Tag

Rio 2016

Browsing

L’avevamo lasciata con un tuffo bomba durante la sua ultima trionfante apparizione agli Assoluti italiani di nuoto e ora ha deciso di voler tornare sul trampolino per provare a fare l’impresa.

Stiamo parlando della tuffatrice azzurra più vincente di sempre, Tania Cagnotto, la quale ha deciso di voler ritornare a fare quello che ha sempre fatto, tuffarsi.

Lo farà da mamma e lo farà insieme alla sua amica e collega Francesca Dellapé anche lei neomamma come Tania. Sarà un spot per tutte le mamme atlete, un messaggio importante per sottolineare che anche con dei figli si può essere sportivi ad alti livelli.

Tania Cagnotto e Francesca Dallapé con la medaglai d’argento alle Olimpiadi di Rio 2016

Le due campionesse si sono ritrovate dopo due anni e mezzo dalla storica medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e con due tifose d’eccezione: Maya (10 mesi) figlia della Cagnotto e Ludovica (17 mesi) figlia della Dallapé.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Oggi sincro in 4 con le nostre polpettine ❤️❤️

Un post condiviso da Tania Cagnotto (@cagnottotania) in data:

È una sfida importante ma loro due non hanno paura e vogliono provarci. Tania Cagnotto è stata coinvolta dalla sua amica, convinte che si possa realizzare qualcosa di unico.

Non l’avrei mai detto, all’inizio pensavo che fosse una follia ma poi mi sono detta che si poteva fare. È una piccola sfida e se non ci dovessimo riuscire vorrà dire che ci siamo allenate e divertite di nuovo insieme.

L’obiettivo è arrivare a disputare le Olimpiadi di Tokyo 2020, per il 2019 ci saranno una serie di competizioni a cui le due mamme dovranno partecipare: la Coppa Tokyo (che però si disputa a Bolzano) dal 22 al 24 febbraio, gli Assoluti invernali dal 29 al 31 marzo oppure gli Assoluti estivi dal 24 al 26 maggio. La certezza è legata alla presenza nel Grand Prix di Bolzano dal 14 al 16 giugno.

Il vero ostacolo è in casa azzurra e sono le due giovanissime tuffatrici: la ventiquattrenne Elena Bertocchi e la sedicenne Chiara Pellacani, già campionesse d’Europa dal trampolino da tre metri e con un futuro roseo.

Il feeling sembra essere quello di sempre e lo ribadisce anche l’onnipresente Giorgio Cagnotto, papà di Tania. Il cammino per le due mamme è iniziato, ora non resta che vedere cosa sono ancora capaci di fare.

Il confine tra sport e sentimenti non è poi così marcato come si potrebbe pensare. Nel corso della storia abbiamo assistito a scene commoventi e dichiarazioni d’amore proprio all’interno di contesti sportivi di grande rilievo, assumendo un contorno ancora più speciale.

Come non rievocare alcuni di questi momenti proprio nel giorno di San Valentino?

La proposta di matrimonio più eclatante e romantica tra due atleti è avvenuta alle Olimpiadi di Rio 2016, quando a sorpresa, poco dopo la premiazione, il campione olimpico di Pechino Qin Kai si è avvicinato alla sua fidanzata, la tuffatrice He Zi e le ha chiesto di sposarlo.

Entrambi tuffatori di spicco della Cina, hanno fatto sapere al mondo in diretta Tv che oltre a condividere la passione per lo sport erano anche compagni nella vita. E la dichiarazione arriva proprio in un momento speciale per la campionessa cinese che aveva appena ricevuto la medaglia d’argento nella finale del trampolino 3 metri, dopo la connazionale Shi Tingmao e davanti alla nostra azzurra Tania Cagnotto.

Una giornata che resterà per sempre nei suoi ricordi più belli e che anche gli appassionati di sport di certo non potranno dimenticare, perché rappresenta una di quelle storie fatta di sentimenti sinceri. Solitamente i cinesi mantengono un certo rigore, soprattutto durante eventi sportivi di un certo spessore, come un contesto olimpico, ma le lacrime versate dalla giovane campionessa che riceve l’anello dal suo fidanzato in ginocchio sono vere e non lasciano dubbi: a Rio 2016 ha vinto anche l’amore.

Oggi i due atleti sono sposati e di recente He Zi ha annunciato di voler abbandonare il trampolino per dedicarsi alla sua famiglia, in attesa del loro primo bambino.

Ma la loro storia non è l’unica che è stata condivisa con il mondo: nel ciclismo ricordiamo la singolare proposta di matrimonio di Cyril Gautier durante il Tour de France.

Nel marzo 2017 è proprio durante la ventunesima tappa della corsa che in modo del tutto inaspettato il ciclista esce dalla tasca un foglietto con su scritto:

Carolina, vuoi sposarmi? Ti amo

E tra il sostegno dei compagni e l’emozione del momento, Gautier ha voluto dichiararsi davanti alle telecamere per dare al suo gesto un tocco di romanticismo in più. E la fidanzata Carolina come ha preso la notizia? Ecco la risposta in un tweet di qualche giorno dopo:

Nel 2017 i sentimenti sono stati protagonisti anche nel campo di basket, con Andrea Pecile, che al termine della partita tra Alma Trieste e Virtus Bologna, è corso in tribuna dalla fidanzata con un anello per farle la proposta di matrimonio.

Un match ricco di emozioni, culminato con la vittoria della sua squadra per 71-65, e il colpo di scena finale hanno reso la serata indimenticabile per il giocatore Pecile e la sua fidanzata, che ha detto sì davanti un pubblico in delirio.

Le dichiarazioni di Pecile, subito dopo la partita, non lasciano dubbi sulla sincerità del suo gesto e delle sue intenzioni:

Ho coronato una giornata perfetta. Era proprio così il sogno della mia vita

Lo sport è fatto anche di questo: passione e grandi sentimenti che emozionano dentro ma anche fuori dal  campo da gioco.