News

Argentina fuori forma nel match contro la Nigeria, come Aguero, colpito da un malore

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Un’Argentina da dimenticare quella che ieri pomeriggio, nel match amichevole disputato contro la Nigeria, ha perso per ben 4-2.

Un inizio senz’altro promettente, con un vantaggio di 2-1 alla fine del primo tempo non lasciava affatto pensare alla disfatta finale e soprattutto all’incredibile rimonta della nazionale nigeriana.

A preoccupare la nazionale argentina non è solo la scarsa performances in campo dei giocatori nel secondo tempo, ma anche le condizioni fisiche dell’attaccante Sergio Aguero, che durante l’intervallo accusa un malore all’interno dello spogliatoio. Pare che dopo essere rientrato negli spogliatoi, il giocatore abbia cominciato a vomitare e poi sia svenuto. Il personale medico è subito intervenuto e Aguero è stato trasportato in ospedale per i controlli del caso.

Le sue condizioni adesso sono migliorate e i medici fanno sapere che non c’è nulla di cui preoccuparsi. Probabilmente il giocatore argentino risente ancora fisicamente dell’incidente che ha avuto qualche settimana fa con l’auto, che gli ha causato dei problemi al costato.

Il suo malore improvviso ha forse scosso un po’ i suoi compagni che nel secondo tempo, dove Aguero è stato sostituito tempestivamente con Dario Benedetto, non hanno giocato al massimo e poi hanno perso per 4-2 a favore della Nigeria.

Aguero, però, nonostante non fosse probabilmente al massimo della sua forma, è riuscito come sempre a farsi notare in quei 45 minuti di gioco. Al 36esimo ha anche segnato la seconda rete argentina.

L’attaccante del Manchester City è uno dei miglior giocatori della nazionale argentina. Proprio da ieri, infatti, nella classifica dei migliori marcatori Aguero raggiunge il podio, occupando la terza posizione dopo Lionel Messi (61 reti) e Gabriel Batistuta (54 reti). Con il suo gol numero 36 segnato nel match amichevole di ieri sera è riuscito a raggiungere e superare Hernan Crespo.

Ci aspettiamo, adesso, di rivederlo presto in campo, dopo aver fatto tutti i controlli precauzionali in seguito al suo svenimento e aver ritrovato la perfetta forma fisica.

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con particolare attenzione per l'affascinante mondo dello sport.

Comments are closed.