Warning: stripos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 90

Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 101
Italia Femminile sul velluto contro la Russia - Mondiali.it
News

Italia Femminile sul velluto contro la Russia

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Nella gara di esordio del Torneo Internazionale di Manaus l’Italia Femminile ha battuto 3-0 la Russia. Un’Italia padrona del campo, protagonista di una partita mai in discussione, brava a passare in vantaggio dopo 15 minuti di gioco con Gama: angolo battuto da Parisi che scambia con Bonansea, cross di quest’ultima sul quale il difensore del Brescia interviene con perfetta scelta di tempo e di testa spedisce in rete.

Un bel primo tempo da parte delle Azzurre – scese in campo con il lutto al braccio dopo il minuto di silenzio osservato in memoria dei giocatori brasiliani della Chapecoense vittime del disastro aereo – sempre in attacco con numerose occasioni vanificate da almeno due parate fortunose del portiere russo e da qualche imprecisione sotto porta.

All’inizio della ripresa il Commissario tecnico Antonio Cabrini effettua la prima sostituzione, mandando in campo Bergamaschi, al suo esordio nella Nazionale maggiore, al posto di Guagni. Ed è proprio Bergamaschi al 5’ a bagnare il suo esordio con il gol: Parisi vince un contrasto al limite dell’area, passaggio per Bergamaschi che insacca con un tiro di destro sul secondo palo.

15304411_1409591759081807_1317631986643454231_o

In vantaggio di due reti, le Azzurre giocano sul velluto e al 18’ realizzano la terza rete con Gabbiadini che, da fuori area, raccoglie una respinta del portiere russo e con gran tiro insacca.

Un percorso iniziato nel migliore dei modi dalla squadra di Cabrini che, al triplice fischio, ha registrato la superiorità tecnica dell’Italia:

il ct cabrini

“Una buona partita – queste le parole del tecnico azzurro – ma ci sono ampi margini per migliorare ancora. Il problema maggiore è legato all’acclimatamento: è difficile abituarsi in pochi giorni all’alto tasso di umidità e al repentino cambio climatico. L’importante è riuscire ad imporre sempre il nostro gioco mantenendo ritmi altissimi”.

Il prossimo appuntamento per le Azzurre è domenica 11 dicembre contro la Costa Rica, prima di affrontare mercoledì 14 le padrone di casa del Brasile.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.