Tag

italia femminile

Browsing

Di questo Mondiale francese ancora non si conosce la Nazionale vincitrice tra Stati Uniti e Olanda, ma, augurandoci che non sia solo retorica figlia dello slancio emotivo, l’Italia può abbracciare e lodare le sue giocatrici che, seppur uscite ai quarti, hanno vinto la loro battaglia: avere un paese unito per tifarle. Anzi, finalmente, per prenderle in considerazione.

Le Azzurre, nella mattinata di giovedì 4 luglio, sono state accolte al Quirinale, invitate dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Presenti una decina di giocatrici, accompagnate dal numero uno del Coni Giovanni Malagò e dal presidente federale Gabriele Gravina, oltre ovviamente alla capitana Sara Gama e alla ct Milena Bertolini che ha detto:

Essere qui è un motivo di orgoglio perché di solito sono ricevuti al Quirinale le squadre o gli atleti che hanno vinto qualcosa: noi non abbiamo vinto, ma abbiamo fatto qualcosa di importante. E questo è un motivo di grande orgoglio

Risultati immagini per italia mattarella azzurre

Il Capo di Stato ha sottolineato quanto sia stata importante quest’esperienza per tutto il nostro paese, visto che hanno rappresentato “un esempio di correttezza” e hanno fatto sì che tante bambine, liberandosi dai pregiudizi possano scegliere il calcio, consapevole del fatto che il 2019 sarà certamente definito per sempre come l’anno della svolta. Ecco le sue parole:

Ho chiesto di incontrarvi per farvi i complimenti, avete fatto un Mondiale fantastico. Ringraziarvi perché vi ha seguito l’intero paese, siete state un momento di aggregazione, il paese ne ha bisogno. Non ho avuto modo di vedere tutte le partite, non ho visto quella con l’Olanda: forse è stato meglio. Ho saputo che c’è stato qualche momento di sconforto. Non sappiamo chi vincerà, ma voi il Mondiale l’avete vinto, qui in Italia. Avete conquistato la pubblica opinione, acceso i riflettori in modo non più revocabile. Non posso fare a meno di sottolineare che è del tutto irrazionale e inaccettabile la differenza tra calcio maschile e femminile, che ha dimostrato di aver raggiunto qualità tecnica, e vorrei aggiungere senza ricorso a infingimenti e simulazioni, che possono essere utili ma meno sportive. Lo sport è importante, voi avete spinto moltissime bambine a seguire il mondo del calcio, questo amplierà la platea: e se con una platea così ristretta abbiamo una Nazionale di questo livello, possiamo sperare

 

Nell’incontro ha preso la parola anche Giovanni Malagò che, al termine del discorso, ha affermato: «Queste ragazze hanno fatto qualcosa di meraviglioso e viene da dire scusate il ritardo». Le ragazze hanno regalato al capo dello Stato la maglia numero 1 con la scritta Mattarella e un pallone autografato da tutta la squadra. Non è mancato il selfie finale col Presidente, poi Sara Gama ha citato l’articolo 3 della Costituzione legandolo al numero della sua maglia: «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso…».

Risultati immagini per italia mattarella azzurre

Infine ancora Milena Bertolini che con pacatezza, responsabilità e sempre nei toni ha condotto questa squadra a un traguardo storico, dopo aver superato la Cina agli ottavi di finale e di aver vinto uno scontro diretto da dentro o fuori, cosa mai successa nelle edizioni precedenti:

Abbiamo aspettato con pazienza in questi anni, ora non ci stancheremo di chiedere il riconoscimento dei nostri diritti, dell’eguaglianza, dell’equità, che sono i valori della nostra Costituzione: a lei, presidente Mattarella, affidiamo le nostre rivendicazioni

Nonostante Gravina non le abbia rivelate, le cifre relative ai premi che andranno alle Azzurre sono state indicate da  Repubblica: il quotidiano parla di circa 650 mila euro in totale, a ognuna delle ragazze andranno più o meno 28mila euro (lordi).  La cifra sarebbe però in linea con il resto d’Europa: la Germania (eliminata anche nei quarti) avrebbe elargito 75 mila euro a testa alle sue atlete in caso di vittoria, la Francia 40 mila. Nessuna delle nazionali viaggia però a livello degli USA: le giocatrici campionesse in carica, in caso di successo porteranno a casa ciascuna 173.913 dollari.

 

Oramai non si fa altro che contare i giorni per il debutto delle azzurre al Mondiale femminile in Francia. Le ragazze sono già a Valenciennes e sono state abbracciate in maniera affettuosa dagli abitanti della cittadina, sede del ritiro.


Tuttavia, prima della partenza, hanno avuto anche l’onore di essere accolte dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, a Palazzo Madama oltre a essere salutate dai tifosi all’aeroporto di Fiumicino.

Un grande weekend, quindi, per la squadra della ct Milena Bertolini, che rappresenterà la nazione intera al prossimo Campionato del Mondo dopo 20 anni.

L’invito in Senato è stato un gesto importante che sottolinea quanto sia cresciuto il calcio femminile negli ultimi tempi, tanto da regalare molte più soddisfazioni di quello maschile, così come ha sottolineato la seconda carica dello Stato.

Potrete ridare entusiasmo ai tifosi italiani che hanno subito lo smacco della mancata qualificazione al Mondiale da parte della Nazionale maschile. Il calcio italiano rinascerà attraverso le donne. L’augurio è che questa partecipazione ai Mondiali rappresenti un punto di partenza e non di arrivo per il movimento calcistico femminile.

Una vera e propria svolta per l’Italia che da sempre è conosciuta come la patria del calcio. Finalmente, ora non è più considerato un sport solamente di uomini.

Prima di imbarcarsi per il volo diretto in Francia, un’altra sorpresa per Sara Gama e compagne: il saluto in aeroporto.

Una torta è stata taglia per l’occasione nello scalo romano

Per seguire tutte le novità delle azzurre, ci sono i canali social: Instagram, Twitter e Facebook, oltre all’hashtag #Ragazzemondiali #vivoazzurrowomens 

Il ct della nazionale femminile di calcio Antonio Cabrini ha ufficializzato la lista delle 23 convocate per la fase finale del Campionato Europeo.

Le Azzurre – rende noto un comunicato della Federcalcio – continueranno ad allenarsi al Centro Tecnico Federale di Coverciano fino a sabato 15 luglio, giorno della partenza per l’Olanda. L’Italia farà il suo esordio nel torneo lunedì 17 luglio contro la Russia allo ‘Sparta Stadium’ di Rotterdam (ore 18), venerdì 21 (ore 20.45) affronterà la Germania allo stadio ‘Willem II’ di Tilburg, mentre martedì 25 luglio (ore 20.45), allo stadio ‘Vijverberg’ di Doetinchem, se la vedrà con la Svezia.

europeo femminile

Queste le convocate:

Portieri: Giuliani, Marchitelli Schroffenegger;

Difensori: Bartoli, Gama, Di Criscio, Linari Salvai, Tucceri Cimini;

Centrocampisti: Bonansea, Carissimi Cernoia, Fusetti, Galli, Giugliano, Guagni, Iannella, Rosucci, Stracchi;

Attaccanti: Gabbiadini, Girelli, Mauro, Sabatino.