Tag

PremierLeague

Browsing

Lo spogliatoio del Manchester United sembra stia per esplodere. Da un lato ci sarebbe Josè Mourinho, dall’altro Paul Pogba. In mezzo una squadra che non vive un gran momento e che cerca il riscatto nella trasferta a Londra contro il West Ham.

L’inizio di stagione dei Red Devils non è stato dei migliori. Dopo sei giornate di Premier League la squadra arranca al settimo posto, con soli 10 punti. Il Liverpool a punteggio pieno è a 18, Manchester City e Chelsea sono avanti di 6 (16 punti). In Champions League l’esordio è stato convincente ma in un test poco attendibile: vittoria per 2-0 sul campo degli svizzeri dello Young Boys, nello stesso girone di Juventus e Valencia.

Pogba e compagni dopo il ko interno (0-3) contro il Tottenham

Male, malissimo in Coppa di Lega, con la clamorosa eliminazione interna per mano del Derby County (club che milita in Championship) dell’allievo Frank Lampard. Proprio in questa occasione si è consumata l’ultima faida interna tra Mou e Pogba, originata da un video postato dal francese su instragram durante il match (poi perso) di Carabao Cup. Un episodio infelice che ha scatenato le ire del tecnico portoghese: il campione del mondo Bleu è stato infatti degradato da vice capitano. All’indomani del ko in Coppa, le telecamere hanno poi catturato un istante dell’allenamento in cui i due dialogano a muso duro nel centro sportivo di Carrington.

Inequivocabili le parole di Mourinho alla vigilia della gara con il West Ham

Il Manchester United è più grande di chiunque altro e io devo difenderlo

Ma non basta perché secondo la stampa inglese lo Special One non avrebbe gradito l’atteggiamento di Rashford dopo la partita contro lo Young Boys. Indiscrezioni d’OltreManica raccontano di uno spogliatoio diviso a metà: da una parte l’ala guidata da Pogba con Martial, Bailly, Rashford, Shaw e Pereira, dall’altra Mou supportato da Sanchez, Fellaini, Valencia, Matic, Young. Una situazione che alimenta le voci di un addio da Manchester di entrambi i protagonisti. Su Pogba ci sarebbe il Barcellona o un possibile ritorno alla Juve mentre il fantasma di Zidane aleggia sulla panchina di Old Trafford.

Mourinho e Zidane ai tempi del Real Madrid

Ci saranno anche loro a tifare Manchester City in Champions League nell’esordio contro il Lione all’Etihad Stadium (ore 21, diretta Sky). La squadra di Guardiola, una delle favorite alla vittoria finale, potrà contare sul supporto di due tifose irriducibili, che non hanno mai fatto mancare il loro calore alla squadra anche negli anni bui dei citizens.

Vera e Olga sono due fan molto speciali: hanno rispettivamente 102 e 98 anni, due secoli complessivi di amore e fedeltà verso il Manchester City. Sono abbonate da 85 anni, hanno fatto la loro prima tessera negli anni ’30, negli anni in cui il club vinceva il primo titolo in Premier (1937). Nella scorsa giornata di campionato, la società ha voluto fare alle due nonnine tifose un regalo molto speciale: Vera e Olga sono scese in campo assieme ai loro beniamini, accompagnate sotto braccio da David Silva e Fernandinho, in occasione del match contro il Fulham (poi vinto 3-0).

Le due signore sono sorelle e non lasciano mai la loro squadra del cuore: quando sono impossibilitate ad andare allo stadio, seguono il Manchester in tv. Non hanno mai lasciato il City, anche quando il club blasonato della città era lo United pigliatutto di Matt Busby e Alex Ferguson. Vera ha ricordato le prime partite viste allo stadio:

Una volta le cose erano molto diverse da come sono oggi, quando ho iniziato a venire allo stadio c’era un uomo davanti a una lavagna che segnava il punteggio

Poi non è mancato l’abbraccio con Pep Guardiola, che Vera ha raccontato così:

Mi ha salutato e mi ha detto grazie per tutto quello che ho fatto per questa squadra. È una persona incredibile, c’è qualcosa in lui che permette ai giocatori di dare sempre il meglio e

Il record di tifo irriducibile oltre ogni età appartiene, tuttavia, a Bernard Jones con i suoi 105 anni e un amore sconfinato verso il suo Preston che milita in Championship (seconda divisione inglese).

Bernard Jones, 105enne super tifoso del Preston