Curiosita Sportive

Davide Astori resta ancora il capitano viola nel gioco FIFA 2018

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il dramma legato al calciatore della Fiorentina, Davide Astori, è ancora una ferita aperta. Ma, nonostante il lutto, alcune questioni puramente pratiche e potremmo definire anche più superficiali, devono ugualmente essere affrontate, soprattutto se collegate all’immagine del capitano viola recentemente scomparso. 

Uno di questi problemi lo ha dovuto affrontare la FIFA, in relazione al celebre videogame FIFA 2018. Ecco il dubbio: è giusto mantenere Astori come attuale capitano e difensore della Fiorentina all’interno del gioco?

Dopo un confronto con il team viola l’Electronic Art ha preso la sua decisione e ha diramato questo comunicato:

Siamo rimasti sconvolti come l’intero mondo del calcio, per la prematura scomparsa di Davide Astori. Dopo esserci consultati con la Fiorentina nei giorni seguenti la scomparsa di Davide, abbiamo deciso di intraprendere le seguenti azioni per assicurarci di onorare al meglio la sua memoria: su richiesta del club, Davide Astori continuerà a far parte della rosa attuale della Fiorentina in FIFA; Gli oggetti FUT di Davide Astori verranno rimossi dai pacchetti; la fascia di prezzo massima per gli oggetti FUT di Davide Astori verrà ridotta

La EA Sport ha messo in chiaro soprattutto il punto relativo agli oggetti FUT perché dalla morte del giocatore si è assistito ad episodi speculativi inerenti le carte di Davide Astori, che hanno triplicato il loro prezzo.

Rinnovando le condoglianze per la famiglia, si è cercato di mantenere vivo il ricordo del capitano e nello stesso tempo impedire che fosse utilizzata la sua immagine per tentativi di sciacallaggio decisamente di cattivo gusto.

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con particolare attenzione per l'affascinante mondo dello sport.

Comments are closed.