Warning: stripos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 90

Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 101
fiamingo Archives - Mondiali.it
Tag

fiamingo

Browsing

La “nuova” Italia inizia col piede giusto la nuova stagione. Nella prima gara a squadre della stagione di Coppa del Mondo di spada femminile, sulle pedane di Tallinn, l’Italia sfiora il successo finale grazie ad una prestazione eccellente.

E’ la risposta che il Commissario tecnico, Sandro Cuomo, richiedeva al gruppo azzurro dopo le delusioni giunte agli Europei di Tbilisi ed ai Mondiali di Lipsia2017.
Rispetto a quella formazione, il CT ha infatti confermato Rossella Fiamingo e Giulia Rizzi ed inserito le giovani Roberta Marzani ed Alice Clerici.

Alla “prima” uscita, le azzurre hanno subito mostrato in pedana cuore, voglia, impegno e qualità, superando dapprima il Giappone per 45-31, poi ai quarti la coriacea Russia per 45-38.
In semifinale un vero “capolavoro” contro la Cina, dove arriva la stoccata decisiva del 44-43 per merito di Rossella Fiamingo completando cosi la rimonta azzurra nei confronti delle asiatiche e che, soprattutto, ha aperto le porte della finalissima.

Nell’assalto decisivo per la vittoria contro le cugine della Francia, le azzurre sono riuscite a tenere testa alle più quotate avversarie, rimontando sino al 36-36 con cui l’argento olimpico di Rio2016 si è presentata per l’ultima frazione contro la transalpina Marie-Florence Candassamy.
Al minuto supplementare, è stata la francese a piazzare le prime due stoccate che hanno indotto l’azzurra a provare a rimontare. Un’intenzione che si è però scontrata contro il muro francese che ha allungato sino al definito 43-39.

COPPA DEL MONDO – SPADA FEMMINILE

Finale
Francia b. ITALIA 43-39

Finale 3°-4° posto
Cina b. Germania 32-31

Semifinali
ITALIA b. Cina 44-43
Francia b. Germania 45-43

Quarti
Cina b. Ungheria 45-31
ITALIA b. Russia 45-38
Francia b. Ucraina 45-32
Germania b. Estonia 26-21

Tabellone delle 16
ITALIA b. Giappone 45-31

Classifica (19): 1. Francia, 2. ITALIA, 3. Cina, 4. Germania, 5. Estonia, 6. Russia, 7. Ucraina, 8. Ungheria.

ITALIA: Rossella Fiamingo, Giulia Rizzi, Roberta Marzani, Alice Clerici

Si è alzato il sipario al PalaTupparello di Acireale sui 45° Campionati del Mondo Militari di scherma e l’Italia è già certa di conquistare quattro medaglie.

Ad approdare in semifinale e quindi essere già certe della conquista di una medaglia, sono Rossella Fiamingo e Mara Navarria nella spada femminile e Francesca Palumbo e Camilla Mancini nel fioretto femminile.

Nella spada, le due azzurre più titolate sono giunte in semifinale dove sfideranno rispettivamnente la russa Tatiana Andryushina e la francese Coraline Vitalis.
Rossella Fiamingo, nel suo percorso di gara, ha esordito nel tabellone delle 32 superando 15-7 la romena Calcan. A seguire ha avuto ragione della tedesca Alexandra Ndolo per 15-14 ed ai quarti ha sconfitto l’ucraina Bezhura col netto punteggio di 15-6.
Mara Navarria invece ha festeggiato l’approdo in semifinale dopo la stoccata del 15-5 ai quarti contro la polacca Pierkaska, dando seguito così alle vittorie per 15-12 contro la romena Veres nel turno delle 16 e contro l’ucraina Brovko per 15-11.

Si sono fermate invece agli ottavi le altre due azzurre in gara. Francesca Boscarelli ha subìto la stoccata del 15-14 dalla russa Lichagina, mnetre Marta Ferrari è stata eliminata per 15-12 dalla russa Andryushina.

Nel fioretto femminile, invece Camilla Mancini e Francesca Palumbo si sono aggiudicate i derby dei quarti di finale, approdando così in semifinale. La prima, dopo aver sconfitto la romena Malina Calugareanu per 15-12, ha vinto per 15-14 il match dei quarti di finale contro Martina Batini. Francesca Palumbo, invece, dopo aver avuto ragione per 15-14 dalla francese Pauline Ranvier, ha superato ai quarti la compagna di Nazionale, Elisa Vardaro col punteggio di 15-4.

Nella sciabola maschile, si sono fermati ai piedi del podio Alberto Pellegrini e Giovanni Repetti. Il primo è uscito sconfitto ai quarti per 15-14 dal tedesco Richard Huebers, mentre Giovanni Repetti è stato eliminato dall’ucraino Andri Yagodka col punteggio di 15-12.
Stop nel turno dei 16 invece per Matteo Neri, eliminato dal sudcoreano Hon Kin Chung per 15-9, e per Diego Occhiuzzi. Il vicecampione olimpico di Londra2012 è stato superato col punteggio di 15-13 dal tedesco Matyas Szabo.

Acireale è pronta a ospitare i 45° Mondiali militari di scherma. Dal 12 al 18 settembre la città siciliana, già sede dei campionati del mondo cadetti e giovani nel 2008, tornerà ad accogliere una competizione internazionale, promossa dall’Internazional Military Sport Council e organizzata dallo Stato Maggiore della Difesa e alla Federazione italiana scherma.

Il Mondiale è stato presentato questa mattina a Roma, presso il Circolo degli Ufficiali delle Forze Armate, alla presenza del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore, generale Roberto Graziano, del presidente del Coni Giovanni Malagò e del presidente della Federazione italiana scherma Giorgio Scarso.

In totale saranno presenti oltre 220 atleti in rappresentanza di 19 Paesi: Argentina, Bolivia, Canada, Cina, Corea del Sud, Danimarca, Francia, Germania, Lettonia, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Svezia, Svizzera, Ucraina, Austria, Venezuela e ovviamente Italia.

“Ci sono due sport in cui siamo al primo posto nel mondo: il tiro a volo e la scherma, di gran lunga la disciplina che ci ha portato il maggior numero di medaglie olimpiche – ha ricordato Malagò – Siamo orgogliosi di quello che sta facendo la scherma: abbiamo il futuro assicurato grazie all’ottimo ricambio generazionale”.

Anche l’appuntamento di Acireale sarà onorato nel migliore dei modi dalla scherma azzurra con la presenza di tanti campioni: dall’olimpionico di Rio 2016 Daniele Garozzo ad Andrea Cassarà, Matteo Tagliariol, Giorgio Avola, Diego Occhiuzzi e Rossella Fiamingo, sino al bicampione iridato Paolo Pizzo, recentemente salito per la seconda volta sul tetto del mondo nella spada maschile a Lipsia.

Dalla rassegna iridata arriverà anche l’intera compagine di fioretto maschile, alla prima uscita ufficiale dopo la conquista dell’oro, e ancora Martina Batini, Camilla Mancini e Martina Criscio, fresche trionfatrici ai Mondiali nelle gare a squadre di fioretto e sciabola.

 

Acireale è pronta a ospitare i 45° Mondiali militari di scherma. Dal 12 al 18 settembre la città siciliana, già sede dei campionati del mondo cadetti e giovani nel 2008, tornerà ad accogliere una competizione internazionale, promossa dall’Internazional Military Sport Council e organizzata dallo Stato Maggiore della Difesa e alla Federazione italiana scherma.

Il Mondiale è stato presentato questa mattina a Roma, presso il Circolo degli Ufficiali delle Forze Armate, alla presenza del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore, generale Roberto Graziano, del presidente del Coni Giovanni Malagò e del presidente della Federazione italiana scherma Giorgio Scarso.

In totale saranno presenti oltre 220 atleti in rappresentanza di 19 Paesi: Argentina, Bolivia, Canada, Cina, Corea del Sud, Danimarca, Francia, Germania, Lettonia, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Svezia, Svizzera, Ucraina, Austria, Venezuela e ovviamente Italia.

“Ci sono due sport in cui siamo al primo posto nel mondo: il tiro a volo e la scherma, di gran lunga la disciplina che ci ha portato il maggior numero di medaglie olimpiche – ha ricordato Malagò – Siamo orgogliosi di quello che sta facendo la scherma: abbiamo il futuro assicurato grazie all’ottimo ricambio generazionale”.

Anche l’appuntamento di Acireale sarà onorato nel migliore dei modi dalla scherma azzurra con la presenza di tanti campioni: dall’olimpionico di Rio 2016 Daniele Garozzo ad Andrea Cassarà, Matteo Tagliariol, Giorgio Avola, Diego Occhiuzzi e Rossella Fiamingo, sino al bicampione iridato Paolo Pizzo, recentemente salito per la seconda volta sul tetto del mondo nella spada maschile a Lipsia.

Dalla rassegna iridata arriverà anche l’intera compagine di fioretto maschile, alla prima uscita ufficiale dopo la conquista dell’oro, e ancora Martina Batini, Camilla Mancini e Martina Criscio, fresche trionfatrici ai Mondiali nelle gare a squadre di fioretto e sciabola.