Sport Invernali

Gigante di Killington, Manuela Moelgg sul podio

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Viktoria Rebensburg torna ad essere la dominatrice del gigante capace di vincere la coppa di specialità nel 2011 e 2012 e dopo il successo nell’apertura di Soelden, si è ripetuta sulla pista “Superstar” di Killington precedendo l’idola di casa Mikaela Shiffrin con il netto vantaggio di 67 centesimi. Ma a lasciare nuovamente il segno è la splendida Manuela Moelgg, ancora una volta terza e sullo stesso gradino del podio occupato sul Rettenbach alla fine di ottobre. La 34enne finanziera di San Vigilio di Marebbe, terza a metà gara, ha giocato d’esperienza anche nella seconda manche, mantenendo la posizione conseguita che le garantisce il podio numero 13 di una carriera ancora senza successi. Ma la grinta messa in pista da Manuela non pone limite alla sua giusta ambizione, alla sedicesima stagione di Coppa del mondo gli stimoli non mancano e se il fisico regge potrà togliersi anche questa soddisfazione.

“Ci sto prendendo gusto! – dice sorridente al traguardo -. L’ultimo pezzo di ogni manche era difficile e ho perduto tanto tempo, ma quando arrivi al traguardo e vedi che il tuo tempo è il migliroe dimentichi tutto e sei contenta ugualmente. Sono veramente contenta sia per me che per Federica Brignone, adesso cercherò di andare forte anche nello slalom di domenica. Non mi è mai successo di cominciare la stagione in questo modo, adesso il mio desiderio è quello di salire sul gradino più alto del podio, spero che quel giorno arrivi al più presto”.

 

Grande gioia in casa Italia anche per Federica Brignone. La valdostana, all’esordio stagionale dopo la pubalgia che l’ha fermata negli ultimi due mesi, ha concluso al quinto posto, staccata di 26 centesimi dal terzo posto, un risultato che vale quanto un podio per il cuore messo in pista. E se non ci fosse stato un grave errore a metà della seconda manche, Federica avrebbe occupato una posizione ben più alta nella graduatoria conclusiva. Fuori dalle dieci le altre big azzurre: Marta Bassino, dodicesima a 2″81 dalla Rebensburg, non è mai riuscita a trovare il ritmo ideale, così come Sofia Goggia (quindicesima a 2″86) non ha cambiato marcia in nessuna delle due manches. Dignitosa Irene Curtoni, diciottesima a 3″16 nonostante una condizione certamente lontana dall’essere ideale per i noti guai alla schiena. La classifica generale dopo tre gare vede Shiffrin al comando con 205 punti davanti a Rebensburg con 200, Moelgg è quinta a quota 129. Oggi 26 novembre tocca ad uno slalom (prima manche alle 16, seconda alle 19) con Moelgg, Costazza, Curtoni, Bassino e Sosio.

Ordine d’arrivo GS femminile Killington (Usa):

1. REBENSBURG Viktoria 1989 GER 58.39 59.24 1:57.63
2. SHIFFRIN Mikaela 1995 USA 58.65 59.65 1:58.30 +0.67
3. MOELGG Manuela 1983 ITA 58.96 1:00.16 1:59.12 +1.49
4. BRUNNER Stephanie 1994 AUT 59.04 1:00.24 1:59.28 +1.65
5. BRIGNONE Federica 1990 ITA 59.18 1:00.20 1:59.38 +1.75
6. WORLEY Tessa 1989 FRA 59.14 1:00.60 1:59.74 +2.11
7. HANSDOTTER Frida 1985 SWE 1:00.25 59.61 1:59.86 +2.23
8. DREV Ana 1985 SLO 1:00.07 1:00.01 2:00.08 +2.45
9. MEILLARD Melanie 1998 SUI 1:00.53 59.63 2:00.16 +2.53
10. VLHOVA Petra 1995 SVK 1:00.07 1:00.32 2:00.39 +2.76
11. MOWINCKEL Ragnhild 1992 NOR 1:00.10 1:00.31 2:00.41 +2.78
12. BASSINO Marta 1996 ITA 59.57 1:00.87 2:00.44 +2.81
13. SCHILD Bernadette 1990 AUT 1:00.56 59.90 2:00.46 +2.83
14. KAPPAURER Elisabeth 1994 AUT 1:00.72 59.75 2:00.47 +2.84
15. GOGGIA Sofia 1992 ITA 59.69 1:00.80 2:00.49 +2.86
16. ROBNIK Tina 1991 SLO 1:00.47 1:00.15 2:00.62 +2.99
17. HOLTMANN Mina Fuerst 1995 NOR 1:01.13 59.56 2:00.69 +3.06
18. CURTONI Irene 1985 ITA 1:00.10 1:00.69 2:00.79 +3.16

Redazione mondiali.it

Comments are closed.