Tag

amichevole

Browsing

Ottimo inizio per Mancini e la nuova Italia che nella partita amichevole contro l’Arabia Saudita vince per 2-1.

C’erano grandi aspettative per le performances in campo di Balotelli e compagni e, anche se il ct si aspettava qualcosa di più sin dal primo tempo, il bilancio finale della partita di esordio è più che soddisfacente:

Sono soddisfatto per il primo tempo. Il gol subito? No, non mi sono arrabbiato, secondo me è colpa della stanchezza. Loro erano più freschi di noi, in vista del Mondiale sono in ritiro da tre mesi

Le attenzioni erano soprattutto rivolte a SuperMario, voluto fortemente da Mancini, che è stato protagonista del primo gol del match. La partita si è poi conclusa a vantaggio della nazionale azzurra con la rete di Belotti seguita, alla fine del secondo tempo, da un gol dell’Arabia Saudita.

L’uomo del momento rimane Balotelli, amato e contestato attaccante della squadra, che ha segnato in onore di Astori. Ecco cosa ha pubblicato il giocatore sui social subito dopo la partita:

Lo so che è tardi, lo so che ormai sei là, ma sono convinto che là, in alto, oggi la guardavi con mio papà la partita! Questo gol, anche se non vorrà dire niente, anche se non servirà a niente, lo dedico a te

Un ritorno in nazionale che non è passato inosservato, non solo per il suo gol in campo ma anche per le polemiche che hanno accompagnato il suo esordio. A lasciare l’amaro in bocca allo stesso calciatore azzurro è stato però uno squallido striscione che è apparso brevemente prima dell’inizio del match, di contenuto razzista e rivolto chiaramente a Balotelli.

La polizia ha provveduto subito a rimuoverlo ma non abbastanza in fretta da impedire che facesse il giro del web. Lo stesso giocatore ha voluto rispondere a quel messaggio chiaramente rivolto a lui che in caso di assenza di Bonucci prenderebbe il posto di capitano:

Siamo nel 2018 ragazzi basta. Svegliatevi! Per favore!

I suoi compagni e lo stesso mister sono soddisfatti dell’ingresso di Balotelli in squadra, come testimoniano le parole di Belotti:

Balotelli? Sappiamo tutti che giocatore è, ha fatto un grandissimo gol. Mario è un giocatore straordinario che ci può dare una grandissima mano

E quelle del ct Mancini:

Come prima partita Balotelli è stato abbastanza bravo. Giudico la sua gara positiva, al di là del gol

Quindi, striscione a parte, la partita di ieri sarà ricordata per l’esordio promettente di Mancini, il ritorno di Balotelli in nazionale a dare un contributo decisivo alla squadra e un team azzurro che intende fare sempre meglio per riscattarsi da un periodo buio che l’Italia deve dimenticare per tornare in vetta come un tempo.

L’Italia è ripartita e non intende più fermare la sua corsa, in una rinascita che la vedrà nuovamente in campo il 1 giugno contro la Francia e il 4 giugno contro l’Olanda.

Vi avevamo parlato del traguardo storico di Patrizia Panico, prima allenatrice in Italia a guidare una formazione maschile. Per la doppia amichevole tra Italia e Germania, formazioni under-16, si è seduta, infatti, sulla panchina degli azzurri sostituendo il ct Daniele Zoratto.
Ma l’amichevole giocata a Verona il 22 marzo ha segnato un’ulteriore svolta epocale per lo sport più seguito nella penisola. Anzi se vogliamo, è crollato uno dei tabù del calcio perché la moviola è entrata letteralmente in campo. E’ stato, infatti, annullato il primo calcio di rigore grazie all’ausilio della Var (Video assistance referee). E sono bastati, udite udite, solo 14 secondi.

Al minuto 73, l’arbitro Orsato ha prima concesso un penalty ai tedeschi, poi dopo essersi consultato con Rocchi e Valeri (video assistenti) è tornato sui suoi passi: il fallo da rigore c’era, ma il calciatore tedesco Grimm, prima di essere steso da Russo, era partito da una posizione di fuorigioco. Per prendere la decisione, come detto, sono stati necessari 14 secondi. Roberto Rosetti, ex arbitro e attuale responsabile del progetto Var per l’Italia ha spiegato:

I video assistenti arbitrali hanno appurato che la segnalazione del rigore era corretta, poi hanno rivisto l’azione e si sono accorti che l’attaccante tedesco era partito in fuorigioco di una cinquantina di centimetri e hanno avvisato Orsato. La gestione dell’episodio è stata ottima e la revisione è durata in totale soltanto 14 secondi

 

Sul risultato, invece, pochi dubbi. La Germania si è imposta 4-1 con le reti di Khan Agha al 2′; raddoppio al 12′ grazie ad Hartmann; 3-0 al 35′ con Grimm e poker calato al 23′ della ripresa sempre con Hartmann. Piccoli ha realizzato il gol della bandiera, dopo l’episodio da moviola. Queste le parole dell’allenatrice Panico:

Sapevamo che la Germania è una grandissima squadra e lo ha dimostrato. Noi siamo entrati probabilmente in campo un po’ timorosi, con un approccio alla gara troppo soft. I ragazzi sono stati bravi a non arrendersi e hanno cercato di recuperare il risultato. Abbiamo tanto lavoro da fare. Il mio esordio? L’attenzione mediatica è stata enorme, ma sono sempre rimasta serena. Sono una persona molto equilibrata che non si lascia trasportare dalle emozioni anche se devo ammettere che ascoltare l’inno mi trasmette sempre una bellissima sensazione. Rappresentare l’Italia è da sempre per me motivo di grande orgoglio.