News

La torcia olimpica torna a risplendere in Grecia. Arianna Fontana è la nostra portabandiera

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

In Grecia, oggi, ha avuto luogo la suggestiva cerimonia di accensione della torcia olimpica. Un momento importante per lo sport e per tutti gli atleti che tra qualche mese si affronteranno nei Giochi Olimpici in Corea del Sud, a PyeongChang.

La torcia olimpica è un simbolo sportivo legato alle Olimpiadi: porta con sé la fiamma che farà il suo ingresso nel luogo dove si svolgeranno le competizioni olimpiche soltanto fra una settimana, dopo aver intrapreso questo viaggio da Olimpia per toccare anche le coste italiane e poi proseguire nella sua corsa per 17 città coreane, in 101 giorni, facendo conoscere le tradizioni del territorio.

Da oggi comincia il conto alla rovescia per un evento sportivo di importanza internazionale, le Olimpiadi invernali, che si terranno nel mese di Febbraio dal 9 al 25 febbraio 2018 a PyeongChang, in Corea del Sud.

una portabandiera italiana d’eccezione

Parlando della staffetta della fiaccola olimpica non si può non parlare dei portabandiera delle diverse nazioni. Nel 2018 la portabandiera italiana sarà la giovane e talentusosa Arianna Fontana. Un compito simbolico ma di grande valore che nelle scorse competizioni è stato svolto da sportive del calibro di Federica Pellegrini e Carolina Kostner.

Arianna Fontana, campionessa di short track, rappresenta la più giovane atleta ad essere salita sul podio alle olimpiadi invernali del 2006.

Il suo talento, che le ha fatto ottenere altri riconoscimenti dal 2006 fino ad oggi, la porta ad essere la rappresentante ideale del nostro paese nei prossimi giochi olimpici d’inverno, secondo la stessa opinione di Giovanni Malagò, presidente del Coni. Riceverà il tricolore da Sergio Mattarella nei prossimi mesi.

Onorata e consapevole del ruolo che le è stato assegnato, Arianna Fontana reagisce così di fronte all’investitura:

Sono senza parole, davvero non so come descrivere le emozioni. Credo sia un riconoscimento a quel che ho fatto in questi anni. Il Coni e Giovanni mi hanno fatto un regalo grandissimo. Non vedo l’ora di essere a Roma

E chi, meglio di lei, poteva essere perfetta come portabandiera tricolore? La sua è una carriera che sin dagli esordi ha fatto scalpore per aver vinto all’età di 15 anni la medaglia di bronzo nella staffetta femminile ai Giochi Olimpici di Torino 2006. Ma la sua corsa verso il successo era solo agli inizi e da allora ha collezionato diverse medaglie olimpiche fino a Sochi 2014. In questa occasione riesce a vincere ben tre medaglie: argento nei 500 metri e due bronzi nei 1.500 e nella staffetta.

E alle Olimpiadi di PyeongChang Arianna Fontana arriva con un duplice ruolo: portabandiera italiana nella cerimonia d’apertura e atleta in gara. La campionessa italiana sogna l’oro e chissà che il tricolore non gli porti fortuna e la aiuti a realizzare il suo grande desiderio.

Nel frattempo, il fuoco di Olimpia è ormai acceso e pronto per simboleggiare l’inizio di questa manifestazione olimpica che nel 2018 darà luogo a un’esplosione di talenti del mondo dello sport, cominciando proprio dalla nostra Arianna Fontana.

Ha inizio dunque il suo viaggio e non possiamo che essere d’accordo con le parole del Presidente del POCOG, LEE Hee-Beom:

La fiamma olimpica ispirerà una generazione e avvicinerà le persone provenienti da diverse culture, razze e religioni. Come i tedofori porteranno la fiaccola per 101 giorni, siamo fiduciosi che la fiamma permetterà a tutti di brillare

Redazione mondiali.it

Comments are closed.