Calcio

Italia o Portogallo: chi andrà al Mondiale?

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Tra qualche giorno, precisamente il 24 Marzo, gli azzurri scenderanno in campo per il primo turno dei playoff utili a garantire un posto per Qatar 2022. Questa nuova formula, scelta dalla Fifa per regalare gli ultimi lasciapassare per il Mondiali non è semplice ed è ricca di variabili imprevedibili  che non hanno niente da invidiare alle fluttuazioni delle probabilità fronteggiare agli appassionati di slot machine online o di giochi in cui la probabilità gioca un ruolo dominante,  con 12 nazionali suddivise in 3 gironi da 4 squadre che si affronteranno in due gare secche (semifinale e finale).

Sorteggio sfortunato per l’Italia

L’Italia, dopo essere arrivata seconda nel girone, ha parecchio da recriminare non solo per il rigore sbagliato da Jorginho proprio nella sfida decisiva contro gli elvetici, ma anche per il risultato del sorteggio.

La nazionale campione d’Europa, ha già saltato gli ultimi Mondiali, organizzati dalla Russia nel 2018, a causa della sconfitta contro la Svezia, ma adesso il sistema dei playoff è diventato addirittura ancora più complicato. I ragazzi di Mancini sono stati inseriti nel gruppo composto da Macedonia del Nord, avversario da affrontare a Palermo nella sfida d’andata, con la vincente che affronterà in trasferta una tra Portogallo e Turchia.

Secondo esperti e bookmakers, sulla carta la partita decisiva vedrà Bonucci e compagni affrontare Cristiano Ronaldo, con i due giocatori ex juventus pronti a ritrovarsi come nemici.

Pericolo Portogallo

La nazionale lusitana, allenata da Fernando Santos, è arrivata seconda nel suo girone di qualificazione a causa della sconfitta interna patita il 14 Novembre 2021 per 1 a 2 contro la Serbia, che forse un po’ a sorpresa si è aggiudicata con anticipo un posto per i prossimi mondiali.

I punti di forza dei portoghesi, oltre ad una leggenda come Cristiano Ronaldo, voglioso di partecipare per l’ultima volta a questa prestigiosa manifestazione, che per la prima volta nella storia sarà giocata durante l’inverno, sono la possibilità di giocare davanti ai propri tifosi e il calcio propositivo votato sempre all’attacco.

Il modulo con cui spesso scendono in campo è un 4 3 3 con gli attaccanti esterni che possono mettere in difficoltà le difese avversarie, sfruttando tecnica e velocità individuale.

Al centro della difesa dovrebbe tornare Pepe, che con la sua esperienza è pronto a guidare i compagni di reparto che dovranno contrastare, anche con il fisico, probabilmente Ciro Immobile che per il momento dovrebbe essere la punta scelta da Mancini.

La difesa portoghese potrebbe essere messa in difficoltà dagli attacchi dell’Italia, ma sarà una sfida da giocare anche sotto l’aspetto mentale. In caso di finale tra Portogallo e Italia è difficile stabilire chi possa aver più pressione: se la squadra di casa, campione d’Europa nel 2016, avrà l’onore e la responsabilità di giocare davanti ai propri tifosi, l’Italia non può permettersi di vanificare l’ultimo successo internazionale mancando per la seconda volta la qualificazione ad un Mondiale.

Attenzione però a dare per scontata la finale tra queste due nazionali perché non bisogna dimenticarsi che Macedonia del Nord e Turchia, potrebbero sfruttare i pronostici a loro sfavore, giocando con minor pressioni continuando ad inseguire il sogno di andare in Qatar.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.