Curiosita Sportive

Esiste un campionato mondiale di sigari e hanno preso parte 250 persone

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

L’articolo completo è su Il Post

Andrew Keh, il corrispondente sportivo internazionale del New York Times, ha raccontato un evento piuttosto bizzarro a cui ha partecipato: la finale del campionato mondiale di sigari, chiamato anche campionato mondiale di fumo lento. La finale si è svolta a Spalato, in Croazia, lo scorso agosto: l’obiettivo è fumare un sigaro di una certa dimensione (129 mm per un diametro di 16,7 mm) nel tempo più lungo possibile ma senza riaccenderlo mai, ed evitando il più possibile la caduta della cenere.

Il campionato è arrivato alla sua decima edizione ed è stato inventato da Marko Bilic, il proprietario di un club di sigari di Spalato. Alla prima competizione parteciparono 17 persone, lo scorso agosto erano invece presenti circa 250 partecipanti con smoking e abiti da sera, in rappresentanza di più di 40 paesi. I partecipanti avevano preso parte a uno dei 34 eventi di qualificazione che si erano svolti in tutto il mondo durante l’anno: a Miami, in Russia, Repubblica Dominicana, Germania, Regno Unito e anche in Italia, a Ischia.

«I fumatori hanno acceso i loro fiammiferi. La stanza è diventata silenziosa. L’orologio è partito da zero, e per le successive ore i concorrenti sono rimasti seduti lì, fissando le loro braci, osservandole silenziosamente bruciare». Igor Kovacic è l’uomo che detiene il record mondiale di fumo di sigaro lento: 3 ore, 52 minuti e 55 secondi.

L’articolo completo è su Il Post

Redazione mondiali.it

Comments are closed.