Tag

coppa del mondo 2017

Browsing

Nella Coppa del mondo di tiro a volo 2017 è ancora il tricolore italiano a primeggiare sugli altri paesi. Un altro argento, un altro trofeo: nella finalissima di trap maschile conquista il secondo posto il nostro azzurro Daniele Resca.

La gara si è rivelata molto difficile e combattuta fino alla fine perché il tiratore italiano si è scontrato con avversari davvero temibili: lo spagnolo Alberto Fernandez e il croato Giovanni Cernogoraz.

La concentrazione in gara ha fatto la differenza e un errore di troppo nell’ultimissima sfida ha portato Fernandez in cima al podio e Resca al secondo gradino. Il tiratore croato, invece, guadagna la medaglia di bronzo nonostante una prova perfetta: purtroppo per lui nessuno dei tre commette errori e avendo il minor punteggio deve accontentarsi del terzo posto.

Nella lotta per il primo posto con lo spagnolo, i due contendenti dell’oro riescono a mantenere la gara a livello di parità. Gli errori di Resca, però, portano in vetta il tiratore spagnolo con 48 piattelli colpiti e un nuovo record mondiale da festeggiare.

Con 46 piattelli colpiti Daniele Resca si aggiudica la medaglia d’argento in una coppa del mondo di tiro a volo davvero emozionante per i nostri connazionali in gara, che sono riusciti ad emergere conquistando 2 ori, 3 argenti e un bronzo.

Il carabiniere di Bologna che a settembre è stato incoronato Campione ai Mondiali di Mosca sperava ovviamente di vincere la sfera di cristallo ma si dice comunque soddisfatto di una brillante stagione e delle sue ottime performances recenti. Ecco come commenta questa ultima gara in India:

E’ stata una gara difficile perché in pedana c’erano i migliori tiratori della stagione. La finale è stata molto combattuta, non faceva zero nessuno e restare tra i primi tre non è stato semplice. Sono comunque contentissimo del risultato. Alla mia quarta partecipazione torno finalmente a casa con un Coppa di Cristallo. E’ quella più piccola che viene consegnata a chi si piazza secondo in queste finali, ma per me vale molto. La mia è stata una stagione straordinaria, che si chiude nel migliore dei modi

Gli altri azzurri in gara

E mentre il nostro azzurro si gode il suo secondo posto, l’altro connazionale in gara Giovanni Pellielo deve accontentarsi del quinto posto senza poter, quindi, giocarsi il titolo di campione. Un doppio errore gli è costato molto caro e non gli ha permesso di andare oltre per conquistare l’oro.

Una gara ancora più deludente, invece, per Simone D’Ambrosio che si è giocato la sua qualificazione allo shoot-off contro Fernandez ed Heading, ma a causa di un errore non conquista il diritto di accedere alla finale. Chiude la competizione mondiale al settimo posto.

L’ultimo giorno di finalissime lasciano ancora sognare l’Italia: un grande successo che dimostra quanto sia forte il talento degli azzurri nel tiro a volo. E così anche questa competizione mondiale di tiro a volo si è conclusa definitivamente con un ottimo risultato da parte dei nostri azzurri che hanno lasciato un segno indelebile nel medagliere.

L’Inghilterra torna a festeggiare un altro grande trionfo: dopo la vittoria degli Under 20 ecco che arriva un’altra conferma del talento dei giocatori inglesi.

I giovanissimi della squadra dell’Inghilterra Under 17 sono i nuovi Campioni del mondo!

La finalissima tra Inghilterra e Spagna, che si è svolta ieri in india, non è stata per niente scontata, anzi inizialmente la squadra vincitrice era addirittura in svantaggio. L’Iniziale 2-0 per la squadra spagnola sembrava far pensare che l’incontro avesse già preso una direzione precisa.

È, invece, già prima del termine del primo tempo gli inglesi cominciano una rimonta che ha dell’incredibile e li porta a vincere il match per 5-2. Non è bastata, dunque, la doppietta di Sergio Gomez per realizzare il sogno della Spagna che da anni cerca di innalzare la Coppa del Mondo Under 17.

i protagonisti della Coppa del Mondo 2017

Ma chi sono i grandi protagonisti dell’impresa storica? Il primo nome che salta subito all’occhio è quello del capocannoniere Brewster, autore del primissimo gol che dà il via al grande sorpasso inglese. Le reti successive sono state messe a punto da Gibbs White, Guehi, e doppietta di Foden.

La grande sfida, che si è svolta in India, a Kolkata, ha eletto l’Inghilterra come campione FIFA U-17 World Cup India 2017 e Brewster come il migliore marcatore.

Sono stato felice di segnare il mio ottavo gol del torneo e vincere 5-2. Ho apprezzato ogni momento di questo torneo. È stato un grande mese.

Queste le parole del grande giocatore che ha segnato la svolta della partita cruciale per aggiudicarsi l’ambito titolo. Tra i suoi compagni, anche il giocatore Foden ha ottenuto un riconoscimento importante: l’adidas Golden Ball come il miglior giocatore del torneo. Anche il Brasile può comunque gioire non soltanto per il terzo posto conquistato per aver battuto il Mali, ma anche per il trofeo che si è aggiudicato Gabriel Brazao come miglior portiere.

Insomma, possiamo dire che è stato un successo su tutti i fronti e l’Inghilterra si conferma una potenza mondiale nel calcio dei giovanissimi, con gli Under 20 e gli Under 17 in cima al podio per trionfare come campioni assoluti. Segno evidente che il calcio inglese ha ottime chance per far sentire ancora il suo nome nelle prossime competizioni.

Ci mostra che il calcio in Inghilterra sta evolvendo, siamo tecnicamente e tatticamente buoni, e abbiamo combattimento. Questo è quello che vedremo dalle squadre inglesi in futuro

Come si intuisce dalle parole di Brewster iIl futuro sembra roseo per l’Inghilterra e sembra che la corsa verso il successo sia al momento inarrestabile, come dimostrano i risultati di questo match appena concluso nel territorio indiano.

Per la Spagna, invece, si conclude un altro mondiale con l’amaro in bocca: neanche stavolta è riuscita ad andare fino in fondo, nonostante la determinazione dei giocatori e di tutto il team e soprattutto nonostante l’enorme vantaggio che aveva ottenuto ad inizio partita. Purtroppo non è riuscita ad approfittare della situazione: si è scontrata con un’avversaria realmente temibile e deve accettare un secondo posto comunque meritatissimo.