Calcio

L’Europa League del Milan passa dai gol di Higuain

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

È la perla del calciomercato del Milan e su di lui ci sono tutte le aspettative per la stagione della svolta. Gonzalo Higuain è il tipo di bomber che il Milan ha sognato da anni dopo gli addii di Shevchenko e Inzaghi.

Il Pipita sarà ancora una volta a guidare l’attacco rossonero, e stavolta nel palcoscenico europeo. Contro i lussemburghesi del Dudelange, alle 21, l’argentino vuole fare bene per far partire il Milan con il piede giusto in una competizione da non snobbare quella che è l’Europa League.

In questo torneo, il Pipita ha segnato dieci volte in 23 presenze. L’ultima apparizione risale al febbraio 2016 quando vestiva ancora la maglia del Napoli, nella doppia sfida contro il Villareal ai sedicesimi di finale. Per leggere il suo nome tra i marcatori dobbiamo invece andare all’ottobre 2015 contro il Midtjylland  in Danimarca. La squadra danese per fatturato e fama sicuramente più blasonata dei modesti lussemburghesi.

Da lì in poi per il sudamericano solamente apparizioni in Champions League con la Juventus in cui ha giocato 22 match trovando via del gol in dieci occasioni.

Dopo la rete messa a segno contro il Cagliari alla Sardegna Arena domenica scorsa, il numero 9 rossonero vuole ripetersi contribuendo a suon di gol al bene del Milan. Gattuso punta su di lui anche complice l’assenza del giovane Cutrone, out per infortunio.

In attacco il Pipita sarà supportato da Castillejo e da Borini, mentre a centrocampo ci dovrebbe essere l’esordio stagionale per José Mauri a centrocampo così come la novità Caldara al posto di Musacchio e Pepe Reina in porta (pochi giorni fa eletto come miglior portiere della storia della Premier League).

Tra le aspettative della punta argentina c’è quella sicuramente di essere più coinvolto nelle manovre rossonere oltre ad avere più palle giocabili da poter poi trasformarsi in occasioni da gol. La faccia nervosa di Higuain all’uscita dal campo contro il Cagliari palesava molto le delusione per un pareggio che sapeva di sconfitta.

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments are closed.