Curiosita Sportive

Nonno Kiraly ha appeso gli ultimi pantaloni del pigiama al chiodo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il portiere con il pigiama in area ha appeso i pantaloni al chiodo dello spogliatoio. Non è una introduzione da libro Cuore, ma quello che ha fatto realmente Gabor Kiraly, famoso perché indossava i pantaloni della tuta in campo. E così a 43 anni l’estremo difensore ungherese ha annunciato il proprio ritiro postando un video su facebook che lo ritrae appendere letteralmente al chiodo il suo leggendario marchio di fabbrica.

Tra Germania e Inghilterra

Kiraly, classe 1976, 43 anni lo scorso aprile, nella sua carriera lungo 26 anni ha messo insieme 830 presenze ufficiali. Ha iniziato e concluso nell’Haladas, squadra ungherese il cui nome significa progresso. Non proprio come i pantaloni di Gabor. In mezzo ci sono state le maglie di Hertha Berlino, Crystal Palace, West Ham, Aston Villa, Burnley, Bayer Leverkusen, Monaco 1860 e Fulham. Con la Nazionale ungherese è sceso in campo per 108 volte, stabilendo il record di giocatore più anziano a giocare una partita degli Europei durante Francia 2016.


Ma nonno Kiraly è entrato nella storia soprattutto per i suoi particolari pantaloni indossati in campo. Lui li ha sempre preferiti ai pantaloncini per comodità. Ma il colore grigio nasce per un motivo banale. Inizialmente erano neri poi, non è chiaro se per colpa della madre o del magazziniere, un giorno non erano pronti dopo il lavaggio e così Gabor virò su quelli neri. Gli portarono fortuna, disputò un’ottima partita e decise di non abbandonarli più per scaramanzia. Così è nata la leggenda del nonno degli ultimi romantici di questo sport.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.