News

Discesa di Jeongseon: Finalmente Goggia!

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Arriva sulla futura pista olimpica del Jeongseon Alpine Centre la prima vittoria in carriera di Sofia Goggia in Coppa del mondo. La ventiquattrenne finanziera bergamasca, che prima di oggi aveva raccolto ben nove podi ma nessuna vittoria e la medaglia di bronzo nel gigante iridato di St. Moritz, si è presa il lusso di battere Lindsey Vonn che nei due allenamenti ufficiali dei giorni precedenti era stata la più veloce.

Invece Sofia ha aggiustato la mira nei punti del tracciato che in prova l’avevano fatta sbagliare e con una prova maiuscola ha centrato il meritato obiettivo che le consente addirittura di diventare la prima sciatrice nella storia dello sci italiano ad ottenere un numero talmente elevato di podi in una sola stagione, battendo una campionessa del calibro di Deborah Compagnoni.

Sono stati appena 7 i centesimi che hanno impedito a Vonn di proseguire per questa volta la rincorsa al record di successi di tutti i tempi detenuto da Ingemar Stenmark, ma nell’occasione Goggia ha dimostrato tutta la sua voglia di vincere, sfiorata in più di un’occasione ma spesso sfuggita di un niente nel corso dell’anno. E a testimoniare la preziosità dell’impresa odierna è la composizione del podio che vede, oltre alla campionessa statunitense, la presenza al terzo posto della campionessa del mondo di specialità Ilka Stuhec, pure leader della graduatoria di discesa.

“Non mi aspettavo di vincere, perché in prova avevo sempre saltato una porta, nel passaggio dopo il secondo salto. Vonn si era dimostrata superiore nelle prove. Tagliare il traguardo ed essere davanti per 7 centesimi, che sono poi quelli che lei mi ha dato a St. Moritz, è stato bello. Poi ho sofferto perché tutte noi abbiamo scelto numeri bassi pensando che poi con il sale la pista diventasse più lenta. Invece è successo il contrario, la pista si e velocizzata ma nessuna è riuscita a fare gli stessi tempi nel tratto tecnico. Sono molto felice per questa vittoria, la dedico a tutte le persone che hanno lavorato con me per il raggiungimento di questo risultato, a partire dallo staff tecnico, al preparatore, all’osteopata e via dicendo: tutti quelli che hanno contribuito al raggiungimento di tutti i podi e della medaglia”.

 

La giornata indimenticabile della squadra azzurra è stata completata dall’ottava posizione di una coriacea Johanna Schnarf, capace di stringere i denti nonostante il dolore che tuttora prova alla spalla per ottenere un bel piazzamento nella top ten, così come Verena Stuffer ha ottenuto un significativo decimo posto. Punti anche per Elena Curtoni (sedicesima) e Federica Brignone (ventesima), fuori dalle trenta Marta Bassino, Anna Hofer, ritirata Francesca Marsaglia. Nella classifica generale di coppa Mikaela Shiffrin rimane al comando con 1323 punti davanti a Stuhec con 1085 e Gut con 1023, Goggia sale a 921 in quarta posizione e Brignone è ottava con 594. Domenica 5 marzo è previsto un supergigante con partenza alle ore 3 italiane.

Ordine d’arrivo DH femminile Jeongseon (Kor):
1 GOGGIA Sofia     ITA     1:38.80   
2 VONN Lindsey     USA     1:38.87     +0.07
3 STUHEC Ilka     SLO     1:39.03     +0.23
4 ROSS Laurenne     USA     1:39.38     +0.58
5 TIPPLER Tamara     AUT     1:39.41     +0.61
6 COOK Stacey     USA     1:39.42     +0.62
7 FLURY Jasmine     SUI     1:39.58     +0.78
8 SCHNARF Johanna ITA     1:39.81     +1.01
9 SUTER Corinne     SUI     1:39.91     +1.11
10 STUFFER Verena     ITA     1:39.92     +1.12

Redazione mondiali.it

Comments are closed.