Tag

Gasol

Browsing

Fino a qualche tempo fa era solo il fratello minore di uno dei più importanti cestisti al mondo. In un anno Marc Gasol si è però preso la scena dentro e fuori il parquet. Ha contribuito al capolavoro Toronto che per la prima volta ha strappato l’anello Nba fuori dai confini americani. La sua presenza sottocanestro si è fatta sentire: tre punti, quattro assist e ben nove rimbalzi in gara 6. Al tappeto sono finiti i campioni uscenti di Golden State, sconfitti per 4-2 nella serie. Il primo titolo per i canadesi coincide con la prima volta di due fratelli campioni nella storia del basket a stelle e strisce. Pau, il più celebre dei Gasol, trionfatore con i Los Angeles Lakers nel 2009 e nel 2010. Marc, dieci anni dopo con i Raptors.

Uno storico doppio sigillo in famiglia celebrato al meglio da Marca che, per l’occasione, ha cambiato veste. Il principale quotidiano sportivo spagnolo ha infatti mutato la testata per un giorno in “MARC&PAU”, con dedica evidente ai Gasol. Persino la casa reale iberica si è scomodata dedicando un tweet dal proprio profilo ufficiale ai due campioni spagnoli.

Ai fratelli Gasol la NBA va come un anello al dito. Siete già leggende della pallacanestro. Goditela Marc!

Marc, a canestro in mare

Eppure, il più piccolo dei Gasol è riuscito a fare canestro anche fuori dal parquet. La scorsa estate ha indossato un’altra canotta, quella del volontario della Ong Open Arms che salva vite nel Mar Mediterraneo. Con loro si è imbarcato per non restare indifferente rispetto alla strage pressochè quotidiana che si compie in quello che è diventato un cimitero a mare aperto.

Frustrazione, rabbia e impotenza. E’ incredibile come tante persone vulnerabili siano abbandonate alla morte in mare. Profonda ammirazione per questi che chiamo i miei compagni di squadra in questo momento.

Le finali di Conference in Nba sono degli affari di famiglia. Reali o potenziali. In Western si sfidano i campioni uscenti di Golden State contro Portland. Gara 1 è stata vinta dagli Warriors nel duello incrociato tra i fratelli Curry, Steph per Golden State e Seth per Portland. Dall’altra parte degli States la finale è tra Milwaukee e Toronto in quello che poteva essere un incontro tra i fratelli Gasol. Ma Pau è infortunato e non potrà vedersela contro Marc di Toronto. I canadesi sono reduci dall’incredibile serie contro Philadelphia in semifinale, risolta da un canestro buzzer beater di Leonard Kawhi in gara 7.

Golden State avanti

La prima sfida tra Golden State e Portland è andata agli Warriors per 116-94 con 36 punti di Stephen Curry, play di Golden State e uno dei migliori giocatori della Nba. Per il fratello maggiore dei Curry ci sono anche 7 assist. Seth, invece, ha realizzato solo una tripla con due assist. I due, entrambi play, si sono spesso affrontati l’uno contro l’altro. E’ la prima volta che due fratelli giocano contro in una finale Nba. “Comunque vada sarà un trionfo”, è stato il commento del padre dei due, Dell Curry. Negli anni Novanta era uno dei migliori tiratori in Nba con un’esperienza decennale negli Charlotte Hornets. Con la vittoria in gara 1 Stephen ha battuto Seth otto volte su dieci match disputati contro.

Il ko di Pau

In Eastern Conference l’incrocio tra i fratelli Gasol è stato solo sfiorato. Gara 1 è stata vinta da Milwaukee per 108-100 contro Toronto. Tra le file dei Raptors Marc ha messo a referto 6 punti mentre il fratello Pau è fuori causa per infortunio. Un’assenza che peserà non solo per Milwaukee, ma anche per la Nazionale spagnola. Coach Sergio Scariolo ha, infatti, confermato il ko di Gasol senior per i Mondiali di basket in programma in Cina dal 31 agosto al 15 settembre.