Maglia Fiorentina 1989/90 Away

 64.95

Maglia storica vintage della Fiorentina  100% originale con mitico sponsor La Nazione sul petto.

La squadra viola in questa stagione lotta fino all’ultima giornata per salvarsi dalla retrocessione, cambiando allenatore in corsa, da Bruno Giorgi all’esordiente Francesco Graziani.

La Fiorentina in questa stagione è costretta a giocare su campi diversi a causa dei lavori del Comunale in vista dei Mondiali.

In Coppa Italia i viola si fermano al primo girone, in cui vengono eliminati dal Napoli. In Coppa UEFA la Fiorentina, dopo aver superato Atlético Madrid, Sochaux, Dinamo Kiev, Auxerre e Werder Brema, arriva in finale contro la Juventus, nella prima finale internazionale tra due squadre italiane nella storia dei tornei UEFA. La finale viene persa nel doppio confronto, con polemiche da parte dei tifosi viola per la sede della partita di ritorno (Avellino) scelta dall’UEFA dopo i disordini avvenuti in semifinale contro il Werder. Da questa stagione la Fiorentina entra nella storia delle competizioni europee, partecipando a tutte e tre le finali dei tornei istituiti dall’UEFA: Coppa Campioni (il 31 maggio 1957 persa contro il Real Madrid), Coppa delle Coppe (il 17 e il 27 maggio 1961 vinta contro i Rangers di Glasgow e il 5 settembre 1962 persa contro l’Atletico Madrid) e Coppa UEFA (il 2 e il 16 maggio 1990 persa contro la Juventus).Il giorno dopo la finale di Coppa UEFA, i Pontello annunciarono la cessione di Roberto Baggio alla Juventus. Quindi i tifosi scesero in piazza a protestare cingendo d’assedio la sede della Fiorentina e l’abitazione della famiglia proprietaria della squadra. Furono giorni di tensioni e scontri in città con numerosi arresti e denunce tra i tifosi viola.