News

Us Open: niente semifinale Federer Nadal

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Non ci sarà agli Us Open l’ennesima sfida fra Nadal e Federer, i due rivali storici che in questa stagione hanno restaurato il duopolio di una decina d’anni fa.
Non sarebbe stata una finale, ma solo una semifinale, come il tabellone lasciava prevedere.

Ma ai quarti i due fuoriclasse hanno imboccato strade diverse: Nadal infatti ha travolto il giovane Andrey Rublev, e continua la sua corsa da numero uno del mondo verso la finale degli Us Open, mentre lo svizzero autore di una esaltante stagione deve accettare lo strapotere dell’argentino Del Potro che lo ha messo alle corde, costringendolo a fermarsi ai quarti di finale.

La sconfitta di questa notte non toglie nulla allo straordinario ritorno di carriera di cui Federer si è reso protagonista a 36 anni suonati trionfando in due Slam su quattro nel 2017 (Australian Open e Wimbledon). Ora è il momento di Del Potro, il gigante argentino, dalla carriera discontinua forse, ma dal grande talento, che in semifinale troverà Nadal.

nadal
Nel femminile quattro statunitensi in semifinale. Il tennis a stelle a strisce fa l’en plein agli US Open: Coco Vandeweghe contro Madison Keys nella parte alta, Venus Williams contro Sloane Stephens nella parte bassa. Non c’è Serena neo mamma, ma lo Slam di casa è diventato un campionato nazionale. Le semifinali tutte made in Usa mancavano da ben 26 anni. Maiuscola la prestazione sfoderata da Coco Vandeweghe.

Nei quarti la 25enne newyorkese, numero 22 Wta e 20esima testa di serie, ha eliminato per 76(4) 63, in un’ora e 36 minuti di partita, la ceca Karolina Pliskova, che da lunedì prossimo non sarà più numero uno del mondo. La nuova regina del tennis femminile sarà infatti Garbine Muguruza (uscita di scena negli ottavi per mano della Kvitova), 24esima giocatrice ad arrivare al top del ranking mondiale da quando esiste il sistema di classifiche computerizzato (1975) e seconda spagnola dopo Arantxa Sanchez Vicario.

masters 1000 di cincinnati

Quindi la festa Usa è stata completata da Madison Keys, numero 16 Wta e 15esima testa di serie, che ha superato con un doppio 63 l’estone Kaia Kanepi, numero 418 Wta e proveniente dalle qualificazioni (ha potuto disputarle con il ranking protetto), rivelazione del torneo.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.