News

Italiano nuovo allenatore della Fiorentina

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Chi tifa Fiorentina sicuramente sta incrociando le dita e accoglie con entusiasmo la notizia di Italiano nuovo allenatore della Fiorentina. Dopo l’ingaggio di Gattuso, terminato in modo brusco a distanza di circa 20 giorni, i viola hanno trovato il loro allenatore per la prossima stagione, a meno di clamorose sorprese.

Dopo diversi giorni di stallo, infatti, Spezia e Fiorentina sembrano essersi messe d’accordo per la risoluzione del contratto che lega Italiano alla squadra ligure; l’accordo prevedrebbe il passaggio di un giocatore della primavera viola in Liguria e il pagamento della clausola da parte dell’allenatore, che la Fiorentina rimborserà in futuro.

Subito dopo la rescissione del contratto con lo Spezia, ci sarà sicuramente l’annuncio ufficiale del passaggio dell’allenatore al club di Commisso; secondo voci di corridoio, si tratta di attendere solo pochi giorni e le due parti si sono già accordate su un contratto biennale, con opzione per il terzo anno e un premio nel caso in cui la Viola tornasse in Europa.

Italiano nuovo allenatore della Fiorentina – Caratteristiche Tecniche

Il neo allenatore della Fiorentina ama il calcio offensivo e schiera le sue squadre con un 4-3-3 molto duttile. Per quanto riguarda la costruzione, predilige quella dal basso, che può avvenire in diversi modi; a volte, infatti, il mediano si inserisce tra i due difensori mentre i terzini si alzano; in altre situazioni la difesa rimane a quattro con il supporto di uno o due centrocampisti. Può anche capitare, inoltre, di vedere un terzino che si alzi e che l’impostazione sia appannaggio degli altri tre difensori.

Una volta superata la prima linea di pressione avversaria, la manovra si sviluppa quasi sempre sulle fasce, con la formazione di diversi triangoli, tra terzino, ala e interno di centrocampo; questi giocatori, spesso si scambiano la posizione per non dare punti di riferimento agli avversari, un po’ come avviene con l’Italia di Mancini. Altre volte, inoltre, l’interno si accentra per liberare lo spazio per il terzino o per l’attaccante di fascia, per poi attaccare la profondità.

La punta centrale partecipa molto alla manovra e spesso si fa vedere in appoggio per consentire agli attaccanti esterni di inserirsi in profondità. Un’altra caratteristica, che in genere non si riscontra nelle squadre di provincia della Serie A, è la ricerca del pressing molto alto, senza paura; per agevolare questo tipo di aggressione, la difesa rimane in genere molto alta e spesso usa la tattica del fuorigioco.

In area di rigore, invece, in occasione degli attacchi degli avversari o dei calci piazzati, le marcature sono rigidamente a uomo.

Mondiali.it è un progetto nato nel 2016 che vuole racchiudere nel sito web www.mondiali.it tutte le informazioni e i commenti riguardanti i campionati mondiali di qualsiasi disciplina sportiva.

Comments are closed.