Warning: stripos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 90

Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 101
parapendio Archives - Pagina 2 di 2 - Mondiali.it
Tag

parapendio

Browsing

Mercoledì 28 giugno, nella magnifica cornice di piazza Maggiore, a Feltre, è stato presentato il programma del Mondiale di parapendio MonteAvena2017, prima edizione in Italia e con numeri da record: ben 150 atleti e 48 paesi partecipanti, mai successo nelle 14 edizioni precedenti.

Per l’occasione erano presenti anche i piloti di casa nostra che difenderanno i colori dell’Italia durante il campionato e che hanno scelto questo momento per presentarsi ufficialmente al pubblico. Ecco il team che porterà nei cieli l’orgoglio italiano: Silvia Buzzi Ferraris (Milano), Joachim Oberhauser (Termeno, Bolzano), Luca Donini (Molveno, Trento), Biagio Alberto Vitale (Bologna), Christian Biasi (Rovereto, Trento) e Alberto Castagna, ct della Nazionale (Cologno Monzese, Milano).

Ecco nel dettaglio, le schede degli atleti italiani:

Silvia Buzzi Ferraris

Nata a Milano il 25 settembre 1967, sposata con due figlie gemelle di 19 anni, laureata in fisica e insegna matematica e fisica. Hobby: parapendio, kite, triathlon, sci-alpinismo e poi passione per il ricamo, uncinetto e suonare il pianoforte. Nel parapendio è stata campionessa italiana per dieci anni a partire dal 1994;

Joachim Oberhauser

Nato a Bolzano il 14 ottobre 1975. In volo dal 1993, a partire dal 2004 ha iniziato a gareggiare. I suoi migliori risultati: Campione europeo Team nel 2010, vincitore della Coppa Italia nel 2013 e nel 2015, 7° nell’Europeo ad Abtenau nel 2010, 10° nel Mondiale a Roldanillo nel 2015, vicecampione nell’Europeo a Krushevo nel 2016;

Christian Biasi

Nato il 16 giugno 1973 a Rovereto, in Trentino Italia. La passione per la montagna e il volo è stata trasmessa dal padre che praticava il paracadutismo. Pratica alpinismo, lo sci da discesa, lo sci alpinismo e la corsa in montagna, ma il parapendio assorbe la maggior parte del suo tempo libero, dato che lo pratica a livello agonistico nazionale e internazionale. Nel suo palmares ci sono quattro titoli di Campione Italiano (2002, 2004, 2006, 2009) e vari piazzamenti di rilievo con la maglia azzurra della Nazionale e in Paragliding World Cup. Fa parte della squadra nazionale Italiana dal 1999;

Luca DONINI

Nato a Trento il 22 febbraio 1963, vola dai primi anni ’90. I suoi migliori risultati: campione del Mondiale 2001, campione dell’Europeo nel 2006 e nel 2010, campione italiano nel 2016, campione europeo a squadre nel 2004 e nel 2010, diverse medaglie argento e bronzo a Mondiali ed Europei;

Biagio Alberto Vitale

Campione italiano nel 2007, oro a squadra negli Europei dei 2010, bronzo a squadra negli Europei del 2016, due volte vincitore del Trofeo Guarnieri;

 

Alberto Castagna, Team Leader nazionale Italiana 

 

Nato a Milano il 28 agosto 1963. Vola dal 1990 ed è team leader della Nazionale dal 1998. Sposato con Ida con la stessa passione per il volo, i suoi migliori risultati sono, da ct: medaglia d’ oro – Campione europeo Nazioni nel 2004 e nel 2010, medaglia d’argento Nazioni Campionato Mondiale nel 2009 e nel 2013; medaglia d’argento Nazioni Campionato Europeo nel 1998 e nel 2006;  medaglia di Bronzo Nazioni Campionato Mondiale nel 2001, medaglia di Bronzo Nazioni Campionato Europeo nel 2008, 2014 e nel 2016.

 

Ad aprire la cerimonia dopo il saluto del colonnello David Morpurgo, comandante del 51° Stormo, il passaggio delle Frecce Tricolori che, dopo 50 anni di assenza, hanno sfrecciato in formazione da nove velivoli sopra Feltre a alla sua vallata. Un buon augurio a tutti gli sportivi e agli organizzatori dell’evento, come commenta Matteo Di Brina, presidente MonteAvena2017:

Vederle passare è un sogno che è diventato realtà, un’emozione incredibile, resa ancora più grande dal fatto che sono passati proprio per salutare il nostro Mondiale. Un evento straordinario non solo per noi, ma da condividere con tutto il territorio: le Frecce mancavano da mezzo secolo, speriamo che in molti apprezzino i nostri sforzi e questo risultato!

La 15esima edizione del Mondiale di parapendio prenderà ufficialmente il via con la maestosa cerimonia di apertura domenica 2 luglio alla quale seguirà una giornata di prove tecniche, fissate per il 3 luglio.
Si entra nel vivo della competizione martedì 4 luglio con la prima assegnazione di gara valida per i punteggi. Le discipline procederanno poi fino a sabato 15, giornata in cui verrà proclamato il nuovo campione del mondo. Una curiosità: uomini e donne gareggiano assieme senza gare distinte.

Ma MonteAvena2017 non sarà solo parapendio: moltissime, infatti, sono le attività che si svolgeranno a contorno della gara, già a partire dal 1° luglio con “Monte Avena Dolomti Expo”, la fiera dedicata al volo libero e agli sport outdoor con la possibilità, per appassionati e temerari, di provare l’emozione del volo in tandem.
E poi ancora escursioni naturalistiche, visite ai centri storici, degustazioni di prodotti tipici, giri in bicicletta, cannyoning, arrampicata, concerti, buona cucina e molto altro. Centro nevralgico di questo vortice di eventi è il campo di atterraggio principale del Mondiale, in zona Boscherai a Pedavena.

 

 

 

All’inaugurazione della mostra sulle macchine di Leonardo da Vinci, si brinda con la birra dedicata a MonteAvena2017

 

Taglio del nastro con doppia sorpresa quello avvenuto a Palazzo Guarnieri: da una parte la prima visita alla mostra dedicata alle macchine inventate da Leonardo da Vinci, direttamente sotto la guida degli ideatori Ivano Morgan e Girolamo Covolan, dall’altra la presentazione in anteprima della bottiglia Pedavena con etichetta speciale dedicata all’evento iridato su disegno di Fabio Giudice.

Realizzata in edizione limitata, 22.000 bottiglie, la birra del Mondiale, distribuita in esclusiva da Consorzio Turistico Dolomiti Prealpi, potrà essere acquistata presso la Bottega Dolomitica a Pedavena e presso gli esercizi commerciali con licenza che ne faranno richiesta.

Una serata inaugurale in cui, ancora una volta, questo Mondiale ha fatto vedere il territorio feltrino fare squadra e portare a casa un doppio significativo risultato grazie alla collaborazione attiva sul campo, oltre che del Comitato organizzatore, anche dei Commercianti di Feltre e della mostra dell’Artigianato per quel che riguarda l’esposizione dei modelli di Leonardo da Vinci (15 giugno – 10 agosto, Palazzo Guarnieri) e di fabbrica di Pedavena e Consorzio Dolomiti Prealpi per la realizzazione e distribuzione della “bottiglia del Mondiale”. Merita una menzione speciale il contributo portato dalla sensibilità artistica di Fabio Giudice che ha il merito di aver ideato entrambe le iniziative.

Fonte: comunicato stampa

Le macchine nate dalla mente del padre del volo in mostra a Palazzo Guarnieri dal 15 giugno al 10 agosto

 

Tutti invitati all’inaugurazione della mostra dedicata alle macchine di Leonardo da Vinci, giovedì 15 giugno​ alle 18:30 a Palazzo Guarnieri.
La mostra arriva a Feltre grazie all’impegno congiunto del Comitato dei Mondiali di
Parapendio MonteAvena2017 e dei Commercianti di Feltre che, facendo tesoro della segnalazione arrivata da Fabio Giudice hanno deciso di fare lavoro di squadra e portare questa opportunità unica per per conoscere più da vicino il Maestro fiorentino. Spiegano i promotori:

Abbiamo voluto un taglio del nastro aperto perché vogliamo sia chiaro che le iniziative che prenderanno vita da qui in avanti hanno carattere inclusivo, sono pensate per creare scambio e movimento grazie alla partecipazione di tutti

Dopo il taglio del nastro seguirà una visita dell’esposizione sotto la guida di Girolamo Covolan e Ivano Morgan, ideatori della mostra, che hanno realizzato con le loro mani tutti i modelli.

L’esposizione sarà ospitata, grazie alla disponibilità della famiglia Guarnieri – Ferrari Bravo, nelle storiche stanze di Palazzo Guarnieri, luogo legato al mondo del volo libero, perché residenza di della famiglia di Adriano Guarnieri, pioniere del volo libero, a cui è intitolato l’omonimo trofeo che annualmente si disputa proprio sul Monte Avena.

La mostra, a ingresso libero, sarà aperta dal 15 giugno al 10 agosto, dal martedì alla domenica grazie all’assistenza dei volontari delle associazioni Fondaco, La Fenice e Tilt.

NOTE SULLA MOSTRA

Una mostra tributo all’ingegno di Leonardo, scelto come simbolo dell’eccellenza artigiana e creativa italiana e per il ruolo fondamentale che i suoi studi hanno avuto nel rendere realtà il sogno e l’aspirazione dell’uomo a volare. La mostra consentirà al visitatore di conoscere da vicino molte delle macchine progettate da da Vinci, grazie ai modelli costruiti dal dal professore Girolamo Covolan e da Ivano Morgan, dopo studi approfonditi dei codici originali fino ad arrivare a delle riproduzioni perfettamente fedeli all’originale.
Per meglio condurre il visitatore attraverso il percorso di ingegno nato dalla mente di Leonardo, i suoi progetti sono raggruppati in quattro sezioni corrispondenti agli elementi cosmologici: terra, acqua, aria, fuoco e corredati da pannelli descrittivi.

Nel passare da una riproduzione ad un’altra, i visitatori avranno la possibilità di apprezzare il difficile e affascinante passaggio dall’intuizione alla realizzazione pratica, avendo la possibilità di toccare con mano ed azionare i diversi congegni perfettamente funzionanti.

Fonte: comunicato stampa

Non è solo l’orgoglio di essere riusciti a portare il mondiale in Italia per la prima volta, è anche la consapevolezza di avere un’occasione unica per fare in modo che si cominci a parlare un po’ di più di questo sport

Orgoglio, consapevolezza e auspicio: sono le tre parole attorno alle quale Matteo Di Brina, presidente del Comitato organizzatore, spera di costruire il Mondiale di parapendio 2017 che si disputerà per la prima volta in Italia, dal 1° al 15 luglio.

Dopo un duro sforzo per confermarsi paese ospitante e per costruire questo progetto, Di Brina chiama a raccolta i tifosi, gli appassionati e anche semplicemente i curiosi, perché è da loro che deve crescere la passione per uno sport sostenibile e ricco di emozioni uniche:

Avremo in gara piloti di primissimo ordine, che si sfideranno in un territorio tra i più invidiati al mondo per bellezza e varietà di correnti: siamo uno sport di nicchia, certo, ma questa è un’occasione irripetibile per lasciare il segno e allargare i confini di questa nicchia. Questo è uno sport con un grandissimo potenziale: è uno sport sostenibile, praticabile da tutti, che ti consente di provare emozioni uniche e vedere le cose letteralmente da un altro punto di vista. Assieme ai volontari, che da due anni lavorano instancabilmente a questo progetto, ce l’abbiamo messa tutta per rendere memorabile questa prima edizione italiana. Ora la palla passa al pubblico, che noi immaginiamo numeroso, fatto di appassionati ma anche di amanti di attività all’aria aperta, che approfitteranno di queste giornate anche per scoprire le bellezze che questo territorio ha da offrire

Seguite gli aggiornamenti sulla pagina Facebook dell’evento o sul sito www.monteavena2017.org

Dal 1° al 15 luglio, l’Italia ospiterà per la prima volta i Mondiali di parapendio. La cornice, suggestiva, sarà la splendida regione Predolomitica della Valbelluna.
Maurizio Bottegal, direttore di gara, spiega che tipo di competizione sarà e cosa aspettarci:

Avremo a disposizioni 12 giorni di gara effettiva, diverse centinaia di chilometri quadrati di superficie da sorvolare, moltissimi punti di decollo e atterraggio e i migliori piloti al mondo, il tutto racchiuso in uno scenario di una bellezza da togliere il fiato con una varietà di conformazione del territorio che davvero permetterà di mettere assieme task per tutti i gusti. La mia intenzione è quindi quella di sfruttare al massimo tutta questa ricchezza e dare vita a delle manche di gara in cui poter dare risalto alle diverse abilità, tecniche e di intuito che un pilota può avere

Con un record di 48 paesi partecipanti, in questa edizione di Mondiali si cercherà di differenziare i tracciate, dare agli atleti la possibilità di confrontarsi con sfide emozionanti e nuove anche per chi già conosce il territorio. Il sogno è attraversare tutte le Dolomiti:

Saranno senza dubbio manche che mescoleranno velocità e tecnica, voglia di azzardo e capacità di controllo. Inoltre sto lavorando per mettere a punto anche delle nuove boe, da un lato per dare anche a chi già conosce questo territorio modo di mettersi a confronto con sfide del tutto nuove, dall’altro per valorizzare appieno l’intera superficie di gara. Per fare qualche esempio, senza dubbio ci saranno delle giornate in cui decolleremo dal Monte Avena e atterreremo al Boscherai, ma non mancheranno decolli da Marostica con atterraggi in Alpago, decolli da Aviano con atterraggi a Bassano del Grappa o Levico, manche che interesseranno Gemona del Friuli, Fiera di Primiero, Valdobbiadene, Borso del Grappa e via dicendo. Il grande sogno è quello di potere affidare una task che attraversi tutte le Dolomiti, collegando la pianura Pedemontana per arrivare in Val Pusteria, atterrando a Brunico

Seguite gli aggiornamenti sulla pagina Facebook dell’evento o sul sito www.monteavena2017.org

L’universo del parapendio si concentrerà, nei prossimi mesi, in un unico punto: l’Italia. Anzi, per essere più precisi, nei cieli delle Valbelluna. Dal primo al 15 luglio, infatti, si svolgeranno i Mondiali di parapendio e, per i colori azzurri, c’è già da alzare un trofeo, un riconoscimento: mai nella storia di questa disciplina si era, infatti, registrato un numero così alto di Nazioni partecipanti. Alla prima comunicazione ufficiale, infatti, si sono iscritti 48 Paesi pronti a contendersi il titolo di campione del mondo.

Per fare un paragone, nella precedente edizione, quella del 2015 disputata a Roldanillo, in Colombia, le Nazioni in gara erano 38. Un record che, ovviamente, fa sorridere gli organizzatori e tra loro, Matteo di Brina, presidente del Comitato organizzatore, ha così commentato:

Siamo fieri e soddisfatti di questo traguardo raggiunto. Ancora una volta spetta a noi il merito di aver alzato di una tacca l’asticella degli standard in questo sport. Senza dubbio la location straordinaria garantita dal nostro territorio ha avuto una parte importante nell’attirare l’interesse di così tante Nazioni. La speranza ora è che gli italiani manifestino lo stesso entusiasmo e si presentino numerosi ai vari appuntamenti con una risposta all’altezza della fiducia che le squadre delle varie nazioni ci hanno anticipatamente dimostrato.

Durante le giornate di gara, i 150 piloti si muoveranno su un campo di gara di 5mila chilometri quadri. La vista sarà senz’altro affascinante e mozzafiato: dalle Dolomiti bellunesi, a Venezia e alla sua laguna sullo sfondo, passando per il monte Avena che sarà il centro nevralgico delle competizioni assieme alla catena Predolomitica e la Valbelluna. Non solo Veneto, però: alcune task vedranno gli atleti darsi battaglia nei cieli di Friuli Venezia Giulia e Trentino.

Insomma, un circuito unico tra Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia, percorsi aerei con correnti termiche che daranno filo da torcere anche ai migliori. A terra un’area attrezzatissima in cui gli appassionati potranno vivere la diretta della gara minuto per minuto, senza rinunciare a relax, chioschi, punti ristoro e un fitto programma di scoperta del territorio e dei suoi borghi storici.

Giunto alla sua 15esima edizione, il Mondiale di parapendio si è disputato per la prima volta a Kossen, in Austria. Gli attuali campioni in carica sono i francesi Honorin Hamard, per la categoria maschile e Seiko Fukuoka Naville, per quella femminile.

Seguite gli aggiornamenti sulla pagina Facebook dell’evento o sul sito www.monteavena2017.org

Momento storico per l’Italia che ama il volo libero, perché per la prima volta si appresta ad ospitare i Mondiali di questa disciplina, dal 1 al 15 luglio nella splendida regione Predolomitica della Valbelluna.
Un appuntamento imperdibile che avrà il suo quartier generale alle pendici del Monte Avena, ma che vedrà le vele dei 150 atleti provenienti da 48 nazioni gareggiare in una superficie di gara di ben 5mila chilometri quadri.

Monte Avena 2017 non sarà solo task, tecnica e fatica: la grande macchina organizzativa, infatti, ha lavorato sodo per creare, durante i 15 giorni di gara, eventi ed iniziative per intrattenere accompagnatori e supporters. Saranno  numerose e varie le opportunità per coloro che seguiranno il mondiale da terra  mentre i piloti saranno impegnati a conquistare i loro migliori risultati: accompagnatori, appassionati e curiosi potranno scegliere di andare alla scoperta dei borghi storici della provincia di Belluno, di prendere parte ad una escursione naturalistica o ancora di scoprire i prodotti di eccellenza gastronomica che il territorio ha da offrire.
Non mancheranno attività e gruppi di lavoro anche per i più piccoli ed eventi di intrattenimento per tutti.

Seguite gli aggiornamenti sulla pagina Facebook dell’evento o sul sito www.monteavena2017.org

Fonte: comunicato stampa