Tag

get back coach

Browsing

Domenica 3 febbraio, lo sport a stelle e strisce e anche molti fan di tutto il globo si fermeranno per assistere alla 53esima edizione del Super Bowl, la finale del campionato della Nfl, la National Football League americana. Al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta, in Georgia, i New England Patriots, ancora una volta in finale, se la vedranno contro i Los Angeles Rams per decretare il campione della stagione 2018.

I Patriots si sono qualificati per la terza volta consecutiva al Super Bowl, la quarta in cinque anni e la nona dell’era Belichick-Brady; diventano così la terza squadra a disputare tre finalissime consecutive, dopo i Buffalo Bills 1990–93 e i Miami Dolphins 1971–73. Per la francighia dei Rams, invece, sarà finale dopo ben diciassette anni dall’ultima apparizione nel Super Bowl XXXVI del 2001.

Risultati immagini per los angeles rams

Tra i tanti volti protagonisti c’è anche quello dell’allenatore Sean McVay, al suo primo Super Bowl in carriera essendo stato ingaggiato due anni fa dopo aver ricoperto solo incarichi da assistente in squadre che non erano mai arrivate alla finale. Una particolarità di McVay è che vive le partite in maniera estremamente intensa, fino a ignorare quello che gli sta succedendo attorno. Così, per evitare che durante le partite si scontri con gli arbitri a bordo campo incorrendo poi in sanzioni, un assistente dello staff dei Rams ha l’incarico di seguirlo e spostarlo di forza quando sta per avvicinarsi a un arbitro. Nel video esilarante di Espn si vede Ted Rath, ufficialmente il “get back coach” spiegare il suo peculiare ruolo. E McVay ovviamente non sembra nemmeno accorgersene.

Sean McVay con i suoi 33 anni (è nato il 24 gennaio 1986) è il più giovane coach nella Nfl e secondo Espn è anche il più giovane dal 1983 quando Art Lewis dei Cleveland divenne allenatore all’età di 27 anni.