News

Fondo, Mondiali di Lahti: domani si parte

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Sono cinque gli azzurri che prenderanno parte alla sprint a tecnica libera che giovedì 23 febbraio apre i Mondiali di Lahti (qualificazioni ore 14 italiane, eliminazione diretta a partire dalle ore 16.30 con diretta tv su Raisport ed Eurosport). In campo maschile gareggeranno Federico Pellegrino e Simone Urbani, fra le donne Ilaria Debertolis, Gaia Vuerich e Greta Laurent. Ecco le loro dichiarazioni:

pellegrino:

“Siamo arrivati nella maniera più giusta a questo appuntamento, l’importante era avere sensazioni in crescendo, consapevole di potermi giocare una medaglia. Sono tranquillo e rilassato perchè il grande lavoro è stato fatto da tempo, sin dalla seconda settimana dello scorso aprile. Con il miglioramento di risultati durante la stagione sono conscio che se metto tutto in pista posso ambire a qualcosa di grande”.

urbani:

“Sono alla mia prima esperienza i un Mondiale ma non sento assolutamente la pressione, Punto per entrare nei venti, nei quindici sarebbe l’ideale. ci siamo allenati tutta l’estate per questo obiettivo, non ci rimane che divertirci”.

Laurent:

“In questa stagione non ho trovato le sensazioni giuste non ho ancora messo in campo tutto il lavoro fatto in estate. Nell’ultima gara di Otepae di pochi giorni fa ho trovato qualcosa di meglio, spero che la condizione sia quella giusta e riesca a dare tutta me stessa”.

Debertolis:

“Questa stagione è stata la stagione più bella in termine di risultati, preparare l’evento più importante dell’anno non è mai facile, l’intenzione però è quella di migliorare il mio standard. Conosciamo bene la pista, sarà una sprint molto tattica perchè l’arrivo è veloce e avere sci performanti sarà fondamentale, così come tenere una buona posizione in discesa”.

Vuerich:

“E’ il mio quarto Mondiale, finora sono stata sempre eliminata per un motivo o per l’altro. Punterò tanto nella qualifica, non risparmierò nulla. La pista è bella ma sarà molto dura perchè è prevista molta neve durante la notte.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.