Tag

euro2019

Browsing

L’Italia ce l’ha fatta: si è qualificata per la fase finale dell’Europeo di basket femminile in programma il prossimo anno tra Serbia e Lituania.

Un percorso netto quello realizzato dalla ragazze guidate dal commissario tecnico Marco Crespi. Le azzurre, infatti, grazie alla vittoria contro la Svezia per 62-56 a La Spezia, ha chiuso il proprio girone al primo posto. La nazionale ha concluso il calendario di sei match con cinque vittorie e una sola sconfitta. Seconde sono arrivate proprio le svedesi per 4-2 seguite dalla Croazia 3-3, in coda la Macedonia 0-6.

Una vittoria che ha dato buoni spunti a Crespi soprattutto nei primi due quarti, quando le azzurre sono riuscite a ottenere un vantaggio di 19 punti.

Bene Elisa Penna, due triple e 8 punti importanti nel momento del primo allungo. Benissimo Olbis André che ha giocato da veterana finendo con 20 punti e nove rimbalzi.

A La Spezia però non è stato sola la serata del pass azzurro per il prossimo Europeo, è stata anche la serata dedicata alla capitana Raffaella Masciadri che, a 38 anni, ha dato il suo addio alla maglia azzurra. L’ala, da buona veterana, è stata una delle leader di questo gruppo.

La capitana con la storica “11” nelle sue 193 presenze con l’Italbasket

Con le sue 193 apparizioni in 17 anni, Mascia (come viene chiamata all’interno del gruppo) è la terza azzurra per numero di presenze dietro Catarina Pollini e Bianca Rossi. Con l’Italbasket ha giocato cinque europei e vinto un oro ai Giochi del Mediterraneo a Pescara nel 2009.

I ringraziamenti per la lunga avventura azzurra, la capitana ha voluto scrivere una lettera a tifosi, compagne, staff e federazione.

In tutti gli anni con la casacca azzurra Raffaella Masciadri è stata la leader di un vero e proprio movimento sportive, volto a ottenere i riflettori che la pallacanestro femminile merita. L’ala, che gioca attualmente a Schio, ha avuto modo di vivere anche l’esperienza estera in America nella Wnba nel Los Angeles Sparks. Per quanto fatto per il basket in Italia, al termine della sua carriera è giusto che Raffaella Masciadri ottenga un ruolo di primo livello.

È una dei punti fermi dell’Italbasket femminile, è una cestista seria e che sa che nulla la ottieni per caso.

Lavora giù duro e, nella sua nuova esperienza nel Fenerbahce, sta cercando di dare il massimo per fare bene anche in Europa.

Giorgia Sottana, con l’Italia, è stata assoluta protagonista, insieme all’altra Italians Cecilia Zandalasini, nelle due vittorie importanti contro Svezia e Macedonia. Match fondamentali per l’Italbasket del ct Marco Crespi, per rimettersi in carreggiata in vista dell’Europeo dell’anno prossimo.

Penso che queste due partite di qualificazioni siano state fondamentali per ricordare a noi stesse di che pasta siamo fatte!
Abbiamo mostrato ancora una volta la nostra vera faccia, cosa che contro la Croazia ci eravamo dimenticate. Sono super fiera della nostra reazione. Se restiamo cosi, ce la possiamo giocare con tutte, considerate anche le assenze importanti che abbiamo avuto in queste 4 partite di qualificazione.

Giorgia Sottana, indossa la maglia azzurra quasi fosse la sua seconda pelle. Nel momento in cui è stata chiamata in causa ha risposto sempre presente, e lo ha dimostrato negli ultimi due match della nazionale.

 

Se mi sento leader del gruppo? Non ha importanze quello che penso io, ma quello che pensano le mie compagne. Io scendo in campo e do 100%! Cerco di aiutare chi ha bisogno e di guidare secondo quella che è la mia esperienza.