Warning: stripos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 90

Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 101
giordania Archives - Mondiali.it
Tag

giordania

Browsing

Primo colpi di scena nella Coppa d’Asia 2019 che si sta disputando negli Emirati Arabi Uniti.

L’Australia, trionfatrice uscente del 2015, è stata sorprendentemente battuta dalla Giordania per 1-0.

A regalare i primi tre punti alla nazionale giordana è stato Anas Bani Yaseen al 26esimo minuto del primo tempo, grazie a un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Musa Al Taammari.

 

Con questa vittoria la Giordania si piazza al primo posto nel girone B in solitaria dato che Siria – Palestina non sono andate oltre lo 0-0. Un vero e proprio colpo di scena per i Socceroos che certo non si sarebbero mai aspettati di partire col piede sbagliato questa nuova competizione continentale. Il pareggio nell’altro match ha aiutato gli uomini del ct Arnold dal punto di vista della classifica. Una cosa è certa, però, un ulteriore passo falso significa abbandonare anzitempo il torneo.

Tuttavia, durante la seconda giornata, non sono mancate altre sorprese. Nel girone A l’India ha battuto per 4-1 la Thailandia. Mattatore del match è stato il bomber Sunil Chhetri con una doppietta. L’attaccante numero 11 grazie alle due reti messe a segno diventa il secondo giocatore in attività con il maggior numero di reti segnate con la propria rappresentativa, ben 67.

Sunil Cheetri, l’attaccante indiano che ha superato Messi per gol segnati in nazionale

La classifica è guidata dal solito Cristiano Ronaldo che con il Portogallo ha gonfiato per 85 volte la rete, la notizia è che l’indiano abbia scalzato un certo Lionel Messi che con la Selección è rimasto fermo a quota 65. Un record importante che segna un ulteriore passo di quel cambiamento iniziato già nel 2018 con la rottura del duopolio Messi-Ronaldo per quanto riguarda i premi individuali. Chhetri, 35 anni il prossimo 3 agosto, è un icona sportiva indiana nonostante il calcio sia ancora poco diffuso e praticato nel grande Paese orientale.

Con un’esperienza nello Sporting di Lisbona, Chhetri ha avuto anche un’avventura europea di qualche mese e tre sole apparizioni.

È iniziata con la partita inaugurale tra Emirati Arabi Uniti – Bahrein la 17esima edizione della Coppa d’Asia 2019.

Il torneo continentale si sta giocando negli stadi degli Emirati Arabi e si concluderà con la finale del primo febbraio prossimo allo stadio Zayed Sports City di Abu Dhabi.

Sono tante le novità di questa edizione. Le nazionali partecipanti sono 24 (non più 16) divise in sei gironi da quattro. Le prime due di ogni gruppo si qualificano direttamente agli ottavi di finale, a cui si aggiungono successivamente le quattro migliori terze. L’altra novità è l’eliminazione della finale per il terzo-quarto posto.

Tutte presenti le formazioni più blasonate: in primis l’Australia (ultima trionfatrice nel 2015), ma anche Corea del Sud, Giappone, Iran e Arabia Saudita.

Due le formazioni allenate da commissari tecnici italiani: Alberto Zaccheroni, mister dell’UAE, e Marcello Lippi, alla guida della Cina.

Il tecnico romagnolo, sulla panchina della nazionale degli Emirati dall’ottobre 2017, ha sposato il progetto della federcalcio emira che cercava un allenatore d’esperienza (ha già vinto una Coppa d’Asia nel 2011 e una Coppa d’Asia Orientale nel 2013 col Giappone) per far crescere un paese in cui il calcio è ancora poco praticato nonostante ci siano impianti idonei e fiorenti casse.
Alla prima uscita mister Zac non è andato oltre l’1-1 contro il Bahrein, nel girone A in cui sono presenti anche India e Thailandia.

Oggi tocca ad Australia – Giordania, India – Thailandia e Siria – Palestina.

Domani è la volta della Cina di Lippi contro l’esordiente Kirghizistan. Partita sulla carta semplice, ma occhio alle sorprese. La stella cinese è Wu Lei, ala dello Shanghai SIPG con cui è il top scorer con 169 reti, mentre con i Dragoni ha realizzato 13 reti in 59 apparizioni.

Risultati immagini per wu lei cina
Wu Lei con la maglia dello Shanghai SIPG

Le altre nazionali debuttanti sono Yemen e Filippine, ma ci sono anche grandiritorni come il Libano, assente dall’edizione casalinga del 2000, il Turkmenistan, che mancava dal 2004, il Vietnam e la Thailandia, che hanno segnato l’ultima presenza “casalinga” nel 2007.

Gli altri “italiani” presenti sono l’iracheno Ali Adnan dell’Atalanta e i nordcoreani Kwang-Song Han del Perugia e Song Hyok Choe dell’Arezzo.

La stella in assoluto non può che essere il sudcoreano del Tottenham Son Hueng-min, ma ci sono anche altri talenti da tener d’occhio come già detto il cinese Wu Lei, ma anche il “Messi iraniano” Azmoun, il vietnamita Nguyen Cong Phuong, il giordano Musa Al-Taamari e il nipponico Gaku Shibasaki.

Sardar Azmoun, Nguyen Cong Phuong, Musa Al-Taamari e Gaku Shibasaki

Insomma non resta che gustarci questo grande torneo per vedere chi avrà la meglio e per scoprire quale calciatore potrà fare il salto di qualità nel calcio europeo.