Tag

GolfSixes

Browsing

Il mondo del golf sta per essere scosso da una grande e rivoluzionaria novità che sta già creando scalpore e confusione tra i giocatori: è in arrivo il cronometro.

Non è un caso se il golf è considerato uno degli sport più riflessivi e calmi. Tutto dipende molto anche da un tempo scandito da lunghe pause e lunghe riflessioni che i giocatori si prendono per tirare con maggiore concentrazione.

Questo, però, presto farà parte del passato perché sta per cominciare una nuova era del golf, dove anche questo sport sarà condizionato da tempi ridotti e tiri veloci.

La recente novità entrerà in vigore già a partire dal prossimo anno, in occasione del primo Shot Clock Masters in programma al Diamond Country Club, nel periodo tra il 7 e il 18 giugno 2018.

Ma perché si è deciso per un cambiamento così radicale? La risposta è tanto semplice quanto scontata: bisogna combattere lo sport lento!

Proprio una delle caratteristiche pregnanti di questo sport d’elite viene fortemente attaccata, prendendo di mira, quindi, i suoi tempi considerati troppo lenti e quasi “noiosi”.

Ecco la grande novità: sarà introdotto un cronometro che servirà a prendere il tempo di ogni giocatore per ogni tiro. Per il primo del gruppo si avranno a disposizione 50 secondi, per il secondo 40, cercando di ridurre di almeno 45 minuti la partita. Per ciascun giocatore sono previsti anche due time-out per ogni giro, in modo da potersi concentrare più a lungo in alcuni momenti senza essere rincorsi dall’ansia per il tempo che scorre.

E se non si rispettano i tempi? Arrivano le penalità!

Insomma, di sicuro è un nuovo modo di giocare a golf a cui per primi i giocatori dovranno abituarsi. Keith Pelley, direttore generale del Tour europeo si mostra molto soddisfatto dell’innovazione:

Con questo cambiamento, ci sarà molta più attenzione dai media sportivi internazionali durante il torneo. Il nuovo formato Shot Clock è un modo ideale per concentrarsi sul ritmo di gioco. Il golf dovrebbe essere sicuramente più veloce e quindi questo è un passo nella giusta direzione. Per gli spettatori in loco e per quelli davanti alla Tv, il golf sarà ancora più interessante e veloce. Con questa innovazione faremo la storia

Si guarda dunque al futuro, tenendo in considerazione anche l’approccio dei media, per agevolare l’interesse nei confronti del golf e l’attenzione del pubblico, che spesso e volentieri, secondo qualcuno, tende ad annoiarsi durante gli incontri anche di importanza internazionale.

Sarà vero? Quel che è certo è tutto il golf subirà dei cambiamenti dall’introduzione del cronometro e non tutti hanno apprezzato il tentativo di trasformazione che l’European Tour vuole avviare con queste modifiche del regolamento classico.

L’esperimento definito “rivoluzionario” in realtà non è poi così nuovo, perché disposizioni simili sono già state attuate durante il GolfSixes del 2017, segno che da più parti si sente l’esigenza di cambiare e migliorare il golf partendo proprio dalle tempistiche.