Apologia di un centravanti – Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia

 14.90

La storia di Giorgio Chinaglia dal ’69 al ’76 raccontata a quattro mani: una biografia con particolari inediti che si intreccia con il racconto di un bambino degli anni ’70 che cresce con il mito diLong John. Una narrazione serrata, sferzante, coinvolgente proprio come la vita di questo campione introverso, un guerriero fragile col marchio della battaglia impresso a pelle  e troppo innamorato della sua maglia, quella biancoceleste.

Apologia: difendere quello che la legge considera un reato.

La storia di Giorgio Chinaglia dal ’69 al ’76 raccontata a quattro mani: una biografia con particolari inediti che si intreccia con il racconto di un bambino degli anni ’70 che cresce con il mito diLong John. Una narrazione serrata, sferzante, coinvolgente proprio come la vita di questo campione introverso, un guerriero fragile col marchio della battaglia impresso a pelle  e troppo innamorato della sua maglia, quella biancoceleste.

Un libro che racconta le gesta di un campione atipico il quale darà un’impronta indelebile ad un tifoso altrettanto atipico, orgoglioso di crescere con il suo carattere, la sua irruenza, la sua passionalità e capace di forgiarsi alla sua ombra, quasi come a presagire le sofferenze che sarebbero arrivate poi, con la conquista di quel primo, incredibile scudetto.

Arricchito dalla preziosa presentazione di Bruno Giordano, il suo erede naturale, da quella di Antonio Grinta, genio creativo della tifoseria laziale e dall’ intervista al figlio George, il libro è corredato dalla testimonianza di tifosi storici che hanno contribuito a creare i primi gruppi organizzati a sostegno della S.S. Lazio.

Apologia di un centravanti, ovvero il tributo a Giorgio Chinaglia, il nostro grido dibattaglia.