti proprio all’ultimo.

Parliamo di Mauro Nespoli e Tatiana Andreoli, che nonostante la buona performances iniziale con un netto vantaggio sugli avversari, assistono impotenti ad una rimonta eclatante da parte della coppia messicana che li batte per 5-3.

Con l’Italia fuori, assisteremo alla finalissima tra Germania e Corea del Sud che si contenderanno il gradino più alto del podio, mentre il terzo posto sarà deciso dalla sfida tra Gran Bretagna e Giappone.

Nella gara a squadre miste del compound, invece, la coppia formata da Sergio Pagni e Irene Franchini riesce a superare il turno ed arrivare in finale. Il primo ostacolo, rappresentato dalla Russia, viene arginato con facilità con un punteggio di 157-152. La coppia avversaria successiva, il Messico, viene sconfitta per 152-150. Infine, l’Italia si scontra in semifinale con la Germania ed il match si rivela molto più difficile dei precedenti.

Dopo una gara quasi pari dove i nostri azzurri si battono con determinazione, proprio al giro di boa i tedeschi scoccano le frecce decisive che gli regalano questi due punti in più per volare dritti in finale. Ad attendere la coppia italiana per giocarsi la medaglia di bronzo ci sarà l’Olanda, mentre i primi due posti saranno contesi tra la Germania e la Corea del Sud.

Oggi i riflettori sono puntati proprio nella coppia del mixed team del compound che vuole regalare un bronzo all’Italia, ma anche al trio che rappresenta il nostro paese nella prova a squadre: Sergio Pagni, Federico Pagnoni e Alberto Simonelli che si contendono la medaglia d’oro con gli Usa.

Programma Mondiali tiro con l’arco 21 ottobre

Nella penultima giornata dei mondiali di Città del Messico si assegnano, quindi, le prime medaglie.

Nella prova a squadre gli azzurri in gara sono Sergio Pagni, Federico Pagnoni, Alberto Simonelli.Nella prova mixed team l’Italia fa il tifo per Sergio Pagnini e Irene Franchini. Nel tabellone individuale non c’è nessun azzurro a concorrere per la medaglia.

Oggi, giorno di finali, le gare saranno seguite in diretta tv nel canale Youtube della Federazione Internazionale di tiro con l’arco, World Archery.

Gare a squadre

18:00-18:24 Finale bronzo femminile Corea-Germania

18:24-18:48 Finale oro femminile Colombia-India

18:48-19:12 Finale bronzo maschile Croazia-Colombia

19:12-19:36 Finale oro maschile Italia-USA

Mixed Team

22:00-22:20 Finale bronzo Itala-Olanda

22:20-22:40 Finale oro Corea-Germania

Gare individuali

22:40-22:55 Finale bronzo femminile Kristina Heigenhauser (GER) – (DEN) Sarah Sonnichsen

22:55-23:10 Finale oro femminile Yesim Bostan (TUR) – (KOR) Song Yun Soo

23:10-23:25 Finale bronzo maschile Braden Gellenthien (USA) – (FRA) Pierre-Julien Deloche

23:25-23:40 Finale oro maschile Stephan Hansen (DEN) – (FRA) Sebastien Peineau

E’ ufficialmente iniziato il count down per l’ultimo appuntamento della stagione agonistica internazionale di Tiro a Volo, la Finale di Coppa del Mondo in programma a New Delhi (IND) dal 23 al 29 ottobre 2017. I primi a partire alla volta dell’India saranno gli specialisti di Trap del Direttore Tecnico Albano Pera, che lasceranno l’Italia venerdì 20 ottobre.

Per preparare al meglio i sei qualificati il Tecnico toscano li ha radunati al Tav Montecatini Terme fino a domani, mercoledì 18 ottobre. A capitanare il gruppo sarà Giovanni Pellielo, quattro volte Campione del Mondo e quattro volte medagliato olimpico. Il vercellese delle Fiamme Azzurre è alla sua ventunesima presenza nella gara che assegna la prestigiosa Coppa di Cristallo ed in bacheca ne ha già sette, oltre a sei argenti e due bronzi. In pratica sono solo sei le edizioni in cui il fuoriclasse azzurro non ha centrato il podio.

tiro a volo

Con lui in gara nella classifica maschile ci saranno anche Daniele Resca (Carabinieri) di Pieve di Cento (BO), qualificato alla sua terza Finale grazie al Titolo Iridato conquistato a settembre a Mosca (RUS), ed il debuttante Simone D’Ambrosio (Fiamme Oro), ventenne di Crispano (NA), che ha meritato il diritto di partecipazione vincendo la 1ª Prova di Coppa del Mondo di quest’anno proprio nella capitale indiana.

Al femminile la nostra coppia d’assalto sarà formata da Jessica Rossi e Alessia Iezzi. Per la poliziotta di Crevalcore (BO), Campionessa Olimpica a Londra 2012 e tre volte Campionessa del Mondo, il 2017 ha segnato il ritorno sul podio dopo un periodo di assenza e la vittoria al Mondiale di Mosca le è valsa il pass per la sua sesta partecipazione ad una Finale. Per ora nel suo palma res ci sono già una Coppa di Cristallo, conquistata nel 2011 ad Al Ain (UAE) e due argenti. Per la Iezzi, carabiniera di Manoppello (PE), qualificata grazie al quarto posto centrato nella 3ª Prova di Coppa di Acapulco (MEX), questa sarà le seconda partecipazione consecutiva (la prima nel 2016 a Roma, ndr).

Sesto azzurro in gara sarà Valerio Grazini (Carabinieri) di Viterbo, qualificato alla prima Finale di Coppa del Mondo del Mixed Team insieme ad Alessia Iezzi. Con loro nella gara a squadre anche il Team formato da Giovanni Pellielo e Jessica Rossi. Proprio alle Coppie Miste spetterà l’onere dell’apertura. La loro gara ci sarà martedì 24 ottobre e la finale è prevista per le 11.30 italiane, mentre quelle individuali ci saranno sabato 28 e domenica 29 ottobre.

“Ho deciso di preparare la squadra con un raduno pre partenza per aiutare i miei ragazzi e le mie ragazze a mantenere alta la tensione – ci ha spiegato Pera – Veniamo da una stagione molto impegnativa. Soprattutto il Mondiale, da cui siamo tornati con un bel bottino di medaglie, ha rappresentato un grande sforzo, sia fisico sia mentale. La Finale di Coppa del Mondo è una gara atipica e raggruppa tutti i migliori tiratori della stagione, quindi è di per se ma gara complicata. Quella in India lo sarà in maniera particolare per il calendario che ci vedrà protagonisti nel primo giorno con le due squadre del Mixed Team e negli ultimi due con le gare individuali. Per quelli che spareranno in entrambe le gara sarà impegnativo mantenere la concentrazione per tutto il periodo. Noi ce la metteremo tutta e, come di consueto, partiamo con la ferma intenzione di fare del nostro meglio e di vincere. Il 29 sera tireremo le somme e vedremo cosa saremo riusciti a fare”.

Siamo giunti all’ultimo giorno di questi mondiali di canottaggio 2017 che continuano a regalare grandi successi al nostro paese. Oggi giornata di finali A e B per le specialità olimpiche e non olimpiche. Ultimo giorno anche per il Para-Rowing sui 2000 metri.

Vediamo innanzitutto chi saranno gli azzurri impegnati in sole 2 delle 6 finali riservate alle specialità olimpiche.

I più vicini al trofeo sono Cesare Gabbia, Emanuele Liuzzi, Luca Parlato, Paolo Perino, Bruno Rosetti, Mario Paonessa, Davide Mumolo, Leonardo Pietra Caprina, Enrico D’Aniello nella specialità otto senior maschile, che nonostante siano in competizione con avversarie temibili come la Germania, favorita di turno, tenteranno di conquistare il podio e ripetere gli ottimi risultati conseguiti nelle ultime gare.

Minori aspettative si hanno per le altre discipline, ma chi lo sa che i nostri azzurri non siano in grado di regalarci qualche sorpresa!

Nel doppio senior maschile troviamo pronti a partire i nostri Luca Rambaldi e Filippo Mondelli, che dovranno sfidare la tenacia e il talento dei polacchi. Sfida non facile quella che li attende nella gran finale di oggi, ma i due atleti tenteranno con ogni mezzo di raggiungere almeno un posto nel podio.

Nessun equipaggio azzurro, invece, sarà impegnato nelle rimanenti 4 finali: doppio senior femminile, singolo senior maschile, singolo senior femminile, otto senior femminile.

Per quanto riguarda la finale A delle specialità non olimpiche solo un equipaggio italiano gareggia per il trofeo: il quattro senza pesi leggeri maschile con Federico Duchich, Leone Barbaro, Lorenzo Tedesco, Piero Sfiligoi.

Nelle finali B vedremo gareggiare Kiri Tontodonati e Stefania Gobbi nel doppio senior femminile.

Ma anche nel para-canottaggio oggi è il gran giorno di alcuni nostri connazionali in gara: parliamo di Simone Baldini e soprattutto Anila Hoxha, che saranno impegnati nel singolo PR1 maschile (finale B) e singolo PR1 femminile (finale A).

Programma 1 ottobre mondiali di canottaggio

Ed ecco il programma completo delle gare finali che cominceranno nel primo pomeriggio di questo 1 Ottobre:

14:40 FB PR1W1x  (-)
14:50 FB PR1M1x  (Simone Baldini)

15:00 FB M2x  (-)
15:05 FB W2x (Kiri Tontodonati, Stefania Gobbi)
15:10 FB W8+ (-)
15:15 FB M1x (-)
15:20 FB W1x (-)
15:25 FB M8+ (-)

15:38 FA PR1W1x  (Anila Hoxha)
15:53 FA PR1M1x   (-)

16:12 FA LM4- (Federico Duchich, Leone Barbaro, Lorenzo Tedesco, Piero Sfiligoi)

16:27 FA W2x  (-)
16:42 FA M2x  (Filippo Mondelli, Luca Rambaldi)
16:57 FA W1x  (-)
17:12 FA M8+  (Cesare Gabbia, Emanuele Liuzzi, Luca Parlato, Paolo Perino, Bruno Rosetti, Mario Paonessa, Davide Mumolo, Leonardo Pietra Caprina, Enrico D’Aniello)
17:27 FA M1x  (-)
17:42 FA W8+ (-)

In diretta streaming su www.worldrowing.com è possibile seguire tutte le gare odierne a partire dalle ore 14.40. Inoltre, Rai Sport trasmetterà le finali olimpiche sul canale 57 del digitale terrestre. Nei prossimi giorni, fino al 7 ottobre, sarà possibile rivivere le emozioni di questo mondiale di canottaggio 2017 sempre su Rai Sport. Tutte le repliche saranno trasmesse secondo questo calendario: http://www.canottaggio.org/1_news/2017_1news/0925_sarasota_TV.shtml

Mentre l’Italia sta ancora festeggiando il grande successo degli azzurri ottenuto nei Mondiali di canottaggio 2017 nella giornata di ieri, gli atleti in gara stanno per entrare in acqua per affrontare le prove odierne.

Cosa dobbiamo aspettarci oggi dai nostri azzurri? Il calendario ha in programma nel pomeriggio le finali A di diverse specialità: due senza senior maschile, il doppio pesi leggeri maschile, ed il quattro senza senior maschile femminile.

Assisteremo anche alle finali B di due senza senior femminile, il doppio pesi leggeri femminile, il quattro senza senior femminile ed il quattro di coppia senior maschile.

Tempo di finale anche per il Para-Rowing sui 2000 metri che vedrà impegnati gli atleti della categoria del quattro con PR3 misto, con Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino, Luca Agoletto, Paola Protopapa, Gaetano Iannuzzi.

Tra gli italiani in gara che sono in cerca dell’oro ci sono Matteo Lodo e Giuseppe Vicino che disputano la finale olimpica del due senza senior maschile. Dovranno vedersela con la determinazione della Croazia, altra grande favorita, e proveranno a raggiungere il podio per primi.

Nel doppio pesi leggeri troviamo invece Pietro Ruta e Stefano Oppo che, dopo la grande prova dei giorni scorsi, ambiscono al primo posto contro i super favoriti francesi, Pierre Houin e Jeremie Azou, campioni mondiali in carica. Sarà una sfida difficilissima, ma i nostri azzurri sono pronti e con grandi aspettative.

L’Italia gioca da favorita, invece, nella specialità quattro senza senior maschile, con Marco Di Costanzo, Giovanni Abagnale, Matteo Castaldo e Domenico Montrone, che si vedono già in vetta alla classifica a innalzare il trofeo.

Nessuna competizione prevista oggi per i nostri equipaggi italiani nelle specialità quattro di coppia senior maschile e femminile, quattro senza senior femminile, doppio pesi leggeri femminile e due senza senior femminile.

Diamo un’occhiata al calendario di oggi 30 settembre, che comincerà a breve con le sue prime competizioni:

14:50 FC PR1 M1x (-)

15:00 FB W2- (Ilaria Broggini, Veronica Calabrese)
15:05 FB M2- (-)
15:10 FB LM2x (-)
15:15 FB LW2x (Allegra Francalacci, Valentina Rodini)
15:20 FB M4- (-)
15:25 FB W4- (Giorgia Pelacchi, Aisha Rocek, Carmela Pappalardo, Ludovica Serafini)
15:30 FB W4x (-)
15:35 FB M4x (Romano Battisti, Andrea Panizza, Giacomo Gentili, Emanuele Fiume)

15:55 FA PR2 Mix2x (-)
16:08 FA PR3 Mix4+ (Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino, Luca Agoletto, Paola Protopapa, Gaetano Iannuzzi)
16:23 FA W2- (-)
16:38 FA M2- (Matteo Lodo, Giuseppe Vicino)
16:53 FA LM2x (Stefano Oppo, Pietro Ruta)
17:08 FA LW2x (-)
17:23 FA M4- (Marco Di Costanzo, Giovanni Abagnale, Matteo Castaldo, Domenico Montrone)
17:38 FA W4- (-)
17:53 FA W4x (-)
18:08 FA M4x (-)

Alle ore 14.50 ora italiana e è previsto l’inizio delle gare odierne, che si possono seguire in diretta streaming sempre dal sito www.worldrowing.com.

Inoltre, è anche possibile rivedere tutti gli eventi su Rai-Sport con le gare odierne in differita alle ore 23.30 su RaiSport+HD, canale 57 del digitale terrestre.

Ecco il programma del canale, con tutti gli orari precisi:

http://www.canottaggio.org/1_news/2017_1news/0925_sarasota_TV.shtml

L’ITF riunito a Francoforte, ha nominato Ginevra “Preferred City” per ospitare dal 2018 al 2020 le finali di Coppa Davis e Fed Cup, la “World Cup of Tennis”, l’eventuale nuovo format che dovrebbe prevedere la disputa contemporanea in sede unica delle finali di Coppa Davis e Fed Cup.

Lo ha reso noto l’Itf rivelando che gli eventuali incontri si disputerebbero al Palexpo della città svizzera capace di ospitare 18mila spettatori.

fed cup

Le altre città candidate erano Copenhagen, Istanbul, Miami, Torino e Wuhan .Queste le principali novità della nuova formula: i match di singolare in Davis saranno giocati al meglio dei tre set. La Davis manterrà la formula dei tre giorni, con il doppio giocato il sabato e, unico incontro, al meglio dei cinque set.

Alle finaliste di Davis e Fed Cup, sarà data la possibilità di giocare in casa la prima sfida nell’anno successivo.

Se la federazione internazionale cambierà la formula di Coppa Davis e Fed Cup, allora la Federtennis e il Coni candideranno Torino per l’organizzazione delle finali congiunte per tre anni”.

Lo ha annunciato il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, al termine della Giunta nazionale di ieri a Roma. “Torino ha un impianto su misura e ben collocato geograficamente” ha aggiunto Malagò anticipando la possibile riforma delle due manifestazioni a squadre da discutere ad agosto dall’Itf.

Annuncio confermato dal Presidente della FIT Angelo Binaghi:

“Ospitare le finali congiunte di Davis e Fed Cup sarebbe per lo sport italiano un grande onore. Torino rappresenterebbe la sede ideale per un evento cosi prestigioso: la città dispone di strutture all’avanguardia che permetterebbero la realizzazione di un avvenimento capace di catturare attenzione in tutto il mondo.

Tale candidatura, che poggia sulla collaudata joint venture fra FIT e CONI Servizi, già alla base del successo degli Internazionali BNL d’Italia, dopo la crescita in continua espansione del torneo romano e l’organizzazione a Milano nel prossimo novembre delle Next Gen Finals, è frutto dell’alto livello di credibilità che abbiamo raggiunto nel campo della organizzazione di eventi e del ruolo sempre più centrale che l’Italia occupa nel panorama del tennis mondiale. Noi guardiamo sempre al futuro”.