Tag

bolt

Browsing

Attesa per le ultime due imperdibili gare individuali della carriera di Usain Bolt in questa serata di sabato. Il giamaicano, infatti, non correrà i 200m – “non avevo abbastanza preparazione”, ha dichiarato – optando direttamente per la 4×100. Dopo un non esaltante 10.07 nelle batterie, la leggenda dell’atletica leggerà correrà semifinali (20.05) e la finale (22.45) per provare a conquistare il dodicesimo oro in carriera ai Mondiali.

Molto lente le batterie: il più veloce e unico a scendere sotto i 10” è stato Julian Forte, giamaicano, con 9.99. Da segnalare anche due rivali del presente e del passato di Bolt. Justin Gatlin con 10.05 e lo sfortunato Yohan Blake con 10.13. Un infortunio, invece, ha tagliato fuori dalla competizione l’atteso Andre De Grasse, miglior tempo stagionale con 9.69.

C’è anche tempo per la polemica Bolt-Iaaf per i blocchi posti sulla pista dello stadio olimpico di Londra.Li aveva giudicati terribili, “i peggiori che abbia mai sperimentato, quasi mi hanno spinto indietro” a causa dei quali era anche scivolato alla partenza delle batterie dei 100 metri ai mondiali di Londra.  Ma alle accuse del giamaicano la Federazione internazionale di atletica leggera ha replicato seccamente: “Si tratta esattamente dello stesso modello utilizzato agli ultimi Mondiali di Pechino di due anni fa ”

Attesa per le ultime due imperdibili gare individuali della carriera di Usain Bolt in questa serata di sabato. Il giamaicano, infatti, non correrà i 200m – “non avevo abbastanza preparazione”, ha dichiarato – optando direttamente per la 4×100. Dopo un non esaltante 10.07 nelle batterie, la leggenda dell’atletica leggerà correrà semifinali (20.05) e la finale (22.45) per provare a conquistare il dodicesimo oro in carriera ai Mondiali.

Molto lente le batterie: il più veloce e unico a scendere sotto i 10” è stato Julian Forte, giamaicano, con 9.99. Da segnalare anche due rivali del presente e del passato di Bolt. Justin Gatlin con 10.05 e lo sfortunato Yohan Blake con 10.13. Un infortunio, invece, ha tagliato fuori dalla competizione l’atteso Andre De Grasse, miglior tempo stagionale con 9.69.

C’è anche tempo per la polemica Bolt-Iaaf per i blocchi posti sulla pista dello stadio olimpico di Londra.Li aveva giudicati terribili, “i peggiori che abbia mai sperimentato, quasi mi hanno spinto indietro” a causa dei quali era anche scivolato alla partenza delle batterie dei 100 metri ai mondiali di Londra.  Ma alle accuse del giamaicano la Federazione internazionale di atletica leggera ha replicato seccamente: “Si tratta esattamente dello stesso modello utilizzato agli ultimi Mondiali di Pechino di due anni fa ”

Un rivale in meno per Usain Bolt ai Mondiali di atletica di Londra che prenderanno il via nella giornata di domani.

Andre De Grasse ha dovuto alzare bandiera bianca a due giorni dall’inizio dei Mondiali di Londra.

Il tre volte medagliato di Rio 2016 si è infatti infortunato in allenamento a una coscia e deve quindi rinunciare alla rassegna iridata.

Usain Bolt si trova quindi un avversario in meno verso il titolo nei 100m, ma con il 22enne canadese l’evento perde un sicuro protagonista negli sprint:

“Ho pensato a questi Mondiali e ai 100 per tutto l’anno – ha confessato il canadese -. Ero al massimo della forma e avevo voglia di misurarmi con i migliori atleti del pianeta. Perdere questa chance è inimmaginabile ma devo fare i conti con questa realtà. Sono triste ma sono ancora giovane e tornerò più forte di prima. Ero nella forma della mia vita. Non poter sfidare Usain è una grande delusione. Ma questa è la realtà”.

 

 

Un rivale in meno per Usain Bolt ai Mondiali di atletica di Londra che prenderanno il via nella giornata di domani.

Andre De Grasse ha dovuto alzare bandiera bianca a due giorni dall’inizio dei Mondiali di Londra.

Il tre volte medagliato di Rio 2016 si è infatti infortunato in allenamento a una coscia e deve quindi rinunciare alla rassegna iridata.

Usain Bolt si trova quindi un avversario in meno verso il titolo nei 100m, ma con il 22enne canadese l’evento perde un sicuro protagonista negli sprint:

“Ho pensato a questi Mondiali e ai 100 per tutto l’anno – ha confessato il canadese -. Ero al massimo della forma e avevo voglia di misurarmi con i migliori atleti del pianeta. Perdere questa chance è inimmaginabile ma devo fare i conti con questa realtà. Sono triste ma sono ancora giovane e tornerò più forte di prima. Ero nella forma della mia vita. Non poter sfidare Usain è una grande delusione. Ma questa è la realtà”.