Tag

Bale

Browsing

Gareth Bale fa il Cristiano Ronaldo e il Real Madrid non delude le attese. Dopo la clamorosa eliminazione del River Plate, il Mondiale per club rispetta i pronostici della vigilia. I blancos si sbarazzano abbastanza agevolmente dei giapponesi del Kashima Antlers (3-1) e volano in finale per la terza volta consecutiva. Decide una tripletta del gallese, nonostante i campioni asiatici abbiano messo in difficoltà la squadra di Solari nelle fasi iniziali del match.

Mister 100 milioni di euro squilla per tre volte la porta dei giapponesi, tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo. Bale firma il vantaggio al 44’ al termine di una triangolazione con Marcelo. Il raddoppio arriva al 53’ al termine di un pasticcio difensivo della difesa del Kashima. Bravo il gallese ad approfittarne e a depositare in rete la palla che sigilla il match. Giapponesi in bambola, passano due minuti e il Madrid fa tris. Ancora assist di Marcelo, ancora l’esterno ex Tottenham che fulmina il portiere avversario con un bolide in diagonale.


Il Real si siede dopo il 3-0 e concede il gol della bandiera a Doi al 78’ che, tuttavia, non cambia gli equilibri della semifinale. Bale esce e riceve la meritata standing ovation, Benzema sfiora il poker, ma il punteggio non cambia più. Merengues in finale, prevista per sabato 22 dicembre alle 17.30 contro l’Al Ain. Il pronostico pende tutto per la squadra spagnola, che vincerebbe il terzo torneo negli ultimi tre anni. Considerando anche la vecchia Coppa Intercontinentale, il Real ha in bacheca sei titoli di campione del mondo.

Dopo sei anni di digiuno l’Inter torna in Champions League, sfidando il Tottenham a San Siro alle 18.55 (diretta Sky) per il match inaugurale del gruppo B (l’altra partita è Barcellona – Psv Eindhoven). I nerazzurri non disputavano un match nell’ex Coppa dei Campioni dal 13 marzo 2012, quando furono eliminati agli ottavi dall’Olympique Marsiglia di Didier Deschamps.

Il ritorno in Champions League avverrà di fronte a circa 65mila spettatori che riempiranno le tribune dello stadio “Meazza” di Milano: per sei giocatori di Spalletti sarà l’esordio assoluto nella competizione (Icardi, Handanovic, Vecino, Skriniar, Candreva e De Vrij).

L’ultima gara dell’Inter in Champions, nel 2012 contro il Marsiglia

I precedenti – Sono quattro i precedenti tra Inter e Tottenham, tutti negli ultimi anni a partire dal 2010, con due vittorie a testa e ben 19 gol segnati. La prima sfida si svolge il 20 ottobre 2010 in Champions nel match valevole per la terza giornata del gruppo A: i nerazzurri hanno festeggiato il triplete solo 5 mesi prima e hanno Rafa Benitez in panchina al posto di Josè Mourinho. Dopo il pareggio per 2-2 in trasferta contro il Twente, la squadra del capitano Zanetti ha travolto il Werder Brema in casa per 4-0.

Nella terza giornata affrontano il Tottenham di Luka Modric e Peter Crouch, con l’ex Robby Keane pronto a subentrare dalla panchina e un giovane gallese (all’epoca 21 enne) che galoppa chilometri sulla fascia sinistra col suo numero 3. Si chiama Gareth Bale ed è ancora abbastanza sconosciuto al grande pubblico.

Un giovane Gareth Bale in Inter Tottenham del 2010

Gareth Bale show – Il primo tempo dei nerazzurri è travolgente, uno dei migliori della loro storia internazionale: va a segno subito Javier Zanetti, poi Eto’o su rigore con espulsione del portiere Gomes (e Modric sostituito da Carlo Cudicini), Stankovic e ancora Eto’o: all’intervallo è 4-0 per i padroni di casa.

Partita già finita, anzi no. Perché il Tottenham, nonostante il passivo e l’uomo di svantaggio, prova la rimonta della vita affidandosi proprio a Bale: tripletta con due gol in fotocopia che fanno tremare il pubblico di San Siro per un pareggio che sarebbe stato clamoroso. Finisce 4-3, il mondo scopre il talento gallese che si ripeterà anche nella gara di ritorno, vinta 3-1 dal Tottenham.

INTER-TOTTENHAM 4-3 (20/10/2010)

INTER: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu (61′ Pandev); Stankovic (50′ Santon), Zanetti; Biabiany (75′ Cordoba), Sneijder, Coutinho; Eto’o. All. Benitez

TOTTENHAM: Gomes; Hutton, Gallas, Bassong, Assou-Ekotto; Lennon, Modric (10′ Cudicini), Huddlestone (80′ Palacios), Jenas, Bale; Crouch (67′ Keane). All. Redknapp

ARBITRO: Damir Skomina (Slovenia)

GOAL: 2′ Zanetti (I), 11′ rig. Eto’o (I), 14′ Stankovic (I), 35′ Eto’o (I), 52′ Bale (T), 90′ Bale (T), 91′ Bale (T)

NOTE: ammoniti Chivu e Palacios; espulso Gomes all’8′

Lord Nicola Berti – Inter Tottenham non è solo Gareth Bale, ma anche Nicola Berti: l’esterno classe 1967, dopo 311 presenze e 51 gol con la maglia nerazzurra, nel 1998 arriva a Londra, ingaggiato dagli Spurs, dove resta solo un anno disputando 21 partite e siglando 3 reti.

Nicola Berti con la maglia del Tottenham abbraccia un altro ex interista, Jürgen Klinsmann