Maglia Italia Mondiali 1982 Manica Lunga

 59.95

Maglia a manica lunga dell’Italia Campione del Mondo del 1982 in Spagna.  L’Italia alzò la Coppa del mondo contro la Germania Ovest. Celebri le 6 reti segnate da “Pablito” Rossi e “l’urlo di Tardelli” dopo il gol segnato in finale.  Dopo il trionfo ai Mondiali, nel 1983 Dino Zoff abbandonò la Nazionale azzurra, con record di partite giocate e la nomea di miglior portiere della storia della Nazionale.  Nello stesso anno si ritirò anche anche Ciccio Graziani.

Maglia a manica lunga dell’Italia Campione del Mondo ai Mondiali del 1982 in Spagna.  L’Italia alzò la Coppa del mondo contro la Germania Ovest di “Kalle” Rummenigge, Hansi Müller e Pierre Littbarski, grazie a un perentorio 3-1 firmato da RossiTardelli e Altobelli. Celebri le 6 reti segnate da “Pablito” Rossi (capocannoniere) e “l’urlo di Tardelli” dopo il gol segnato in finale.

Dopo il trionfo ai Mondiali, l’anno seguente Dino Zoff abbandonò la Nazionale azzurra, con record di partite giocate (112) e la nomea di miglior portiere della storia della Nazionale. Solo dopo 20 anni, è arrivato Gigi Buffon a togliergli il record di presenze  e a fomentare il dibattito su chi sia il miglior portiere della storia del calcio italiano.

Nel 1983 si ritirò anche Ciccio Graziani, con 64 presenze e 23 gol. Il post mondiale fu traumatico per gli Azzurri, che non riuscirono a qualificarsi agli Europei del 1984 in Francia, a causa delle sconfitte con Cecoslovacchia e Svezia. In particolare, quella con la Svezia (0-3 a Napoli) rimane ancora la peggior sconfitta dell’Italia nella storia delle qualificazioni. In quella partita Glenn Stromberg fece una doppietta, per poi trasferirsi in Serie A e fare la storia dell’Atalanta.

Maglia da usare in tutte le situazioni, in casa e fuori. Replica fedele al modello originale fabbricata con processi artigianali.

Ti potrebbe interessare…