Curiosita Sportive

A tutti – proprio TUTTI – è capitato di sbagliare un gol sotto porta

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Alla Roma e ai romanisti il ricordo più caro che hanno della acerba carriera di Cengiz Ünder in Champions League è tutto nel piede da cui è partito il calcio d’angolo telecomandato per la testa di Manolas che ha consacrato il 3-0 contro il Barcellona nei quarti di finale dello scorso aprile.

Il momento più alto e solenne anche dell’esperienza di Di Francesco sulla panchina giallorossa, agli antipodi, invece, di quello che sta vivendo quest’anno: la partita di martedì 27 novembre persa 2-0 contro il Real Madrid allunga, infatti, una sensazione di negatività che accompagna il club dall’inizio della stagione. Da una squadra spagnola ad un’altra, dal momento magico per il giovane calciatore turco a un incredibile errore sotto porta, di quelli che “l’avremmo sbagliato anche noi” ricordando il mitico lapsus del telecronista Noaro, esaltato dalla Gialappa’s band.

Sullo scadere della prima frazione di tempo dove la Roma ha ben risposto al Real, infatti, Cengiz Ünder riceve un pallone perfetto servito da Zaniolo sulla sinistra, Sergio Ramos in scivolata non riesce ad arpionare la palla che arriva al turco nell’aera piccola; calcio di piatto interno di prima intenzione, ma la sparacchia alta, altissima.

Il ragazzo, certamente, rialzerà la testa e per fargli tornare il sorriso (ci proviamo, magra consolazione) può rivedere alcune clamorose palle gol sciupate da illustri colleghi, gente che solitamente prende/prendeva a pallonate il portiere avversario, ma che sono crollati anche loro davanti alla legge del gol sbagliato a porta vuota:

1- Cristiano Ronaldo al Manchester United

2- Edin Dzeko (con sovrapposizione ironica dell’audio di Adani e Compagnoni)

3- Samuel Eto’o nel derby contro il Milan. Un derby che valeva lo scudetto del 2011

 

4- Leo Messi con la maglia dell’Argentina (in Nazionale va così…)

 

5- Fernando Torres sancisce l’esperienza negativa con il Chelsea

 

6- “Bonus track”. Una bella carrellata dai campi di provincia o in giro per il mondo

Giornalista professionista, cura “Curiosità sportive”, rubrica-memorabilia di aneddoti, storie e miti legati allo sport, riavvolgendo le lancette del tempo perché il suo cuore è ancora fermo sulla traversa dove si è stampato il rigore tirato da Di Biagio nel Mondiale del ’98.

Comments are closed.