Tag

gp di catalunya

Browsing

Dani Pedrosa firma la pole position al GP di Catalogna e, per la seconda volta in questa stagione partirà al palo in un GP. 1:43.870s il tempo del portacolori Repsol Honda; quando fece il primo corno in qualifica a Jerez vinse la gara.

Bene le Ducati e bene Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing), autore del terzo tempo dietro a Jorge Lorenzo (Ducati Team). Le Yamaha continuano a fare fatica, la prima è quella di Jonas Folger (Monster Tech 3) che partirà dalla ottava casella.

Marc Marquez con la moto gemella paga ben quattro decimi e mezzo al poleman di giornata e partirà dalla seconda fila con il quarto tempo. Il campione del mondo ha fatto registrare l’ennesima caduta della giornata, questa volta scivolato alla curva tre.

Continua a fare bene nelle prove di casa Aleix Espargaro. Il pilota Aprilia Gresini, autore del quinto tempo, partirà dalla seconda fila; non accadeva dal 2014 ma è la prima volta sulla moto veneta. Al suo fianco l’altro iberico Hector Barbera con la Ducati del team Avintia a poco più di mezzo secondo.


Solo settimo Andrea Dovizioso. Il vincitore del GP d’Italia scatterà dalla terza fila. Fanno fatica le Yamaha che piazzano la prima M1, quella di Jonas Folger (Monster Tech 3) all’ottavo posto davanti a quella ufficiale di Maverick Vinales.

Il leader della MotoGP, qualificatosi attraverso la Q1 non riesce a fare meglio. Peggio è andata a Valentino Rossi che è rimasto escluso dalla sessione decisiva per 40 millesimi e partirà dalla tredicesima casella aprendo la quinta fila. In quarta si schiereanno le Ducati di Alvaro Bautista e Scott Redding e la Suzuki di Andrea Iannone.

Una fila più indietro, accanto al “Dottore” partirà la M1 Tech 3 del francese Joahnn Zarco e la Honda di Jack Miller. Cal Crutchlow con quella del Team LCR è solo diciassettesimo e prenderà il via dalla sesta, in mezzo alle Ducati di Loris Baz e Karel Abraham. La gara di domani con i suoi 25 giri sarà molto impegnativa e decisiva sarà la durata delle gomme. Chi ne avrà di più nelle fasi finali potrà giocarsi la vittoria.

Direttamente dal Mugello, il Repsol Honda Team è arrivato in Spagna in attesa del Gp di Catalunya di questo fine settimana.

Nell’anno successivo alla tragica morte di Luis Salom in Moto2, alcuni cambiamenti permanenti sono stati applicati al circuito per l’evento MotoGP che sia Marc Marquez che Dani Pedrosa hanno avuto la possibilità di verificare durante un test di una giornata il 24 maggio.

Il nuovo layout ha una lunghezza della pista leggermente più breve di 4.652 metri (precedentemente 4.655 metri).

gp austin

“Sono felice di tornare subito in azione e farlo al Catalunya, perché la corsa di casa davanti a tutti i tuoi tifosi ti dà sempre una spinta extra!” spiega Marc Marquez. “In Italia abbiamo gestito la situazione il più possibile, ma dobbiamo fare di meglio. Dobbiamo essere in grado di rimanere più costantemente ad un buon livello. Il test che abbiamo fatto a Montmelò qualche giorno fa è andato abbastanza bene. Abbiamo fatto molti giri, migliorando la messa a punto della moto durante il giorno, quindi cercheremo di costruire questo inizio venerdì” aggiunge il campione del mondo della MotoGP. “Per quanto riguarda le modifiche apportate alla pista, penso che siano interessanti e abbastanza impegnative da interpretare bene. La velocità e le curve sul resto del circuito sono tutte simili, mentre in quel settore sono ormai molto diverse. Ma onestamente, il layout è così particolare che mi piace!” conclude Marquez.