Tag

legia

Browsing

È stato uno dei talenti delle giovanili della Juventus, con la quale ha vinto anche un campionato con gli Allievi e una Supercoppa Italiana Primavera. Da qualche settimana si è trasferito in Polonia per vestire la maglia del Legia Varsavia con cui si sta giocando la qualificazione per la prossima Champions League.

Stiamo parlando di Cristian Pasquato, attaccante tecnico (all’evenienza trequartista) classe ‘89, che, dopo diversi anni in giro per alcune squadre italiane e l’ultima stagione in Russia nello Krylya Sovetov Samara, ha deciso di trasferirsi in una delle squadre più blasonate e trionfanti della storia del calcio polacco.

Numero 10 dotato di piedi molto buoni e specialista anche dei calci di punizione, Pasquato ha intenzione di lasciare il segno a Varsavia e il video di presentazione già significa molto. Il primo obiettivo stagionale da raggiungere è sicuramente il girone della Coppa dei Campioni. Dopo aver eliminato in maniera netta il Mariehamn (squadra finlandese) ora deve rincorrere la squadra kazaka dell’Astana che, nella gara d’andata, è passata per 3-1. Nell’occasione l’italiano Pasquato è entrato nella ripresa per dare una scossa aiutando i compagni a segnare la rete per accorciare le distanze. Tuttavia il ritorno in casa, seppur con due gol di svantaggio, potrà essere determinante per il passaggio del turno.

La decisione di lasciare l’Italia per volare in Polonia è stata una scelta presa abbastanza facilmente da Cristian Pasquato, data anche l’esperienza già in Russian Premier League.
A Torino è rientrato da esubero e, non appena si è presentata un’offerta importante ha deciso prima di valutarla per poi trasferirsi definitivamente.

Decisione affrettata l’ha presa qualche anno fa quando era un giovane promessa della Juventus. La Vecchia Signora era allenata da Antonio Conte il quale aveva fatto avvicinare il baby talento alla prima squadra. Pasquato era riuscito ad entrare nelle gerarchie del mister fino a quando la società non acquistò altri 3 giocatori d’attacco e il giovane Pasquato, in fretta e furia, decise di chiedere il trasferimento altrove per cercare una maglia da titolare. Il trasferimento a Lecce prima e a Torino, sponda granata, non sortirono risultati che sperava.

Dopodiché diversi giri in molte piazze calcistiche italiane di Serie A e B: Udinese, Bologna, Padova, Livorno e Pescara. Stagioni anche abbastanza positive per il numero 10 Pasquato che però non riesce a trovare una concretezza nei progetti del squadra che lo acquistano.

Da queste esperienze, scatta l’idea di provare un’avventura estera. Il Krylya Sovetov Samara decide di tesserarlo in prestito dalla Juventus dopo una buona stagione. Venticinque presenze con i russi e 5 reti all’attivo.

Tuttavia a fine stagione il ritorno a Torino e ora la nuova avventura in Polonia con il sogno di poter giocare la Champions League.

Dario Sette