Tag

Liam Walker

Browsing

La partita Gibilterra contro Lettonia si è trasformata in festa nazionale per il piccolo territorio britannico che ha chiuso il match con un secco 1-0. Un gol del tutto inaspettato che è arrivato proprio sul finire della partita ma che ancora viene festeggiato dagli abitanti del luogo.

A chi non conosce la storia calcistica di Gibilterra potrebbe risultare un tantino esagerata questa grande festa per una singola partita vinta. Ma c’è molto di più dietro questo piccolo trionfo che diventa la seconda vittoria storica di sempre.

Si, perché la squadra di Gibilterra finora ha vinto soltanto due partite. Il primo successo lo ha ottenuto quattro anni fa quando ha affrontato Malta e anche in quel caso ha vinto per 1-0. Dopo la prima vittoria storica, nel 2016, arriva anche il riconoscimento da parte della FIFA (fino a quel momento Gibilterra era riconosciuta solo dalla UEFA). Ma dopo di allora non è riuscita più ad emergere fino al match in casa contro la Lettonia. Da qui il motivo di tanto clamore.

E non si festeggia solo il gol ma anche il suo protagonista, Liam Walker, che è anche l’artefice di un’altra rete fatta durante le qualificazioni ai Mondiali. Che poi queste qualificazioni si conclusero con un nulla di fatto perché ultimi a zero punti è un’altra storia! L’intervento del centrocampista ha fatto il miracolo all’88esimo minuto, regalando una gioia immensa ai pochi abitanti del piccolo Stato.

Ed è un grande trionfo se si pensa che nel ranking FIFA il nome Gibilterra figura tra le ultime posizioni, insieme a paesi come Eritrea e Bahamas e prima solo di Somalia e Tonga.

Ma non c’è da stupirsi se si guarda con attenzione ai membri che compongono la squadra. A parte Liam Walker, eroe del momento e unico calciatore professionista, all’interno del team non troviamo che gente comune che fa del calcio il suo hobby, ma che durante il giorno si dedica a ben altro. 

Impiegati, poliziotti, pompieri, biologi: la lista di professioni è lunga perché ciascuno di loro gioca solo per passione e non per lavoro. Non a caso il primo gol ufficiale è stato segnato in trasferta nel 2014 da Kyle Casciaro, che è appunto un agente marittimo. Nella nazionale gioca insieme ai suoi fratelli Ryan e Lee, i quali di giorno prestano servizio come poliziotti della Royal Gibraitar Police.

Non sarà forse un gruppo professionista ma merita comunque un elogio per la buona volontà e soprattutto per avere un grande merito, quello di amare il calcio e giocare in modo spensierato senza quella frenesia di vincere ad ogni costo che spesso diventa antisportiva. E quando poi la vittoria arriva è il momento di fare festa e aggiungere un altro piccolo ma importante tassello alla storia calcistica di uno degli stati più piccoli al mondo.