Calcio

Ranieri porta il Fulham a fare yoga, ma la seduta finisce in rissa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Penultimo in classifica in Premier League, a meno cinque punti dalla salvezza e con un 2019 iniziato male, molto male con due sconfitte consecutive. Anzi tre se si considera il brutto ko in FA Cup, un 2-1 contro il Burnley, peraltro con due autoreti.

Il Fulham naviga in acque nerissime con i suoi 14 punti il 22 gare e rischia seriamente la retrocessione. Claudio Ranieri, subentrato a stagione in corsa, le sta provando tutte per risollevare le sorti del club londinese e per infondere un po’ di serenità tra calciatori, staff e tifosi. E l’idea di organizzare una seduta di yoga era sembrata anche un buono spunto per rianimare tutta la squadra…peccato che l’effetto è stato drammaticamente opposto.

Risultati immagini per ranieri fulham

Sì perché, secondo i tabloid inglesi, ci sarebbe stato un acceso diverbio tra due giocatori (secondo altri sarebbero proprio arrivati alle mani con i compagni che hanno fatto fatica a dividerli): animi accesi e vecchie scorie che riguarderebbero Aleksandar Mitrovic e Aboubakar Kamara e che, a quanto pare, non sono riusciti a dimenticare il discusso episodio del “rigore conteso” contro l’Huddersfield.

Riavvolgiamo le lancette e andiamo all’ultimo match del 2018, sfida tra ultimi e penultimi. Nell’occasione, era lo scorso 29 dicembre, i due avevano litigato in modo acceso dopo l’assegnazione di un rigore a favore, sul risultato di 0-0, nei minuti finali della sfida. Kamara aveva strappato il pallone dalle mani di Mitrovic, rigorista designato da Ranieri, e come classico “instant karma” vuole, aveva fallito l’esecuzione dal dischetto. Ironia della sorte, per fortuna per il Fulham, i tre punti sono comunque arrivati, al 91’ proprio con Mitrovic, portando un sorriso nell’ambiente anche se Ranieri, parole detto dallo stesso allenatore, aveva detto: «in quel momento avrei voluto ammazzare Kamara».

Primo round, ops, primo episodio che si archivia in malo modo. C’è da aspettarsi un sequel?

Giornalista professionista, cura “Curiosità sportive”, rubrica-memorabilia di aneddoti, storie e miti legati allo sport, riavvolgendo le lancette del tempo perché il suo cuore è ancora fermo sulla traversa dove si è stampato il rigore tirato da Di Biagio nel Mondiale del ’98.

Comments are closed.