Warning: stripos() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 90

Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /home/customer/www/mondiali.it/public_html/wp-includes/functions.wp-styles.php on line 101
Campionati Mondiali Master: ancora 4 ori azzurri - Mondiali.it
News

Campionati Mondiali Master: ancora 4 ori azzurri

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Proseguono i successi degli atleti italiani nei Campionati Mondiali Master di Perth, in Australia, anche nelle due giornate che precedono quella conclusiva: ieri 10 medaglie (4 ori, 4 argenti, 2 bronzi) e oggi altre 6, con 3 secondi posti e 3 terzi, per un bilancio provvisorio di 47 metalli (13-23-11).

Di nuovo protagonisti i marciatori, che salgono 9 volte sul podio della 20 chilometri su strada disputata venerdì con quattro ori, tutti al femminile. Spicca il doppio trionfo tra le W55, perché la sassarese Peppina Demartis (Shardana) e la romana Daniela Ricciutelli (Italia Marathon Club) tagliano insieme il traguardo in 2h04:46 per aggiudicarsi il primo posto a pari merito: entrambe quindi salgono sul gradino più alto del podio individuale, conquistando poi la vittoria a squadre nel team che comprende la piemontese Giuseppina Comba (Atl. Fossano ’75).

Ma la festa è anche di famiglia: infatti Tatiana Zucconi (Italia Marathon Club), figlia di Daniela Ricciutelli, completa il tris di titoli iridati nella categoria W35 con 1h49:36 sulla distanza più lunga. Al Western Australia Athletics Stadium, applausi per Stefano Tarì (Amatori Atl. Acquaviva) che si mette al collo l’argento nel lungo M45 atterrando a 6,46 (+4.3), però il brindisino manca di un soffio la grande impresa visto che soltanto al sesto e ultimo salto viene superato di appena due centimetri con 6,48 (+2.2) dallo svedese Mattias Sunneborn, uno dei big nel movimento master e campione europeo indoor assoluto nel ’96.

demartis_ricciutelli_perth2016

Altri tre argenti dalla marcia, ma tra gli uomini, per merito di Andrea Naso (Atl. Lonato-Lem Italia) tra gli M55 a livello individuale con 1h55:37 e a squadre insieme a Franco Venturi Degli Esposti (Us Scanzorosciate) e Pier Angelo Fortunati (Atl. Lonato-Lem Italia), oltre che con il team M60 di Michele De Masis (Atl. Lonato-Lem Italia), Claudio Penolazzi (Atl. Lonato-Lem Italia) e Pasquale Palella (Amatori Masters Novara). Poi due medaglie di bronzo per gli specialisti del tacco e punta, che portano la firma di Walter Arena (Atl. Fortitudo Catania, M50) e Manuela Lucaferro (Atl. Lonato-Lem Italia, W50).

Nella giornata di oggi, sui 400 metri Roberto Paesani (Lazio Runners Team) guadagna il suo terzo argento M70 in questa rassegna iridata, nuovamente con una migliore prestazione italiana in 1:01.41, quindi conquistano per la seconda volta la stessa brillante medaglia Mario Soru (Atl. Selargius) nei 400 M65 in 1:00.45 e la mezzofondista Simona Prunea (La Galla Pontedera Atletica), rumena di origine ma emiliana di adozione, con 4:57.10 sui 1500 W45.

Due bronzi per gli ostacolisti piemontesi: Gian Luca Camaschella (Team Atletico Mercurio Novara) sui 110hs M45 in 16.81 (+0.9) e Roberto Amerio (Vittorio Alfieri Asti) nei 100hs M50 con 15.72 (+0.5), ma anche per la romana Cristina Paganelli (Atl. Sestese Femminile) che nel lungo W35 salta 5,65 (-1.1). Sulla pedana del lungo W55 non basta invece il primato italiano di categoria con 4,55 (+0.3) per salire sul podio a Patrizia Pasini (Atl. Virtus Castenedolo), che finisce quarta come il compagno di club Francesco D’Agostino (Atl. Virtus Castenedolo) sui 400 M50 in 53.99 e Luciano Fasce (Cus Genova) nei 100hs M55 in 17.41 (-0.3). Domani la giornata conclusiva della rassegna iridata “over 35”

Redazione mondiali.it

Comments are closed.