News

Mondiali di Scherma 2017, l’Italia vince tutto

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

L’Italia chiude col botto i Mondiali di Scherma 2017. La Nazionale di fioretto maschile è sul tetto del Mondo, conquistando la medaglia d’oro e tornando sul gradino più alto del podio dopo Mosca2015 e dopo aver abdicato ai Giochi di Rio2016.

L’inno di Mameli risuona al termine della rassegna iridata per onorare non solo i fiorettisti azzurri, ma l’intera scherma azzurra che vince la Classifica per Nazioni ed il medagliere con un bottino complessivo di 9 medaglie, di cui quattro d’oro, una d’argento e quattro di bronzo.

L’Italia “suona la nona” grazie al successo del quartetto azzurro composto da Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Alessio Foconi ed Andrea Cassarà, ai danni degli Stati Uniti in finale per 45-41. E’ stato un assalto emozionante ed entusiasmante, condotto per metà dagli americani ma che ha preso la via del Belpaese dopo il parziale di 10-5 siglato da Giorgio Avola ai danni di Alexander Massialas.

 

Mondiali di Scherma 2017

“Ci siamo ripresi quel che avevamo lasciato a Rio” dicono all’unisono i fiorettisti azzurri che, in effetti, nel loro percorso di gara hanno sconfitto le due squadre da cui erano stati superati sulle pedane olimpiche: la Francia in semifinale oggi per 45-35 e poi gli Stati Uniti.

In precedenza, gli azzurri del CT Andrea Cipressa, dopo aver superato l’Olanda per 45-17, avevano sconfitto per 45-37 la Gran Bretagna nel turno dei 16 e poi ai quarti avevano avuto nettamente la meglio sulla Cina per 45-27.

“Quest’oro mi ripaga della delusione per il bronzo nell’individuale – dice l’olimpionico Daniele Garozzo –. Vogliamo dedicarla ad Andrea Baldini che fino a qualche mese fa faceva parte di questa squadra”. “Sono state emozioni bellissime che mi hanno fatto ricordare quelle vissute a Londra2012” ha aggiunto invece Giorgio Avola, mentre l’esordiente Alessio Foconi ha sottlineato come “questa squadra sia unita e compatta. Si gioisce insieme, si perde insieme, si urla e si recupera. E’ bello vincere cosi”. “Sono il vecchietto del gruppo – ha scherzato Andrea Cassarà -. Ringrazio i miei compagni per avermi permesso di vincere questa mia sesta medaglia d’oro a squadre. Ho fatto parte di tante squadre, ma questa è particolare. Grazie a tutti quelli che hanno collaborato per raggiungere questo risultato”.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.