Curiosita Sportive

La favola del Cardiff Met, squadra di universitari qualificata in Europa League

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Da cattedre e lavagne ai campi di calcio europei.

No no non si tratta di racconti da calcetto del giovedì sera, è la favola che avrà come protagonista la squadra gallese del Cardiff Metropolitan University, la quale avrà il prestigio di giocare i preliminari della prossima Europa League.

Un vero e proprio colpaccio per la squadra dell’omonima università, composta interamente da dottorandi e studenti di alcuni master con la grande passione per il calcio.

Passione che viene seguita con costanza e dedizione almeno quanto gli studi.

I ragazzi si sono classificati settimi nella Welsh Premier League (massima serie gallese) e, pertanto, hanno avuto accesso ai playoff per il terzo posto gallese, che significa Europa League.


Dopo aver sconfitto in semifinale il Caernafon, hanno avuto la meglio in finale contro il Bala Town ai calci di rigore, dopo l’1-1 iniziale. Proprio il Bala Town l’anno scorso ha lasciato l’Europa League solo ai preliminari, dopo la sconfitta contro i sammarinesi del Tre Fiori di Zaccardo e Succi.

Protagonista della lotteria è stato il portiere Will Fuller, autore di tre parate dal dischetto.

Risultati immagini per will fuller metropolitan
Il portiere inglese Fuller durante i calci di rigore

I calciatori/studenti ora se la vedranno con altre squadre che militano nei bassifondi del ranking europeo come Lussemburgo, Andorra, San Marino, Gibilterra, Kosovo, Isole Faroe e Irlanda del Nord. Tuttavia qualsiasi sarà il risultato futuro, quello realizzato dal Cardiff rappresenta già un grandissimo e storico traguardo calcistico.

A dir la verità il traguardo era stato già sfiorato lo scorso anno, quando la squadra si era fermata solamente all’atto finale. Quest’anno ce l’hanno fatta e ora attendiamo quello che può essere una vera e propria scoperta.

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments are closed.