News

Conferenza Stampa Spalletti Napoli

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Tra poco si inizia a lavorare duro in vista del prossimo campionato di Serie A e i nuovi allenatori si presentano in varie occasioni, come nella Conferenza Stampa di Spalletti al Napoli. Il tecnico del dopo Gattuso tiene un lungo intervento, dove non manca di toccare temi importanti e anche scomodi, con la sua consueta schiettezza.

Spalletti esprime la sua emozione e la sua felicità di allenare questa squadra e risponde anche a delle domande su Insigne e Totti; sembra non voler mai finire questa serie di frecciatine tra lui e l’ex capitano della Roma, con cui prima ha avuto un rapporto splendido e poi scontri durissimi.

Conferenza Stampa Spalletti Napoli – Le Parole del Tecnico

Il nuovo tecnico esordisce parlando lungamente della squadra e della città e spendendo parole bellissime anche nei confronti dei tifosi partenopei. Poi parla del suo capitano Insigne, dicendo di averlo sentito per fargli i complimenti per il suo percorso a Euro 2020. Spalletti poi dice che vorrebbe che il numero 10 continuasse a far parte della squadra perché avere al suo fianco un giocatore del genere fa sempre comodo; elogia poi anche Di Lorenzo, che, partendo dalla panchina, è poi diventato una pedina fondamentale dell’Italia di Mancini.

La domanda su Totti è inevitabile e lui non si sottrae, dicendo, con un pizzico di ironia, di essere felice per aver dato al capitano la possibilità di girare una fiction; anche se Totti aveva già molti contenuti per la stessa. Dopo qualche battuta sulla questione, però, il tecnico tronca la discussione sull’ex capitano giallorosso perché dice che la cosa più importante adesso è il Napoli.

Dopodiché, si inizia a parlare di Gattuso, verso il quale il nuovo allenatore del Napoli ha solo belle parole, elogiandone il lavoro e la preparazione a livello tattico. Dopo aver tessuto le lodi del suo predecessore, Spalletti parla della frase stampata sulla casacca degli allenamenti che dice “Sarò con te e tu non devi mollare”; ciò significa che l’allenatore è pronto ad aiutare tutti ma i ogni calciatore deve rimboccarsi le maniche e deve avere la mente forte, trovando le motivazioni dentro di sé.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.