Tag

mondiali femminili

Browsing

L’enfasi patriottica è una prerogativa essenziale nell’identikit (un po’ stereotipato, dai) di un perfetto americano. Del resto, come mai gli alieni che decidono di devastare il mondo e annullare l’umanità, si concentrano sul suolo a stelle e strisce?

Toni epici, da mano sul cuore, attraversano Hollywood per poi arrivare alla musica e all’arte, ma c’è un campo indiscusso dove il valore dell’essere americano è superiore: lo sport. E quando uno statunitense sa di essere forte, la combo può essere atomica. Non solo nel basket, nell’NBA, quintessenza dello sport, ma anche nel calcio femminile, gli Usa possono vantare – legittimamente – la loro superiorità.

Detentrice dell’edizione 2015 in Canada, Nazionale con più successi (tre), la squadra degli Stati Uniti si pone un gradino sopra le altre anche ai nastri di partenza del Mondiale 2019 in Francia e, Fox Sports america, broadcaster ufficiale della competizione, ha deciso di ribadire questo concetto nel suo spot promozionale girato dal famoso regista Joseph Kahn.

Epica, enfasi, patriottismo e climax ascendente adrenalinico, ovviamente, non mancano. Fox sapeva che bisognava sparare per colpire e lo si capisce dal titolo: “All eyes on us”, che oltre a caricare di responsabilità e aspettative le 23 calciatrici, pone una domanda che i tifosi di tutto il mondo si stanno chiedendo, ovvero, qualcuno può competere con l’America, regina indiscussa?

Del resto il claim, recitato dall’attrice Carrie Coon, dice: «Take your best shot. Just remember – You come at the queen, you best not miss». Il risultato è uno spot veloce, furioso e coinvolgente in cui, in successione, si vedono le statunitensi, dalla Morgan a Rapinoe, gareggiare contro la Francia tra contrasti intensi e azioni rapide. Il video è stato talmente preso sul serio dalla calciatrici che Robert Gottlieb, vice presidente esecutivo e responsabile marketing di Fox Sports, ha svelato questo aneddoto:

Becky Sauerbrunn, che alla fine della pubblicità la si vede affrontare in takle una giocatrice francese, durante le riprese ha subito un colpo al ginocchio e ha iniziato a perdere sangue. Non si è lamentata durante la fase di registrazione, ma quando abbiamo visto la ferita abbiamo pensato che fosse arrivato il momento di fermarsi: un infortunio così sarebbe stato un disastro. Ovviamente non abbiamo detto nulla all’allenatore altrimenti avrebbe perso la testa!

Nelle sette edizioni precedenti, nella storia dei Mondiali di calcio femminili, sono state realizzate 771 reti e la Fifa, nella sua marcia d’avvicinamento verso l’edizione francese, ha chiesto agli utenti di scegliere e di votare il gol migliore realizzato.

Lo scettro e la corona se li prende Monica Ocampo con il suo tiro dalla lunga distanza nella partita inaugurale del suo Messico contro l’Inghilterra, nel 2011, in Germania. Una superba realizzazione che ha scavalcato la rete di Song Xiaoli, nel 2007, al debutto della sua Cina e la prodezza da centrocampo di Carli Lloyd con la maglia degli Stati Uniti nella finale del 2015.

Risultati immagini per mexico germany 2011 women's world cup

La rete di Ocampo è stata, per certi aspetti, significativa per la storia delle messicane: in Germania, otto anni fa, ritornavano alle fasi finali di un Mondiale dopo 12 anni di assenza e a Wolfsburg, nel loro incontro di apertura, dimostrarono grande caparbietà e tempra. Passate in svantaggio a causa della rete di Fara Williams, le messicane hanno raddrizzato la partita 12 minuti più tardi con il spettacolare sigillo proprio di Ocampo: Dinora Garza passa la palla a centrocampo, Monica Ocampo avanza di un paio di passi e lascia partite un destro secco e potente che si spegne poco sotto la traversa, nell’angolo superiore. Nonostante i 180 centimetri del portiere Karen Bardsley.

 

Un gol, quello dell’1-1 che è durato per tutto il match dando a El Trì il primo punto storico nella sua storia della Coppa del Mondo.

Mondiali femminili, Andrea Di Giandomenico, responsabile tecnico della Nazionale Italiana Femminile, ha ufficializzato la formazione che domani affronterà la Spagna all’”UCD Bowl” di Dublino alle 14.45 locali (15.45 ITA) nel terzo ed ultimo incontro del Girone B della Women’s Rugby World Cup.

“Affronteremo un avversario meno fisico rispetto a USA e Inghilterra – ha esordito Andrea Di Giandomenico – . La velocità è una delle armi migliori della Spagna che nella sua rosa annovera giocatrici specializzate nel Rugby a 7. L’obiettivo, naturalmente, è vincere la partita”.

“Vestire la maglia Azzurra è sempre un onore – ha dichiarato Paola Zangirolami, centro dell’Italdonne – . Era da tanto che non scendevo in campo da titolare: sarà ancor più bello lottare insieme alle mie compagne. Qui a Dublino disputerò le ultime partite con l’Italia: l’emozione è tanto e darò il massimo per portare a casa il bottino pieno”.

Nel XV iniziale Beatrice Rigoni, rispetto alla gara contro l’Inghilterra, indosserà la maglia numero 10 con Zangirolami inserita come primo centro. Ritrovano spazio dal primo minuto Silvia Gaudino e Sofia Stefan.

Nella giornata di venerdì 18 agosto la Nazionale Italiana femminile si sposterà a Belfast per la fase finale del Mondiale.

Questa la formazione titolare:

15 Manuela FURLAN (Svincolata, 57 caps)

14 Sofia STEFAN (Stade Rennais, 29 caps)

13 Maria Grazia CIOFFI (Rugby Colorno, 48 caps 12 Paola ZANGIROLAMI (Valsugana Rugby Padova, 73 caps)

11 Michela SILLARI (Harlequins, 36 caps)

10 Beatrice RIGONI (Valsugana Rugby Padova, 18 caps)

9 Sara BARATTIN (Villorba Rugby, 73 caps) – capitano

8 Silvia GAUDINO (Rugby Monza 1949, 69 caps)

7 Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 23 caps)

6 Isabella LOCATELLI (Rugby Monza 1949, 13 caps)

5 Alice TREVISAN (Rugby Riviera 1975, 41 caps)

4 Valeria FEDRIGHI (Verona Rugby, 4 caps)

3 Lucia GAI (Stade Rennais, 49 caps)

2 Melissa BETTONI (Stade Rennais, 37 caps)

1 Marta FERRARI (Stade Rennais, 20 caps)

A disposizione:

16 Elisa CUCCHIELLA (Rugby Belve Neroverdi, 64 caps)

17 Michela ESTE (Benetton Treviso, 53 caps)

18 Sara TOUNESI (Rugby Colorno, 2 cap)

19 Valentina RUZZA (Valsugana Rugby Padova 15 caps)

20 Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais, 27 caps)

21 Veronica SCHIAVON (Yokohama TKM, 80 caps)

22 Elisa BONALDO (Rugby Colorno, 2 caps)

23 Veronica MADIA (Rugby Colorno, 5 caps)

 

il calendario azzurro

9 agosto, USA – Italia 24-12 (5-0)

13 agosto, Inghilterra – Italia 56-13(5-0)

17 agosto, Italia – Spagna (calcio d’inizio ore 15.45 italiane)

22 agosto, semifinali

26 agosto, finali

Nel secondo incontro del Girone B dei mondiali femminili l’Inghilterra supera 56-13 l’Italia al Billings Park di Dublino.

Partita molto fisica che ha visto le Azzurre giocare gli ultimi 16 minuti del match in inferiorità numerica a causa dell’infortunio occorso a Maria Magatti nella ripresa.

“Il risultato sicuramente non ci sorride – ha dichiarato Andrea Di Giandomenico, head coach dell’Italdonne -. Ci sono degli spunti positivi su cui continueremo a lavorare nei prossimi giorni. Soprattutto nel primo tempo siamo riusciti a mettere in difficoltà l’Inghilterra. Nella ripresa abbiamo sofferto la loro fisicità e l’inferiorità numerica nel finale. Giochiamo ogni quattro giorni, gli infortuni possono essere all’ordine del giorno. Rispetto alla gara contro gli USA ci sono degli aspetti positivi, ma siamo ben consapevoli che non basta. Continueremo a lavorare per giocare il miglior rugby possibile”.

Mondiali rugby femminili

 

Terzo e ultimo incontro per l’Italdonne nel Pool B contro la Spagna in calendario giovedì 17 agosto alle 14.45 locali (15.45 italiane) all’”UCD Park” di Dublino.

il tabellino

Inghilterra v Italia 56-13 (22-8)

Marcatori: p.t. 9’ m. Scarratt (5-0); 15’ m. Matthew tr. Scarratt (12-0); 19’ c.p. Schiavon (12-3); 23’ m. Magatti (12-8); 27’ m. Thompson (17-8); 39’ m. Cokayne (22-8); s.t. 45’ m. Taylor (27-8); 48’ m. Scarratt tr. Scarratt (34-8); 52’ m. Giordano (34-13); 56’ m. Waterman (39-13); 64’ m. Waterman tr. Reed( 46-13); 77’ m. Thompson (51-13); 79’ m. Wilson-Hardy (56-13)

Inghilterra: Waterman; Thompson, Scarratt (cap) (62’ Jones), Burford (41’ McLean), Wilson Hardy; Reed, Hunt (60’ Mason); Matthews (62’ Hunter), Packer (21’-30’ Millar-Mills) (62’ Millar-Mills), Noel-Smith; Alderoft, Taylor; Lucas (67’ Cleall), Cokayne (62’ Kerr), Clark (62’ Cornborough).

All. Middleton

Italia: Furlan; Sillari (55’ Stefan), Cioffi (61’ Madia), Rigoni, Magatti; Schiavon (41’ Zangirolami), Barattin (cap.); Giordano (57’ Gaudino), Locatelli, Arrighetti; Trevisan (57’ Ruzza), Fedrighi (66’ Tounesi); Gai (61’ Cucchiella), Bettoni (66’ Giacomoli), Ferrari

All. Di Giandomenico

Arb. Tim Backer (HKRU)

Calciatori: Scarratt (Inghilterra) 2/7; Schiavon (Italia) 1/2; Sillari (Italia) 0/1; Reed (Inghilterra)1/3

il calendario azzurro

9 agosto, USA – Italia 24-12 (5-0)

13 agosto, Inghilterra – Italia 56-13 (5-0)

17 agosto, Italia – Spagna (calcio d’inizio ore 15.45 italiane)

Saranno Belgio, Portogallo, Romania e Moldavia le avversarie della Nazionale femminile nella fase a gironi delle qualificazioni mondiali di Francia 2019. L’Italia, che a luglio prenderà parte alla Fase Finale del Campionato Europeo in Olanda, è stata inserita nel Gruppo 6 e sarà impegnata nelle gare di qualificazione dall’11 settembre 2017 al 4 settembre 2018. Le sette vincitrici dei gironi si qualificheranno direttamente al Mondiale, mentre le quattro seconde migliori si affronteranno nei play off (semifinale e finale) in programma nell’ottobre e novembre 2018.

“Non ci possiamo lamentare del sorteggio – è il commento del Ct Antonio Cabrini – abbiamo tutte le carte in regola per passare il turno. La sconfitta di un mese fa con il Belgio nella Cyprus Cup non fa testo, le avversarie sono tutte alla nostra portata anche se non va sottovalutato nessuno”.

Intanto c’è un Campionato Europeo da preparare: “Siamo giunti al termine della stagione – sottolinea Cabrini – le ragazze accusano un po’ di stanchezza come è giusto che sia e in questi mesi dovremo ricaricare le batterie per presentarci nelle migliori condizioni possibili in Olanda. Purtroppo abbiamo perso per infortunio Alice Parisi, Martina Rosucci è rientrata da poco e il centrocampo è ancora tutto da valutare”.

I gironi di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA di Francia 2019

Gruppo 1: Inghilterra, Russia, Galles, Bosnia-Erzegovina, Kazakistan
Gruppo 2: Svizzera, Scozia, Polonia, Bielorussia, Albania
Gruppo 3: Norvegia, Olanda, Repubblica d’Irlanda, Slovacchia, Irlanda del Nord
Gruppo 4: Svezia, Danimarca, Ucraina, Ungheria, Croazia
Gruppo 5: Germania, Islanda, Repubblica Ceca, Slovenia, Isole Faroe
Gruppo 6: ITALIA, Belgio, Portogallo, Romania, Moldavia
Gruppo 7: Spagna, Austria, Finlandia, Serbia ed Israele

La Nazionale azzurra sarà tra le sette teste di serie al sorteggio dei gironi dei Mondiali femminili di Francia 2019 in programma martedì 25 aprile (ore 13.30) a Nyon. L’Italia, che a luglio prenderà parte alla Fase Finale del Campionato Europeo in Olanda, sarà impegnata nelle gare di qualificazione dall’11 settembre 2017 al 4 settembre 2018. Le sette vincitrici dei gironi si qualificheranno direttamente al Mondiale, mentre le quattro seconde migliori si affronteranno nei play off (semifinale e finale) in programma nell’ottobre e novembre 2018.

Le fasce per il sorteggio della Coppa del Mondo FIFA di Francia 2019

Urna A: Germania, Inghilterra, Norvegia, Svezia, Spagna, Svizzera, Italia
Urna B: Olanda, Islanda, Scozia, Danimarca, Austria, Belgio, Russia
Urna C: Finlandia, Ucraina, Galles, Romania, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica d’Irlanda
Urna D: Portogallo, Serbia, Ungheria, Bosnia-Erzegovina, Bielorussia, Slovacchia, Slovenia
Urna E: Irlanda del Nord, Croazia, Israele, Kazakistan, Albania, Isole Faroe, Moldova

*Le sette vincitrici dei gironi raggiungeranno la Francia (qualificata in qualità di Paese ospitante) alla Fase finale. Le quattro seconde classificate con i migliori risultati contro la prima, terza e quarta nel rispettivo girone accederanno agli spareggi, che consisteranno in due turni a eliminazione diretta con gare di andata e ritorno (ottobre-novembre 2018) e decreteranno l’ultima qualificata europea.

Verso la fase finale in Francia

Fase di qualificazione a gironi – 11 settembre 2017–4 settembre 2018
Spareggi – semifinali: 1–9 ottobre 2018
Spareggi – finale: 5–13 novembre 2018
Fase finale – estate 2019, Francia