News

Espulsione di Gasperini

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Nel corso di una partita, può accadere di dire qualche parola in più e che l’arbitro prenda provvedimenti drastici, come nel caso dell’Espulsione di Gasperini nella sfida Atalanta-Udinese. In questa occasione, una Dea rimaneggiata, soprattutto in difesa, passa in vantaggio e gioca molto bene ma, allo scadere, Beto agguanta il pareggio e la vittoria sfuma.

Nel primo minuto di recupero, però, il tecnico atalantino Gasperini rimedia un’espulsione, che lascia la squadra senza la sua guida tecnica; pochi minuti dopo, arriva il gol del pari dell’Udinese. L’allenatore non ci sta e spara sulla classe arbitrale italiana e sui direttori di gara, che non gli stanno molto simpatici.

Espulsione di Gasperini – Le Sue Parole

All’inizio del discorso, Gasperini non nasconde un pizzico di rammarico per via del pareggio ottenuto al termine di una gara che l’Atalanta avrebbe forse potuto chiudere prima. Sulla sua espulsione, il tecnico della Dea dice di non aver capito il motivo per cui l’arbitro abbia preso questa decisione; che evidentemente non condivide e non ha ancora digerito. Secondo lui, infatti, i direttori di gara devono, al termine della partita, spiegare le proprie decisioni e metterci la faccia, perché nella situazione attuale non si assumono le proprie responsabilità.

Sulla situazione della sua squadra nel reparto difensivo, il Gasp dice che il momento è delicato ma il gruppo riuscirà a superarlo, anche perché oggi gli avversari non sono riusciti a creare un gran numero di occasioni da gol. In questo momento, la squadra produce una grande mole di gioco e quindi le prestazioni sono all’altezza. Il problema è che i suoi giocatori concretizzano poco e sciupano molte palle gol. Chi entra deve essere più cattivo e cinico sotto porta, per chiudere le partite quando c’è la possibilità; altrimenti si rischia di perdere punti allo scadere delle partite, come contro l’Udinese.

Il mister ha dato la sua spiegazione in merito alla sostituzione di Ilicic, dicendo che il calendario è troppo fitto e i calciatori giocano veramente troppe partite. Per questo motivo, ha pensato di far riposare il proprio fantasista, visto che la rosa a sua diposizione gli consente una buona rotazione dei calciatori.

Mondiali.it è un progetto nato nel 2016 che vuole racchiudere nel sito web www.mondiali.it tutte le informazioni e i commenti riguardanti i campionati mondiali di qualsiasi disciplina sportiva.

Comments are closed.